La settimana di arte e musica a Fabbrica102, dal 10 al 14 febbraio

THIS IS THE DEAD LAND opere di Roberto Fontana Palermo, 10 febbraio 2016 - Questa nuova serie di dipinti, ispirata da "The hollow men" di T. S. Eliot, presenta un acuto e attento scandaglio della condizione esistenziale umana, attraverso la contestuale esplorazione delle potenzialità rappresentative ed espressive insite nella corporeità.

Persone Tony Landolina, Alessandro Bocchetti, Fabrizio D'Andrea, Lorenza Acconcio, Manfredi Clemente, Roberto Fontana Palermo, Antonio, San Valentino
Luoghi Italia, Giappone, Argentina, Repubblica Ceca, Grecia, Svezia, Francia, Slovacchia, Birmingham, Regno Unito
Organizzazioni Fabbrica102, Internet Society
Argomenti musica, composizione

08/feb/2016 10.43.29 Firriòtate Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

THIS IS THE DEAD LAND opere di Roberto Fontana


Palermo, 10 febbraio 2016 - Questa nuova serie di dipinti, ispirata da “The hollow men” di T. S. Eliot, presenta un acuto e attento scandaglio della condizione esistenziale umana, attraverso la contestuale esplorazione delle potenzialità rappresentative ed espressive insite nella corporeità. L’angosciosa e alienata condizione dell’uomo contemporaneo ridotto a un manichino impagliato, uomini vuoti senza identità e personalità, privi di ombra, di colore, di moto e di parola; dalle loro bocche escono solo mormorii senza senso che stridono come il vento tra le erbe secche o la zampa di un topo su vetri infranti. Esseri viventi moribondi che affollano una terra desolata, una terra morta e arida come loro, questa è la terra dei morti. Vernissage mercoledì ore 19:00


MANFREDI CLEMENTE live set


Palermo, 11 febbraio 2016 - Un lungo live set improvvisato aspetta il pubblico giovedì 11 febbraio a partire dalle 21:30, con Manfredi Clemente. Il pubblico è immerso in un ambiente fatto di fotografie sonore e colorato dai loro stridenti caratteri. Differenti strati di field recording si relazionano con suoni creati tramite no-input mixer che spaziano dai più profondi bassi ad acuti al limite della percezione. Un’immersione in un passato di ricordi non nostri, una sessione d’ascolto in cui diverse direzioni coesistono e si intrecciano. INGRESSO LIBERO

Manfredi Clemente è un compositore palermitano di musica concreta, field recordist, e improvvisatore elettroacustico di base a Birmingham (UK), dove sta completando un PhD in composizione elettroacustica sotto la supervisione di Jonty Harrison. Membro attivo per più di tre anni del più grande acousmonium del mondo, il BEAST - Birmingham Electroacoustic Sound Theatre, del MiniM Ensemble e del collettivo Klein Bottle, Manfredi ha suonato e le sue composizioni sono state eseguite in Italia, Regno Unito, Francia, Repubblica Ceca, Slovacchia, Giappone, Grecia, Argentina e Svezia. La sua ricerca sonora e teorica investiga lo spazio, non solo come mero parametro del processo compositivo, ma anche e soprattutto come dimensione principale della percezione e dunque dei processi evocativi implicati nell’esperienza dell’ascolto


LAMANSARDA


Palermo, 12 febbraio 2016 - Un concerto proposto venerdì 12 a partire dalle 21:30 che nasce da un luogo lontano. La mansarda non è solo il luogo in cui quattro ragazzi della provincia napoletana s’incontrano per la prima volta nell’estate del 2013. Ben presto, fra condivise ispirazioni musicali e fertili dissonanze, Lamansarda (tutto attaccato per motivi ancora oscuri) diventa una paradossale dichiarazione d’intenti: la dimensione domestica del sottotetto, dove la musica prende forma, si contamina di sonorità lontane. Il folk americano è il punto di partenza di una ricerca che ne asseconda lo slancio di fuga, in cui l’elettronica si accompagna a chitarre, violino e glockenspiel per diventare semplicemente altro. Lamansarda è il lavoro quotidiano dei fratelli Antonio (testi, voce, chitarra e tastiere) e Lorenza Acconcio (basso e violino), di Fabrizio D’Andrea (chitarra, tastiere) e Alessandro Bocchetti (batteria, percussioni). INGRESSO LIBERO



TONY LANDOLINA - Nudo (piccolo e sperduto)


Palermo, 14 febbraio 2016 - Per la sera di San Valentino, Fabbrica102 ha scelto di portare sul palco Tony Landolina e metterlo sotto una luce diversa, molto più intimista. Il famoso musicista, intrattenitore, poli-strumentista, poeta e saltimbanco palermitano a Fabbrica102, suonerà in veste di cantautore. Il live è una selezione di brani tratti dai numerosi album dell'artista, con la solita ironia... sotto un'insolita luce.


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl