I versi giocosi di Fausto Nicolini

I versi giocosi di Fausto Nicolini I versi giocosi di Fausto Nicolini "Quelle che smuovono…" è l'opera prima di Fausto Nicolini che ha raccolto in un volume (edito da Campanotto, pag.

14/ago/2007 12.49.00 Assunta De Laurentiis Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

I versi giocosi di Fausto Nicolini

 

"Quelle che smuovono…" è l'opera prima di Fausto Nicolini che ha raccolto in un volume (edito da Campanotto, pag. 124) un centinaio di composizioni per lo più brevi e brevissime (3, 4, 6 versi). Il libro è diviso in tre sezioni che riguardano il sorriso, il mare e il cuore. Nella nota introduttiva, Vito Riviello scrive: "L'autore è tra i pochi che osservano pienamente le regole che legittimano la poesie giocosa contemporanea…" e infatti molte poesie di Nicolini giocano con se stesso, con gli altri, ma soprattutto con l'attualità. Non a caso dalla nota biografica s'intuisce che l'autore è giornalista. Colpisce che si possa fare poesie, ironiche e argute, "sulle rovine causate dalla stupidità di molti", sottolinea Riviello. I versi di Fausto Nicolini, estremamente semplici, ma mai banali, sorprendono per la spiccata sintesi sarcastica e l'uso classico della rima. E' difficile ricorrere ad una (solita e noiosa) analisi critica storico-letteraria per decifrare la fonte dello stile. C'è un po' Flaiano, senz'altro, ma i versi (quelli "che smuovono il sorriso", della prima sezione) sono figli di una giocosa ironia letteraria molto giovanile e vitale. Finalmente versi che non hanno bisogno di essere decifrati, che non si nascondono dietro ermetismi, ormai stantii e capziosi: significano quel che dicono e basta. Forse poco pretenziosi, ma aperti anche ad un pubblico totalmente acerbo di poesie.

Anche la terza sezione ("Quelle che smuovono il cuore") è quasi sempre accattivante e arguta, pur se governata da un sentimento di cui la poesia è ormai pregna. Sgorgano raffinate tenerezze più che i soliti romanticismi contenuti, questi, tutti in una serie intitolata Delicatesse e giustamente (e sempre ironicamente) sottotitolata in francese"gatisme", cioè rimbambimento. Quasi a voler sottolineare la particolare fase di rincoglionimento che pervade ciascuno di noi durante i primi entusiasmi amorosi.

Una diversa nota merita la seconda sezione, quella dedicata al mare. Sicuramente la meno ironica, la più profonda. Queste poesie risentono di una serietà improvvisa ma hanno la capacità di far sentire al lettore il sussurro del mare anche in prima persona.

Per info: quellechesmuovono@gmail.com

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl