Gli appuntamenti della settimana al Lord Green e a Fabbrica102

THE GRAND ASTORIA _" opening FAVEQUAID Palermo, 29 febbraio 2016 - Comincia lunedì dalle 22:00 la settimana musicale a Fabbrica102.

Persone Claudio Guarcello, Andrea Di Fiore, Giuseppe Montalbano, Tony Marino, Diego Taratino Blue Jive, Nicola Liuzzo, Ferdinando Moncada, Claudio Terzo, Terzi, Mariannina Coffa, Marina Cvetaeva, Emily Dickinson, Alfonsina Storni, Sylvia Plath, Antonia Pozzi, Maria Teresa de Sanctis, Fabio Rizzo, Lorenzo Urciullo, Paolo Conte, Lio Bar, Darren Price, Etienne De Crecy, Daniele Raguso, Kamille Sharapodinov, Psychedelic Stoner, Giorgio, Stefano
Luoghi Italia, Europa, Russia, Sicilia, Palermo, Siracusa, Catania, Inghilterra, Lettonia, Lituania, San Pietroburgo, Mosca, San Francisco, Serbia, Alì
Organizzazioni Eremo Club, Covo Club, LP "The Mighty Few"
Argomenti musica, canto

29/feb/2016 10.55.54 Firriòtate Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

THE GRAND ASTORIA �“

opening FAVEQUAID


Palermo, 29 febbraio 2016 - Comincia lunedì dalle 22:00 la settimana musicale a Fabbrica102. The Grand Astoria è un progetto Psychedelic Stoner nato a San Pietroburgo, in Russia, da un’ idea del chitarrista/cantante Kamille Sharapodinov. Si formano nel 2009 e, senza perdere tempo, arrivano in meno di 7 anni a quota 6 LP, più un numero non definito di EP e Split, suonando in tour più volte in Russia ed Europa, per un totale di più di 300 concerti. Costantemente impegnati nello sviluppare un nuovo tipo di sound, che sia heavy ma nel contempo psichedelico, mischiano elementi prog, space, fuzz e grunge, a volte addirittura elementi folk ed acustici. A Palermo per un’ unica data, presentano il loro sesto LP ”The Mighty Few”, disponibile in ascolto gratuito su Bandcamp.


Opening act FAVEQUAID

I Favequaid nascono nel 2008 dall’incontro di Giorgio e Massi, batteria e chitarra della band. Da lì tanta gavetta, cambi formazione, palchi di ogni genere, registrazioni, trasferte e persino concerti con grandi nomi internazionali dello Stoner come Red Fang, Karma to Burn, Black Rainbows, ecc.. La loro musica è piena di spinta emozionale e adrenalina, evitando gli standard del genere e interpretandolo in modo originale, senza però lasciare da parte atmosfere più calme e jam, tipiche dello Stoner. Presto i Favequaid rilasceranno un EP con l’etichetta Ripple Music di San Francisco, da tenere d’occhio!


A Copy For Collapse


Palermo, 4 marzo 2016 - A Copy For Collapse è un progetto nato nel 2012 dalla mente del musicista pugliese Daniele Raguso (macchine, synth, voce).

Nella primavera del 2013 ACFC pubblica il suo primo lavoro “The Last Dreams On Earth” per l’etichetta italiana Seahorse Recordings (distribuzione audioglobe). Il disco è un mix di ambient, chillwave e synth-pop e riceve entusiaste recensioni che citano riferimenti come Boards of Canada, Aphex Twin, Washed Out, Toro Y Moi.

Nel giugno del 2014 esce il nuovo EP “Lucid dream”, che contiene oltre al brano già incluso nel primo album, anche quattro remix ad opera di Juno//, ORAX, Noize Clash e Redrum Alone.

A Copy For Collapse ha svolto fino ad oggi un’intensa attività live, dividendo il palco con artisti come Etienne De Crecy, Slow Magic, Aucan, The KVB, Blackbird Blackbird, Darren Price (Underworld) nei migliori club e festival di Italia (Covo Club, Circolo degli Artisti, Magnolia, Lio Bar, Kode 1, Eremo Club, Musical Zoo Festival…).

All’attivo anche un tour in Russia e concerti in Lituania, Lettonia, Inghilterra e Serbia.

Waiting For è il titolo del secondo disco uscito aprile 2015 per l’etichetta No Sense Of Place.

“No Failure” è il singolo che ha anticipato l’uscita di Waiting For, brano tra l’altro remixato da AUCAN, uno dei progetti elettronici italiani più interessanti degli ultimi anni.

Il secondo singolo è “Grey Sunday” accompagnato dal remix di Proxy, noto producer russo.

Il suo live è un perfetto connubio tra i suono degli anni 80, atmosfere coldwave, electro and chill-wave miscelati con grande eleganza. L’appuntamento, a Fabbrica102 è a partire dalle 22

Alì �“ FACCIAMO NIENTE INSIEME


Palermo, 5 marzo 2016 - Alì non prende il nome dal leggendario pugile americano. Alì è semplicemente un cognome. Il cognome di Stefano. Classe 1978, nato a Catania e cresciuto a Siracusa. La complessa semplicità delle sue storie arriva dritta al cuore, come un piccolo Carver siciliano. Il tutto fra occhi bassi e sogni, Wilco e Gin Lemon, colloqui andati a male, cd masterizzati dei National, curricula sempre più lunghi e aspettative sempre più corte. Occhi e orecchie che viaggiano lungo la costa orientale, ricordi dolcemente arrabbiati: da Mosca alla punta più a Sud d’Italia. Nei primi mesi del 2011 inizia a stilare i brani de LA RIVOLUZIONE nel suo monolocale. La cifra stilistica è legata al metraggio della casa in cui vive: intima, calda e precaria. Nove brani inediti e una cover di Paolo Conte. Il disco vede la luce con la produzione artistica di Lorenzo Urciullo “Colapesce” e la produzione esecutiva de La Vigna Dischi. Dopo 2 anni e oltre 100 date in tutta Italia ritorna in studio sempre al fianco di Lorenzo Urciullo come produttore artistico. Ancora 9 canzoni, nove episodi di intimo e cinico amore per la propria esistenza. Non ci sono eroi, né storie d’amore epiche: c’è ancora, e sempre più forte, quella malinconica e sorniona luce delle 3 del pomeriggio che fotografa ogni piccolo particolare che circonda. C’è anche un taglio di luna, fredda, su ogni episodio. Ci sono ritmi artificiali, ricordi degli anni 80 e suoni da tivù commerciale. C’è la costante voglia di riderci su, contro ogni disperazione, contro ogni presagio funesto. Perché, comunque, alla fine, c’è sempre il mare nel quale cercare riparo e quiete. 9 piccole canzoni o eclissi, che delineano contorni e si confondono al centro. INGRESSO LIBERO a partire dalle 22


M.T. DE SANCTIS �“ E di cantare

non può più finire


Palermo, 6 marzo 2016 - Appuntamento domenica alle 22:00 con la musica di Fabio Rizzo e la voce di Maria Teresa de Sanctis in “E di cantare non può più finire … “, da un verso di Antonia Pozzi, poetessa lombarda del “900. Un omaggio all’universo poetico femminile: l’insofferenza all’esistenza, quando vivere vuol dire sentirsi oppressi da beceri conformismi (Sylvia Plath) il desiderio di libertà, libertà di essere (Alfonsina Storni), libertà di amare (Antonia Pozzi), un delicatamente reale mondo poetico (Emily Dickinson), una vita segnata dalla passione e dal dolore (Marina Cvetaeva), quando la poesia è talento e ingegno (Mariannina Coffa) e infine il gusto per la parola che risuona (Maria Teresa de Sanctis). Con
Maria Teresa de Sanctis voce

Fabio Rizzo sax e tastiera



___________________________________________________

LA SETTIMANA MUSICALE AL LORD GREEN:

Tre Terzi live


Palermo, 3 marzo 2016  - Un terzo di rock, un terzo di pop, un terzo di energia ed un 1% di elettricità contagiosa ad alta intensità per il quartetto musicale più richiesto a Palermo e dintorni, torna questo giovedì al Lord Green per uno spettacolo a ingresso libero a partire dalle 21:30.

Membri: Claudio Terzo - Ferdinando Moncada - Nicola Liuzzo - Diego Taratino


Blue Jive to Lord Green!


Palermo, 4 marzo 2016 - Ci hanno fatto divertire per il nostro 25esimo compleanno, continuano a girare tutta la Sicilia e questo venerdì, ora arrivano in una formazione diversa, i The Blue Jive

Swing, Jump, re-swing, jump for blues & enjoy!


Membri:

Tony Marino: vocals & drums

Giuseppe Montalbano: electric guitar & lap steel

Andrea Di Fiore: doublebass

Claudio Guarcello: Piano


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl