La stampa nazionale segnala Davide Grandi per "Gli ultimi Soldati", fantascienza e fantastoria

07/mar/2017 08:53:41 FUTURGUERRA Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

   

*Davide Grandi  "Gli ultimi Soldati"  (cover di A. Crescenti, libri ebook Asino Rosso-Street Lib).  E' on line l'ultimo libro dello scrittore futuribile di Ferrara, Davide Grandi, già autore di Dio e D'Io per Este Edition.  Trattasi di fantascienza sociologica e fantastorica. libro già significativamente segnalato sulla stampa nazionale non solo letteraria, ad esempio Meteo Web (divulgazione scientifica), quella generalista anche internazionale (Blasting News), di prestigio settoriale (nel blog del Premio Urania, Sandro Battisti), a Ferrara, Estense com, Ferrara Italia e Il Resto del Carlino; oltre a Scienza e Futuro, blog della Rete futurista contemporanea.

Il romanzo vedi sinossi di seguito... riflette apparentemente o anche stilisticamente certa tradizione bellica avveniristica letteraria e cinematografica del settore

Ambientata  nel futuro appena prossimo, la trama del libro riflette metaforicamente certa terza guerra mondiale virtuale  a partire dalla guerra del Golfo e dopo l'11 9  e la stessa crisi economica sociale e di valori contemporanea: con focus certa singolare e ambivalente ecologia militare: 11 soldati protagonisti che l'autore significativamente chiama e auspica "ultimi".
Secondo anche certa recente etichetta critica che parla di tendenze "Christian  Futuristic" alla luce anche di certa nuova fisica "spirituale" che caratterizza il percorso ampio globale dell'autore.

Molto bella, non ultimo, la cover di A.Crescenti.


Ulteriormente così l'autore, già protagonista anche alla rassegna letteraria ferrarese di rilievo nazionale Autori a Corte del 2015, illustra il suo debutto nella fantascienza italiana:


il tuo primo lavoro di fantascienza ‘pura’?
Sì, un’intuizione passata nella mia mente in pochi istanti, ma elaborata per tre lunghi anni, durante i quali ha preso vita questo racconto. Solo successivamente e in modo razionale, con l’aiuto di Sonia, mia carissima amica, che mi ha aiutato nella stesura, l’ho portato a termine. L’incertezza politica, economica e sociale di questi ultimi anni mi ha portato ad immaginare un futuro non molto lontano, nel quale si svolge proprio il mio racconto: stiamo parlando della terza guerra mondiale.


D - “Gli Ultimi Soldati” è un romanzo di fantascienza più interiore ed “esistenziale”, che un genere d’avventura e spaziale, nonostante le apparenze?

R - Ogni scrittore mette dentro ad ogni sua opera una parte di sé, come fosse una firma inconfondibile, perché quando scrive, non solo racconta un po' di sé, ma trasmette nel testo anche tracce della sua anima che, indelebile, lascia qualcosa di eterno. Nell’opera bellica-psicologica romanzata “Gli Ultimi Soldati” non ho messo solo tracce di me e della mia anima, ma anche tratti psicologici e spirituali di persone che ho conosciuto realmente durante il mio percorso su questa terra e del mio amato Vudo, uno splendido pastore tedesco alsaziano a cui volevo un bene immenso, di un’intelligenza e sensibilità straordinarie, gli mancava solo la parola. E' interessante non solo osservare il comportamento delle persone, ma anche degli animali, la loro reazione psicologica nell'affrontare le difficoltà che più volte la vita gli presenta. Questo romanzo non vuole essere solo un racconto di avventure, ma una riflessione sulle interazioni sociali e tra persone e animali.



(Sinossi)

Anno 2018, città di Anthinora, Sala della Federazione Mondiale; tutte le nazioni del mondo sono riunite in un summit della massima importanza, per definire gli ultimi dettagli di una decisione presa mesi prima, che darà inizio a un conflitto armato di proporzioni planetarie, ma che verrà combattuto in un modo totalmente diverso dai canoni bellici a cui il mondo è già ampiamente a conoscenza a causa di decenni di guerre sparse in vari punti del pianeta di cui sono stati spettatori. I motivi che hanno portato a questa terribile decisione sono dovuti ad anni di incomprensioni politiche tra le Nazioni più potenti, che ha portato a una crisi economica mondiale senza precedenti. Ecco quindi aprirsi uno scenario completamente nuovo nell’affrontare i contrasti che continuano dalla notte dei tempi a segnare, non solo la vita degli esseri umani, ma anche quella di tutti gli altri organismi viventi di questo Pianeta. E a farlo sarà l''idea di un uomo, la quale aprirà nuovi scenari bellici e rivoluzionerà tutto il sistema sociale che ha accompagnato gli esseri umani nelle ultime centinaia di anni, ma senza, purtroppo, riuscire a impedire lo scoppio della terza guerra mondiale. Questo è l’ultimo racconto di guerra … non ve ne saranno altri.


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl