L'ULISSE DI PIERFRANCO BRUNI APPRODA A FIRENZE IN ANT EPRIMA NAZIONALE MERCOLEDì 20 SETTEMBRE

Allegati

20/set/2017 20:00:55 FUTURGUERRA Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 6 mesi fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
  a cura CENTRO LEONARDO DA VINCI  MILANO

Libreria NARDINI BOOKSTORE

Firenze

L’ULISSE DI PIERFRANCO BRUNI APPRODA A FIRENZE IN ANTEPRIMA NAZIONALE

Mercoledì 20 settembre la Libreria NARDINI BOOKSTORE di Firenzesi tinge del colore del mito con Pierfranco Bruni

Lo scrittore, poeta e saggista Pierfranco Bruni (già candidato al Nobel per la Letteratura nel 2016) ci guiderà in un entusiasmante viaggio attraverso il fascino eterno della mitologia classica. L’Ulisse omerico, l’eroe epico per eccellenza, è il protagonista assoluto del suo illuminante libro dal titolo “Il Canto di Nessuno” (Edizioni Saletta dell’Uva), un saggio filosofico-esistenziale dal carattere mitologico. Il tema dell’ulissismo, vissuto dall’autore (IL CANTO DI NESSUNO di Pierfranco Bruni, Booktrailer: https://www.youtube.com/watch?v=yj_77DUs0TI&feature=share)


come ricerca esistenziale attraverso il viaggio (in un “cercare cercandosi”) viene analizzato mediante la genialità creativa e il punto di vista di illustri personaggi che hanno fatto la storia della letteratura nazionale e internazionale. Così Pound, Eliot, Whitman, Pavese, D’Annunzio, Pascoli diventano i rappresentanti privilegiati di una originale interpretazione del tema dell’ulissismo e del concetto di “Nostos” destinato a divenire uno dei modelli di riferimento di molti capolavori letterari.

Durante l’incontro, che si svolgerà alle ore 18 presso la “LiberPop - Libreria di tutte e di tutti” (Bookstore Nardini) in Via delle Vecchie Carceri- Le Murate a Firenze, si affronteranno importanti questioni di carattere letterario ed esistenziale, quali l’attualità del tema dell’ulissismo in un’epoca come la nostra che sembra aver perso di vista il valore del sentimento dell’appartenenza e quanto del mito di Ulisse sia andato smarrito, recuperato e “personalizzato” dai grandi autori della letteratura.

foto1

Verrà contemplata la sensuale figura di Calipso e verranno analizzati gli “amori di mare e di terra” del navigante Odisseo, approfondendo la visione pascoliana della ninfa Calipso che si differenzia da quella di Cesare Pavese. Due diversi modi di concepire uno dei più affascinanti miti appartenenti alla mitologia classica. In una realtà come quella in cui viviamo, in cui il simbolo ha spodestato il mito (quale modello etico ed esistenziale), la bellezza e la virtuosa sensualità di Calipso può realmente bastare a rendere immortale un amore?Un libro per ricordare l’importanza del viaggio nel mare delle nostre esistenze, «un attraversamento che si compie nel cerchio magico del nostro essere». Un viaggio metafisico dal carattere mitologico alla scoperta della propria vera essenza.

locandina

 

All’incontro prenderanno parte Ennio Bazzoni e il poeta metateista Emanuele Martinuzzi.

Evento organizzato dal CENTRO LEONARDO DA VINCI.







blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl