CONCLUSO CON GRANDE SUCCESSO EROS E THANATOS - PRIMO FESTIVAL DELLA PSICOLOGIA

CONCLUSO CON GRANDE SUCCESSO EROS E THANATOS - PRIMO FESTIVAL DELLA PSICOLOGIA Concluso con grande successo di pubblico EroseThanatos il Primo Festival della Psicologia un assessore psicologo ha saputo trasformare Bologna in capitale dellapsicologia Grande successo perEroseThanatos, il primo Festival della Psicologia d'Italia e,più in generale, il primo Festival di richiamo nazionale per la città diBologna, si è tenuto da venerdì 9 a domenica 11 novembre 2007.

26/nov/2007 14.30.00 Comunicamente Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Concluso con grande successo di pubblico

EroseThanatos il Primo Festival della Psicologia

un assessore psicologo ha saputo trasformare Bologna in capitale dellapsicologia

 

 

Grande successo perEroseThanatos, il primo Festival della Psicologia d’Italia e,più in generale, il primo Festival di richiamo nazionale per la città diBologna, si è tenuto da venerdì 9 a domenica 11 novembre 2007. Una kermesse ideatadall’assessore alle Attività Commerciali, Turistiche e Marketing urbanodott.ssa Maria Cristina Santandreacon lo psicoterapeuta Paolo Franchini di APPER (Associazione per la Professionedi Psicologo e Psicoterapeuta) che è stata organizzata direttamente dal Comunedi Bologna con la collaborazione di ANARPE (Associazione Nazionale PromotoriEditoriali), della Pinacoteca Nazionale di Bologna, del Settore Cultura erapporti con l’Università del Comune di Bologna, di InternationalAssociation for Art and Psychology e di OPs online. UniCredit Banca ha creduto in questa sfida lanciatadall’Assessore Santandrea e ha aderito con entusiasmo come Sponsor Unico.

Una primaedizione dai numeri sorprendenti,in soli 3 giorni di attività: 29 differenti iniziative, circa 7.000 persone provenienti da tutta Italiahanno seguito con entusiasmo gli incontri e le iniziative in programma nelle 8 differenti location (tra cui PalazzoMagnani e le sale di palazzo d’Accursio, messe a disposizione dalSindaco), 1200 accessi giornalieri al sito internetopsonlineforum dedicato ai giovani, un vero e proprio puntodi riferimento per la web communitydurante i giorni del festival.

Alcuni deiprotagonisti: Renzo Canestrari, Paolo Crepet,Raffaele Morelli, Willy Pasini, Maria Rita Parsi, Massimo Picozzi, Nando DallaChiesa, Susy Bladi e Patrizio Roversi.

EroseThanatos ha costituito un vero e proprio “caso”. Non era mai accaduto che un assessore al turismo in prima persona ideasse e organizzasse unfestival. Un’operazione strategica per rilanciarne il brand della città Bologna attraverso laproposta di contenuti culturali che toccano da vicino la gente, la vita ditutti noi.

RenzoCanestrari ha sottolineato più volte l’importanza del titolo dellamanifestazione strettamente legata alle tensionie ai conflitti internazionali del nostro tempo: “Eros eThanatos, un titolo decisamente opportuno in questo momento storico in cuispirano venti di guerra. Thanatos è sempre in agguato. Con questo festivalvogliamo sottolineare il ruolo di Eros come messaggero di speranza, fiducia,solidarietà”.

Tutti gliincontri del Primo Festival della Psicologia hanno affrontato grandi temi che attraversano la società edil vivere quotidiano delle personesuggerendo risposte concrete ed importanti spunti di riflessione attraversol’indagine psicologica in molti e diversi campi: la scuola, lo sport, ilmondo del lavoro, l’adolescenza. E’cronaca di tutti i giorni la violenzache coinvolge il mondo adolescenzialeed il mondo delle scuole.Frequentissimi sono infatti gli episodi di bullismo e il disagio che siriscontra all’interno delle famiglie. L’adolescenza si prefigurainfatti come momento di grande difficoltà nella fase evolutiva dell’uomo,in cui anche la componente legata alla disarmonia fisica porta a conflitti neirapporti interpersonali e nella scoperta del rapporto maschio-femmina.L’Eros diventa dunque tramite di sviluppo e aiuta nel creare identità.

Non soloadolescenza ma anche amore, infedeltà,crimine, autostima, violenza nello sport e gioco dei sentimenti gli argomentitrattati.

 

Moltoseguite anche le iniziative collaterali.

La mostra fotografica su Freud curata dalla casa editrice BollatiBoringhieri ha presentato con chiarezza lo sfondo sul quale nacquero teorie cheavrebbero prodotto uno dei momenti più rilevanti e rivoluzionari della culturadel XX secolo.

Arteepsiche percorsimuseali condotti da psicologi e storici dell’arte. Attività promossa dalSettore Cultura del Comune di Bologna, dalla Soprintendenza al PatrimonioArtistico e dall’InternationalAssociation for Art and Psychology, con la cura di Stefano Ferrari,docente di psicologia dell’arte all’Università di Bologna. Tra leproposte più suggestive e seguite: “La morte addomesticata. Memoria edelaborazione del lutto nel Cimitero Monumentale Certosa di Bologna” el’incontro “Il volto in cornice: per una psicologia dellaricezione”.

Forumgiovani incollaborazione con Obiettivo Psicologia (www.OPsonline.it), lo spazioreale/virtuale in cui i giovani si sono confrontati sui temi affrontati duranteil festival.

La volontà del Comune di presentare Bologna anche come cittàd’arte e meta di turismo si è concretizzata, durante il Festival dellaPsicologia, in una interessante ricaduta sulle realtà commerciali cittadineattraverso varie iniziative intraprese con gli esercenti cittadini come:

cucinaepsiche caffè, bistrot, ristoranti e gelaterie hanno propostospecialità create per l’occasione e menù all’impronta dellapsicologia;

nonsololuoghi vantaggiosi pacchetti turistici percoloro che approfittando del Festival si sono trattenuti in città;

libriepsiche le librerie indipendentibolognesi hanno proposto assortimenti tematici, bibliografie e percorsi dilettura nelle sedi degli incontri con gli autori. A curadell’Associazione Promotori Editoriali (ANARPE)

 

La psicologia è dunque una realtà,una dimensione dalla quale nessuno può sfuggire, parte dell’uomo, del suovivere quotidiano. Non si può parlare dell’Uomo senza affrontare questascienza. Il grande afflusso di pubblico alla manifestazione sembra confermarloappieno.

 

Forti di questo successo si sta giàlavorando con entusiasmo alla seconda edizione del Festival della Psicologia.Molte conferme sono già arrivate da parte di alcuni protagonisti che hannoriconfermato la propria presenza.

 

Ufficio Stampa:

Giulia Fortunato e Valentina Zirpoli

mail: stampa@comunicamentesnc.it

Telefono e Fax: 051/6449699;Cellulare: 3284968057

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl