Bracciano, i nostri furbetti del cartellino...

Bracciano, i nostri furbetti del cartellino....

Persone Cecilia Sodano, Giuliano Sala, Valerio Staffelli, Squarcione, Luigi Di Matteo
Luoghi LLPP, Bracciano
Organizzazioni ASL RMF
Argomenti diritto, lavoro, legislazione

25/gen/2016 16.41.05 salviamo bracciano Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

BRACCIANO, I NOSTRI FURBETTI DEL CARTELLINO E QUALCOS’ALTRO

 

L’ex capo Area Tecnica del Comune ing.Luigi Di Matteo, ora degradato e soggetto al rispetto dell’orario di lavoro, sembra sia stato sospeso per la terza volta. Le prime due per 10 giorni, per falsa timbratura del cartellino,  e l’ultima per 20 giorni, ma nonostante tutto continua ad intervenire in vicende urbanistiche che lo vedono coinvolto, indagato, imputato ed in conflitto di interessi. Ricordiamo sull’argomento il caso immortalato da Striscia la Notizia che nel 2012 riprese alcuni dipendenti della ASL RMF di via Dominici mentre entravano al lavoro e ne uscivano dopo aver timbrato. Ecco l’intervista che l’allora direttore generale Squarcione  rese a Valerio Staffelli https://www.youtube.com/watch?v=WfEOHrFp0Is

 

DECRETO VALUTAZIONE DEI RISCHI, LA CAPO AREA SMENTISCE SE STESSA. Come già segnalato da Salviamo Bracciano il DVR, Decreto Valutazione dei Rischi che dovrebbe tutelare chiunque acceda agli uffici comunali, soprattutto i dipendenti che vi lavorano, non è mai stato applicato, tanto che la ASL RMF ingiunse una penale all’ex sindaco Giuliano Sala e impose una scadenza per la sua applicazione (scaduta lo scorso 16 gennaio). Con Determina del 31 dicembre 2015 la Capo Area Lavori Pubblici e Manutenzione, arch.Cecilia Sodano, smentisce se stessa e continua a incaricare, con i soldi dei cittadini, il geom.Cercola, affinchè “aggiorni” il documento finora mai redatto (vedi allegato). Ma se non è mai stato redatto, tanto da far intervenire la ASL, come può parlare di “aggiornamento”?

Nella NOTA DEL 21.10.2015 prot.30478 del 22.10.2015 inviata alla Segretaria Generale, l’arch. Sodano scrive: "Ricevuta, in qualità di responsabile dell'area LLPP e Manutenzioni  f.f. la sua nota mi necessita di farle presente che ho saputo detta mancanza del documento di valutazione dei rischi solo il giorno stesso in cui le ho riferito che non era presente agli atti, cioè quando la ASL è venuta per consultarlo".

Perché i cittadini devono sobbarcarsi una spesa per un incarico mai espletato?

 

ALBO PRETORIO, DOVE SONO I DOCUMENTI ALLEGATI? Ci arrivano segnalazioni dai cittadini che si lamentano di non riuscire a consultare gli allegati  dei documenti pubblicati sull’Albo Pretorio. Molto spesso non si aprono, o non ci sono, o vengono resi consultabili con ritardo di  ore o di giorni, in violazione alle norme sulla pubblicazione. Abbiamo fotografato la pagina in questione (vedi allegato) che dimostra come il pulsante rettangolare in alto a destra sia vuoto (anziché di colore azzurro), dimostrando che è fuori uso. Questo succede spessissimo e continua ad accadere, nonostante la Segretaria Generale avesse già emesso una circolare al riguardo, avvertendo che non si sarebbero più tollerati simili fatti e preannunciando provvedimenti disciplinari.

 

Ass. Salviamo Bracciano

 

 

 

logo salv

Associazione Salviamo Bracciano

Tel. 339.4641014

Salviamo.bracciano@gmail.com

http://www.facebook.com/salviamo.bracciano.9

C.F.97796940589

 

Se non desideri ricevere le nostre e-mail puoi cliccare sul link 'Disiscriviti' .

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl