Network Centro Leonardo da Vinci: sinergia tra il gruppo di Davide Foschi e Pierfranco Bruni (Intervista a Foschi)

09/feb/2017 18:57:22 FUTURGUERRA Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Martedi scorso  / FEBBRAIO '17, vedi link video in fondo, incontro speciale su Pirandello (Sciamano...) di Pierfranco Bruni al Centro Leonardo da Vinci di Milano, fondato e diretto da Davide Foschi, laboratorio culturale dell'avanguardia metateista sempre da Foschi diretta e fondata e oggi promotrice sempre più virale di un Nuovo Rinascimento futuribile e neotradizionale (in senso archetipale e neovaloriale, la virtù renaissance magari di un Nietzsche o Spinoza o lo stesso ineguagliabile Leonardo da Vinci). Avanguardia atipica controliquida e per una nuova estetica oggettivante non distante da certo stesso nuovo futurismo contemporaneo. Bruni introdotto ottimamente  da Stefania Romito ha attraversato da par suo lo stato delle cose culturali oggi in divenire e ardua navigazione Altrove, dimostrando con  pensieri e sguardi diversi spettacolari colmi di stupore e imprevedibili non solo la complessità metaculturale del mondo attuale, a volte misconosciuta, pure delle connessioni storiche transtemporali che dribblano sociologie o estetiche o antropologie manieristiche spesso diffuse.  Tra alchimia precibernetica e futurismo conoscitivo, un altro mediterraneo  e altri focus Bruni  ha dimostrato un Pirandello non scolastico o prevedibile ma vivente, pulsionale e anche metateista ante litteram, il divenire danzante in Pirandello, vero e proprio nuovo archetipo moderno nobile, della dialettica Assenza e Presenza, alla ricerca della Forma dell'Essere  e del Sé  Identità, come ben puntualizzato dallo stesso Foschi nella sua introduzione e dialogica.  Cosi Foschi retrospettivamente amplifica l'evento letterario. 

 
D - Il noto Bruni nel Centro da Lei diretto: il Metateismo è anche letteratura oltre che arte contemporanea?

R- DAVIDE FOSCHI Il grande movimento culturale del Nuovo Rinascimento, nato dall'avanguardia artistica del Metateismo e dalla pubblicazione del suo Manifesto, vuole essere proprio l'esempio della forza della condivisione tra tanti cittadini, professionalità, talenti artistici e letterari, rappresentanti del mondo scientifico, istituzioni, uniti dai principi neoumanistici volti alla riscoperta della centralità della vita, della cultura e dell'essere umano in genere. Non più quindi una semplice ripresa del passato rinascimentale ma uno sguardo verso il presente e il futuro. Gianfranco Bruni è perfettamente inserito in questo contesto, ne abbiamo parlato proprio in occasione della presentazione a Milano del suo libro su Pirandello, in una delle sedi del Network culturale del Nuovo Rinascimento. Una sinergia prfonda, con un termine che amiamo entrambi, alchemica.

* a cura di R. Guerra


VIDEO 2

 
 
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl