Venerdì 17 e sabato 18 marzo alle Officine CAOS di Torino per #CAOS2017

13/mar/2017 14:59:01 Stalker Teatro | Officine CAOS Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 6 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.


ven 17 e sab 18 marzo
Officine Caos, Piazza Montale 18 - Torino


h.19.3o FOCUS POLO DEL 900/ISMEL  (ven 17 mar)
h.21.ooNEVERENDING di Liberamenteunico (To)
h.22.oo HOW WE DEAL WITH TECHNOLOGY di S'odinonsuonare (Pd)

 

 La programmazione CAOS2017 prosegue con il secondo focus a cura dell’Ismel e del Polo del ‘900 e presentazione (h 19,30 di venerdì 17 marzo) del libro di Marcella Filippa, "Le donne nella Torino del '900", Edizioni del Capricorno. Una narrazione originale che, attraverso racconti, biografie in gran parte inedite, e immagini, ripercorre un secolo di Torino al femminile. Dialoga con l'autrice Donatella Sasso, ingresso libero, segue rinfresco.

 Dalle ore 21 di venerdì 17 e sabato 18, doppi appuntamenti di spettacolo con “Neverending” di e con Barbara Altissimo, debutto della nuova produzione LiberamenteUnico (TO), un solo animato da musica dal vivo che racconta il distacco fisico ed emotivo da un genitore, fa riflessione sul dolore che ne scaturisce e sul bisogno di lasciare andare ciò che non è più, per ricominciare. Una storia universale che appartiene a tutti ma che - nel caso della regista e interprete Altissimo - si colora di particolari sfumature

A seguire “How we deal with technology” del collettivo S'odinonsuonare da Padova, un gioco tra un sound designer e una danzatrice, sperimentazione di un rapporto, di un linguaggio di relazione tra gesto e suono. Lo spettacolo (in residenza per Arte Transitiva) rappresenta la conclusione del progetto di ricerca projectFlex, su come il suono possa influenzare il movimento di un performer e sul rapporto tra composizione musicale e movimento.

 Le serate di spettacolo avranno inizio alle ore 21 presso le Officine CAOS di P.zza Eugenio Montale 18/a, Torino (zona Juventus Stadium), con ingresso intero 9 €, ridotto 7 € (over 60, under 18, studenti con tessera universitaria, tessera AIACE, tessera TOSCA 2017Torino+Piemonte Contemporary CardAbbonamento Musei Torino Piemonte, tessera Rete Culturale Virginia,  tessera Officine CAOS, residenti Circoscrizione 5); ridotto 3 € (per gli under 14 e possessori Pass 60); omaggio per disoccupati e disabili con attestazione o tessera.

Approfondimenti sul sito www.stalkerteatro.net; informazioni e prenotazioni info@stalkerteatro.net, tel 0117399833.

 Link al libretto del programma sfogliabile on line http://www.stalkerteatro.net/immagini/caos2017a.pdf

Link alla photogallery https://www.dropbox.com/sh/fwxncm5yugggp3d/AAC0bw9Gi3mpEoK170pXnpiZa?dl=0

Altri materiali disponibili su http://www.stalkerteatro.net/caos2017.html

Aggiornamenti disponibili sulle pagine fb Stalker Teatro - Stalker Teatro fanpage -  Residenza Arte Transitiva - Officine Caos - Su Twitter Stalker Teatro �“ su Instagram Stalkerteatro

 

 

******************* Approfondimenti ***********************

 

Venerdì 17 marzo ore 19.30
FOCUS POLO DEL 900 / ISMEL 
(locandina in allegato)

In occasione di alcune serate della stagione teatrale delle Officine CAOS, il “Polo del ‘900” con l’ISMEL - Istituti per la memoria e la cultura del lavoro, dell’impresa e dei diritti sociali (Istituto Salvemini, Istituto Gramsci e Fondazione Vera Nocentini) presenterà alcune pubblicazioni, anche per accrescere le opportunità offerte dal bookshop di CAOS.

 Venerdì 17 marzo, secondo appuntamento con la presentazione del libro di Marcella Filippa, "Le donne nella Torino del '900", Edizioni del Capricorno, Torino 2017. Una narrazione originale che, attraverso racconti, biografie in gran parte inedite, e immagini, ripercorre un secolo di Torino al femminile. Uno sguardo inedito sulla storia delle donne che nel Novecento a Torino, hanno contribuito con il loro essere ed il loro fare, a rendere la città un luogo capace di accogliere e riconoscere le donne come soggetto attivo, superando l’invisibilità che le ha caratterizzate nel secolo scorso.

L’autrice Marcella Filippa vive a Torino, è direttrice della Fondazione Vera Nocentini. Ha collaborato con università italiane ed europee e con istituti culturali internazionali. Saggista, traduttrice, giornalista, vincitrice di premi letterari, ha diretto mostre, è stata consulente per documentari e curatrice di sceneggiature.
Dialoga con l'autrice Donatella Sasso.


ven 17, sab 18 mar  h.21.oo

NEVERENDING
Partitura per un corpo che racconta e un corpo che accompagna
Liberamenteunico (To)

 
Una figlia e un padre.
Un legame.
Un distacco.
Un prima e un dopo.
Una morte.
Una vita che continua.

La morte di un genitore , uno dei grandi appuntamenti della vita, qualcosa che incombe, sospeso sopra di noi, con una temporalità che non conosciamo, che non è possibile prevedere.
Poi improvvisamente accade, tutto insieme e tutto diverso da come lo aspettavamo. In un istante si è travolti e trasportati in un altro mondo, un mondo al contrario, non più figli accuditi ma figli curanti dei propri genitori. L’ultimo pezzo di strada insieme, l’ultimo sguardo, le ultime parole, lultimo respiro da raccogliere e conservare, per sempre. Neverending.

Il nuovo lavoro di Barbara Altissimo, un solo animato da musica dal vivo, racconta il distacco fisico ed emotivo da un genitore, fa riflessione sul dolore che ne scaturisce e sul bisogno di lasciare andare ciò che non è più, per ricominciare.
La partitura scenica raccoglie pensieri, riflessioni e ricordi in un’atmosfera ovattata, sospesa ed onirica. Una storia universale che appartiene a tutti ma che in questo caso si colora di particolari sfumature: come si vive all’ombra di un padre importante? cosa significa essere stata e continuare ad essere la figlia di Renato Altissimo? Fin dall’infanzia un faro addosso, la politica in casa, i gossip, tangentopoli, i processi…
Neverending: il lungo cammino di una figlia, partendo da lontano, per arrivare proprio li, in quell’attimo di dolore assoluto… e trovare un senso, un dopo.

Perchè com’è la vita Papà? La Vita è bella Barbara!

Progetto Barbara Altissimo
Drammaturgia Emanuela Currao
Progetto musicale Barbara Altissimo e Ivana Messina
Messa in scena Barbara Altissimo, Emanuela Currao, Ivana Messina
In scena Barbara Altissimo e Ivana Messina
In collaborazione con Stalker Teatro / officine CAOS

///////////////////////////////////////////

ven 17, sab 18 mar  h.22.oo 

HOW WE DEAL WITH TECHNOLOGY
S'odinonsuonare (Pd)

 Un gioco tra un sound designer e una danzatrice. La sperimentazione di un rapporto, di un linguaggio di relazione tra gesto e suono. Marco è il suono, Elisa il movimento. Lo spettacolo rappresenta la conclusione del progetto di ricerca projectFlex, su come il suono possa influenzare il movimento di un performer e sul rapporto tra composizione musicale e movimento.
Appunti dalla residenza allo SpazioK:
Il suono da un peso al corpo nello spazio (Elisa). Il suono come un modo per dare volume al movimento, per espandere il movimento nello spazio (Alessio). Piegando le braccia non senti più il vento (Marco).

 
Interpreti: Elisa D'Amico, Marco Campana
Sound Design: Marco Campana
Concept e regia: Alessio Mazzaro
Residenze di creazione: IN_TempoReale (Firenze), SpazioK_Kinkaleri (Prato), STEIM -Studio for Electro Instrumental Music (Amsterdam, ND). Con il supporto di Movin' up 2013 (borsa di mobilità del MiBAC e del GAI)
Residenza artistica: Arte Transitiva


--
Roberta Cipriani
tel +39 328 4288666

Press, comunicazione e social
Stalker Teatro | Officine Caos 
Residenza Multidisciplinare Arte Transitiva


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl