[Marco Vannini] Novità in libreria

08/feb/2017 10:17:13 FUTURGUERRA Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

 
 

Comunichiamo l'uscita dei primi due volumi della collana "La lucerna", diretta da Marco Vannini per l'editore fiorentino Lorenzo de' Medici Press:

Marco Vannini, Contro Lutero e il falso evangelo, pp. 176, euro 12,00 (vedi scheda).
Raffaella Arrobbio, Gesù e Buddha in dialogo. Saggezza e Amore nel Buddhadharma e nei Vangeli, pp. 112, euro 12,00 (vedi scheda).

A seguire, tra breve:

Porfirio, Vita di Pitagora. Lettera a Marcella.
Meister Eckhart, La via del distacco.
Simone Weil, Atene contro Gerusalemme.


Contro Lutero e il falso evangeloContro Lutero e il falso evangelo, Lorenzo de' Medici Press, pagine 176, euro 12,00

L’evangelo è il lieto, beatificante annuncio della realtà dello spirito, luce divina presente nell’uomo completamente distaccato dalla propria egoità psichica. Enunciato pienamente dalla filosofia classica, l’evangelo è stato ripreso nella mistica cristiana, ed è lì che Lutero l’ha incontrato, ribaltandone però completamente il senso. Partendo proprio dalla mistica medievale germanica, questo libro mostra il rovesciamento dell’evangelo operato dal Riformatore. Col suo odio per la filosofia, esaltando il sentimento particolare e negando la ragione universale, la teologia luterana gonfia ipertroficamente l’ego ed eleva al massimo grado quella menzogna che di ogni teologia è costitutiva essenziale.

Oggi, a cinquecento anni della Riforma protestante, mentre il mondo laico saluta in Lutero il fondatore di quell’individualismo in cui vive, le Chiese celebrano in lui un cristianesimo del mero sentire, senza spirito e senza verità: “non credenti” e “credenti” finalmente uniti nella negazione dell’evangelo.

Marco Vannini si occupa di Lutero dal 1987, quando ha curato le sue Prefazioni alla Bibbia, fino al recentissimo L’Anticristo. Storia e mito (2015). Nel corso di un pluridecennale scavo nella mistica, ha studiato in particolare quella germanica pre-protestante, editando l’intera opera, tedesca e latina, di Meister Eckhart, i Sermoni di Taulero, il Libretto della verità di Suso, il Libretto della vita perfetta dell’Anonimo Francofortese, più noto con quel titolo di Teologia tedesca che gli fu dato proprio da Lutero e che è fondamentale per capire il suo pensiero.

Dopo la Riforma, ha curato i Paradossi di Sebastian Franck, Conversione e distacco e Introduzione alla Teologia tedesca di Valentin Weigel, Sapienza mistica di Daniel von Czepko e Il pellegrino cherubico di Angelus Silesius (insieme a Giovanna Fozzer).

Tra i suoi ultimi lavori ricordiamo Inchiesta su Maria (con Corrado Augias, Rizzoli 2013) e Indagine sulla vita eterna (con Massimo Polidoro, Mondadori 2014).


Gesù e Buddha in dialogoGesù e Buddha in dialogo, Saggezza e Amore nel Buddhadharma e nei Vangeli, Lorenzo de' Medici Press, pagine 112, euro 12,00

“Il distacco, via regia per la realizzazione della Realtà autentica sia negli insegnamenti evangelici che nel Buddhadharma, è praticato attraverso una costante presenza mentale e un ricordo continuo della fondamentale istruzione: recidi l’amore verso te stesso.”

Due insegnamenti spirituali in apparenza lontani si incontrano e dialogano nell’esperienza personale dell’autrice che intuisce l’armonia di fondo che collega le parole di Saggezza e di Amore del Buddha e di Gesù, svelando che il distacco dall’ego è il fondamento comune ad entrambe le Vie.

Buddhadharma e Vangeli sono presentati al lettore attraverso una visione che coglie l’unità dell’autentica esperienza spirituale, esperienza universale che precede etichette e nomi che differenziano e separano ciò che all’ origine è uno: l’antica sempre nuova esperienza dell’ Essere che si presenta in modi diversi secondo tempi, luoghi e culture ma è fondamentalmente la stessa sotto ogni cielo, così come le profonde coordinate dell’interiorità umana sono le stesse pur nella molteplicità di espressione.

Raffaella Arrobbio è laureata in Filosofia e in Psicologia, specializzata in Psicoterapia Cognitiva e diplomata in Shedrà, corso tradizionale di studi buddhisti. Da più di trent’anni pratica meditazione secondo gli insegnamenti del Buddhismo Vajrayana, sotto la guida di esponenti della autentica tradizione Buddhista del Tibet. È psicoterapeuta, con una visione della psicoterapia non soltanto come strumento di cura di una psicopatologia ma anche come via per accedere alla vastità del mondo interiore in cui abita l’autentico benessere. Ha collaborato per molti anni alla rivista di studi buddhisti «Paramita» e ha partecipato al volume antologico Psicoterapia e meditazione (Mondadori, Milano 1991). Ha pubblicato Il Tesoro Nascosto. Le vie al benessere interiore (SEI, Torino 2001).

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl