QUADRIENNALE 2003-2005 - Napoli, 13 novembre - Palazzo Reale, presentata ANTEPRIMA NAPOLI

Soprintendenza per i Beni Architettonici ed il Paesaggio e per il Patrimonio Storico Artistico e Demoetnoantropologico di Napoli e Provincia.

13/nov/2003 14.19.20 Novella Mirri Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
XIV Esposizione Quadriennale d'Arte
2003-2005


Anteprima Napoli, Palazzo Reale
15 novembre 2003 - 11 gennaio 2004


Sono disponibili immagini in formato jpg

COMUNICATO STAMPA

Anteprima è promossa dalla Quadriennale di Roma - istituzione espositiva nazionale fondata nel 1927 - ed è organizzata in collaborazione con la
Soprintendenza per i Beni Architettonici ed il Paesaggio e per il Patrimonio Storico Artistico e Demoetnoantropologico di Napoli e Provincia. La mostra,
ospitata nel Palazzo Reale di Napoli dal 15 novembre 2003 all'11 gennaio 2004, costituisce il primo appuntamento della XIV Esposizione Quadriennale
d'Arte.

La Quadriennale torna con puntualità dopo quattro anni in una veste inedita rispetto alle precedenti edizioni. Per la prima volta, infatti, esce dai confini
della Capitale per compiere un percorso espositivo che la vedrà, tra la fine del 2003 e gli inizi del 2005, prima a Napoli, poi a Torino e infine di nuovo a
Roma.

La mostra ospitata nella città partenopea vede la partecipazione di novantasei artisti, ognuno presente con un'opera. Sono artisti che hanno allestito la
loro prima "personale" a partire dal 1990 e dunque appartenenti alla generazione più recente, a rappresentare un'ampia varietà di motivazioni estetiche,
di slanci poetici, di approdi culturali.
Gli artisti sono stati selezionati nelle regioni del Centro Sud da una Commissione-inviti formata da Mariantonietta Picone Petrusa, Massimo Bignardi,
Vitaldo Conte, Riccardo Notte, Vincenzo Trione e designata dal Consiglio di Amministrazione della Fondazione, presieduto da Gino Agnese.

L'esposizione è allestita negli ambienti del Palazzo Reale di Napoli, uno dei monumenti italiani più noti, voluto nel 1600 dal Viceré di Spagna, che ne
affidò la progettazione a Domenico Fontana. Mai prima d'ora la Reggia napoletanta era stata aperta, in questa misura, a una manifestazione del
contemporaneo. Con "Anteprima" a Palazzo Reale si realizza l'indirizzo, del resto molto diffuso, di coniugare il passato e il contemporaneo.
L'allestimento, a cura di Lucio Turchetta, ha tenuto conto della necessità di conciliare il rispetto dei vincoli derivanti dal pregio dalla sede espositiva con
le esigenze di leggibilità e valorizzazione delle opere esposte.

Con 27 opere pittoriche, 26 istallazioni, 22 sculture, 12 fotografie, 6 video, 2 opere internet, 1 incisione, il percorso espositivo si snoda attraverso l'Atrio,
lo Scalone d'Onore, l'Ambulacro, le due sale ai lati della Fontana della Fortuna nel Cortile d'Onore, il sottopassaggio che conduce al Cortile delle Carrozze
e la Sala Dorica.

"Territori", "Relazioni", "Permanenze", "Realismi" sono le quattro scansioni nelle quali è articolato l'intero percorso espositivo. Non si tratta di sezioni,
bensì di raggruppamenti di opere ispirate da analogie di significato, da corrispondenze estetiche, ma anche da dissonanti intenzioni espressive che nella
loro diversità rappresentano l'aspetto più rilevante della mostra.

Così in "Territori" emerge il tema delle contaminazioni tra diversità dichiaratamente irriducibili e s'incontrano opere che trattano di attraversamenti di
campo; tra realtà e finzione, tra reale e virtuale, tra corporeo e incorporeo; tema prevalente di "Relazioni" sono quelle espressioni d'arte "relazionali" che
interagiscono con i visitatori col fine di trasformarli in partecipanti piuttosto che semplici osservatori. In "Permanenze" si trovano le opere che, in qualche
misura, propongono un confronto tra innovazione e tradizione, tra mito antico e mito contemporaneo. La sezione "Realismi" accoglie le seduzioni del
reale, opere cioè che indagano la dimensione della realtà nelle sue valenze non soltanto materiali ma anche con riferimenti alla comunicazione
pubblicitaria, al consumo, alla quotidianità.


Sede espositiva: Palazzo Reale di Napoli - Piazza del Plebiscito
Orario: 9.00 - 20.00. L'ingresso è consentito fino ad un'ora prima della chiusura.
Chiuso il mercoledì, dal 26 novembre al 3 dicembre, il 25 dicembre e il 1° gennaio 2004
Ingresso gratuito

Catalogo: De Luca Editori d'Arte; € 32,00

Per informazioni:
La Quadriennale di Roma - Fondazione
Tel. 06.474801
E-mail: info@quadriennalediroma.org

Soprintendenza per i Beni Architettonici ed il Paesaggio e per il Patrimonio Storico Artistico e Demoetnoantropologico di Napoli e Provincia - Tel.
081.58081


Ufficio Stampa:
Novella Mirri - Tel. 06.6788874; cell. 335.6077971; fax 06.6791943
E-mail: ufficiostampa@novellamirri.191.it

Roma, 13 novembre 2003

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl