Roma, 11 novembre - Presentazione del volume "TOULOUSE-LAUTREC FEDERICO FELLINI"

Roma, 11 novembre - Presentazione del volume "TOULOUSE-LAUTREC FEDERICO FELLINI"TOULOUSE-LAUTREC

11/nov/2003 15.31.44 Novella Mirri Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
TOULOUSE-LAUTREC
FEDERICO FELLINI

volume a cura di Alessandro Nicosia edito da Skira

p r e s e n t a z i o n e
martedì 11 novembre 2003 ore 20.00
Roma, Complesso del Vittoriano
Via San Pietro in Carcere (Fori Imperiali)

COMUNICATO STAMPA

Il volume Toulouse-Lautrec Federico Fellini, edito da Skira, è a cura di Alessandro Nicosia e ospita interventi di Maria Teresa Benedetti, Danièle Devynck,
Miriam Mafai, Vincenzo Mollica, Ricardo De Mambro Santos, Mario Verdone.

"Ho sempre avuto la sensazione che Toulouse-Lautrec fosse mio fratello e mio amico. Forse perché Lautrec ha avuto, prima dell'invenzione dei fratelli
Lumière, l'intuizione dell'inquadratura e il senso di sintesi del cinema, ma probabilmente per l'attrazione che il pittore ha sempre provato per gli esseri
diseredati o disprezzati, per quelli che la gente bene chiama 'viziosi'". Così Federico Fellini nel 1971 parla affettuosamente di Toulouse-Lautrec e così
Alessandro Nicosia, Direttore del Complesso del Vittoriano e organizzatore delle più importanti mostre dedicate agli artisti del Novecento a Roma negli
ultimi anni tra cui "Toulouse-Lautrec. Uno sguardo dentro la vita" e "La Roma di Fellini", ha avuto l'idea di realizzare un volume dedicato alle
corrispondenze ed analogie di vita e di percorso creativo ed umano tra i due artisti chiedendo aiuto a letterati, storici dell'arte, critici cinematografici. Il
volume Toulouse-Lautrec Federico Fellini vuole indagare "evidenti corrispondenze nei temi che caratterizzano la loro produzione, quali ad esempio le
donne e il circo, analogie anche nel comportamento quotidiano, nell'approccio attento e meticoloso nei confronti del loro lavoro, oltre che nel grande
amore per le due città che li hanno accolti sin da giovani e che hanno rappresentato il momento centrale delle loro storie" (Alessandro Nicosia).
In questo percorso ci accompagnano i testi su "La nostra Belle Epoque" di Miriam Mafai, le poetiche parole di Vincenzo Mollica su di un ipotetico incontro
tra Lautrec e Fellini, il saggio di Maria Teresa Benedetti dedicato alla "Concretezza della carne, icasticità del simbolo", l'analisi de "Il circo nell'opera di
Toulouse-Lautrec" a cura di Danièle Devynck; e poi, ancora, La concordanza di ispirazione tra Toulouse-Lautrec e il Maestro di Rimini" di Mario Verdone
e "La memoria di Adamo. Le donne e la creazione nell'opera di Toulouse-Lautrec e Fellini" di Ricardo de Mambro Santos.
A corredo, gli illuminanti scritti di Charlie Chaplin sul "Segreto di far ridere" e di Jean Cocteau "Il bue sul tetto". Nel corso di una lunga serie di interviste
rilasciate a Damian Pettigrew tra il 1991 e il 1992, successivamente confluite nel volume "Sono un gran bugiardo", Federico Fellini ricorda, con parole
entusiastiche, piene di ironia e di grande rispetto, l'universo figurativo di Toulouse-Lautrec: "Henri de Toulouse-Lautrec, è un pittore caro al mio cuore.
Circhi, fiere, marionette, music-hall, prostitute, bordelli, tutte cose che mi piacciono, lo affascinavano. Sarebbe stato un grandissimo cameraman; le sue
composizioni erano guidate prima dall'intuizione e dall'emozione mentre la preoccupazione artistica veniva per seconda. Non sapeva niente sul buon
gusto e avrebbe odiato e trovato kitsch l'invenzione del ketchup. Aveva l'infallibile intuizione del regista nato. Era una persona estremamente dotata - una
grande testa su un piccolo corpo - che trasformò l'infermità in oro, come dovrebbe essere per ogni nevrotico col complesso d'inferiorità, ed io non faccio
eccezione. Quando ristrutturai il volto di Donaldino da Casanova, sentii Toulouse-Lautrec che mi guidava la mano, lo stesso accade quando
rimodellavamo Valentino il disossato".

Toulouse-Lautrec Federico Fellini, Edizioni Skira, pp. 166, Euro 25,00.


Ufficio Stampa: Novella Mirri tel. 06/6788874, fax 06/6791943; e-mail: ufficiostampa@novellamirri.191.it

Roma, novembre 2003


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl