A cura di Massimo Arduini e Alberto D' Amico - Bâtiment de Livres -li bri,edizioni d'arte e l'omaggi o ad Aldo Manuzio (Roma)

A cura di Massimo Arduini e Alberto D'Amico - Bâtiment de Livres -li bri,edizioni d'arte e l'omaggi o ad Aldo Manuzio (Roma).

Persone Piramide Channel, Massimo Per, Ada De Pirro, Paolo Albani, Lamberto Pignotti, Jacopo Cavallaro, Domenico Adriano, Aldo Manuziodi, Aldo Manuzio, Alberto D'Amico, Massimo Arduini
Luoghi Roma
Organizzazioni Camera dei deputati
Argomenti arte, editoria, istruzione, architettura, cinema

19/feb/2016 18.10.32 FUTURGUERRA Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 FONTE  lanotiziah24.com
 

 

*Bâtiment de Livres -libri,edizioni d’arte e l’omaggio ad Aldo Manuzio a cura di Massimo Arduini e Alberto D’Amico

in collaborazione con Studio Campo Boario e Accademia di Belle Arti di Roma opening16 Febbraio 2016 dalle ore 18.00 alle 22.00 closing 27Febbraio dalle ore 18.00 alle 22.00 via del Campo Boario, 4/A (fermata Piramide metro B)

L’'eventoBâtiment de Livres s'impernia su tre linee conduttrici: libri/oggetti in formato tascabile (in multiplo) a tema libero, libri/edizioni in dedica a Manuzio (sempre intorno all’idea del “tascabile” e in copie variabili), ri-edizioni da riciclo in due versioni, anche in forma di libri d'artista veri e propri. Vi è poi una quarta via, una sezione di libri d’artista la cui anima è meno perimetrabile poiché proveniente da un gruppo di artisti/autori invitati. Molto eterogeneo per generazione e modalità operative. Tutto questo insieme viene disseminato per diversi luoghi. Questa mostra è l’occasione per constatare che Il “libro” in quanto oggetto, dato per morto, è più che mai vitale. E si anima e ci appare sotto mentite spoglie, nella mutevolezza di essere guardabile, luminoso, metamorfico o ancora e sempre sfogliabile, toccabile. Le prime tre vie riguardano due anni di studio e di lavoro con gli studenti dell’accademia di belle arti di Roma, degli indirizzi di grafica editoriale e di grafica d’arte. L’altra: ex-studenti, artisti e colleghi. Teorici-autori. Sperimentatori e outsider. Sarà anche l’occasione per dedicare e rivolgere un pensiero particolare alla figura di Aldo Manuziodi cui si sono celebrati nel 2015 i cinquecento anni dalla morte. Colui ormai da tutti riconosciuto come il primo vero editore in senso moderno. Da lui l’idea della “edizione tascabile” pretesto con cui da diversi anni invito gli studenti a pensare una forma-libro nuova attraverso un progetto possibilmente originale ed un medium altrettanto inatteso. Spazio anche al tema del riciclo e del ri-editare. Su questo fronte si potrà assistere a dei “libri” ancora diversi realizzati nell’ambito del corso di Tecniche dei procedimenti a stampa. Books restyling and Type(è il titolo del tema degli ultimi anni) è una sfida alla conoscenza ed alla sostenibilità della pratica artistica. E’ una immersione totale nella stampa editoriale non prodotta in serie ma realizzata con tecniche frutto di un metissagefra manuale e tecnologico. E’ l’alternativa alla smaterializzazione del Libro tattile, con l’avvento della rete e delle piattaforme audiovisive, con un “nuovo” libro tattile che tiene comunque conto dell’attualità e della possibilità di esistere come forma nuova di visione e lettura allo stesso tempo.

Sarà l’occasione per incontrarsi fra pubblico, autori e addetti ai lavori. L’evento si avvale del patrocinio del Municipio Roma I Centro  e dell ’Accademia di Belle Arti. Seguono appuntamenti:

Venerdì 19 duevolumi di Domenico Adriano e letture da Aldo Manuzio; con la partecipazione dell’attore Jacopo Cavallaro conun monologo intorno alle edizioni sempre per Manuzio a partire dalleore 18,00;

Sabato 20 incontro con Lamberto Pignotti e Paolo Albani a cura di Ada De Pirro ore 18,00;

Domenica 21 mercatino editoriale Libri dell’800 e del’900 dalle 10,00 alle 18,00(conpausa pranzo);

Sabato27 presentazione dell’edizione Camera Book a cura di Massimo Arduini ore 19,00.

La mostra sarà visitabile per appuntamento: 335.6116458 Alberto / 349.5132263 Massimo

Per l’elenco completo dei partecipanti si rimanda all’evento in rete e alla documentazione in mostra.

Lo Studio Campo Boario è aperto dal 1991. Le sue attività si muovono su tre linee guida principali: cinema, arte contemporanea e filosofia. Ha ospitato proiezioni, esposizioni, conferenze e molto altro. L’intenzione principale del luogo, situato di fronte alle mura aureliane e alla Piramide Cestia, consiste nel creare occasioni d’incontro tra ambiti culturali diversi. Registi, artisti, filosofi, scrittori, architetti, attori, musicisti hanno animato le serate dello studio.Tra gli eventi principali: Piramide Channel, serate di condivisione visiva; Batiment d’Ami, occupazione da parte di 18 artisti e un astrofisico dell’intero stabile di viale del Campo Boario; Architettura a confronto, serie di conferenze interdisciplinari; Caffè scientifico, divulgazione di temi scientifici. Seguono Links informativi.

http://www.aulamanga.it/cinema/marzo2007/piramide.htmhttp://www.exibart.com/profilo/eventiV2.asp?idelemento=131499

http://www.anac-autori.it/online/ri_batiment-in-moving-3/

https://lafrontierascomparsa.wordpress.com/2009/11/11/apollo-54-a-piramide-channel/

http://www.vrmedialab.it/events/batiment-dami-dalle-stalle-alle-stelle-e-rapido-ritorno/

http://www.progettazioneurbana.it/?p=113

http://1995-2015.undo.net/it/mostra/55722

http://www.artnoise.it/ai1ec_event/ri_batiment-in-moving/?instance_id=


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl