A TRAPANI ECCEZIONALMENTE IL CARAVAGGIO RESTAURATO "LA SEPOLTURA DI SANTA LUCIA"

A TRAPANI ECCEZIONALMENTE IL CARAVAGGIO RESTAURATO "LA SEPOLTURA DI SANTA LUCIA" ESPOSTA PER LA PRIMA VOLTA DOPO IL RESTAURO L'OPERA DI CARAVAGGIO "LA SEPOLTURA DI SANTA LUCIA" A TRAPANI NELLA MOSTRA "CARAVAGGIO.

21/gen/2008 05.49.00 Novella Mirri Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

ESPOSTA PER LA PRIMA VOLTA DOPO IL RESTAURO

L'OPERA DI CARAVAGGIO
"LA SEPOLTURA DI SANTA LUCIA"

A TRAPANI NELLA MOSTRA
"CARAVAGGIO. L'IMMAGINE DEL DIVINO"



Trapani, Museo Regionale Conte Agostino Pepoli
15 dicembre 2007 - 14 marzo 2008


La mostra "Caravaggio, l'immagine del divino", realizzata da Romartificio al Museo Pepoli di Trapani fino al 14 marzo prossimo, esporrà un'altra
novità, un assoluto capolavoro del maestro Michelangelo Merisi.
Proveniente dalla Parrocchia di Santa Lucia al Sepolcro di Siracusa, questa settimana sarà eccezionalmente esposto nella pinacoteca del museo
trapanese "La Sepoltura di Santa Lucia" (Burial of Saint Lucy). Un quadro che Caravaggio dipinse durante il suo esilio siciliano, protagonista di
quell'immagine del sacro attorno alla quale si sviluppa il tema della mostra.
"Si tratta di una pala di grandissime dimensioni (408x300 cm) - spiega il professor Maurizio Marini - dipinta con probabili interventi e aiuti anche del
Minniti, realizzata nell'autunno - inverno del 1608; probabilmente per essere consegnata il 13 dicembre, ricorrenza della festività di Santa Lucia,
patrona di Siracusa. L'opera, ha straordinari effetti di luce, inseriti in una messa in scena nelle "latomie siracusane", ed è un dipinto di assoluto valore
che potenzia e completa il percorso della mostra, sintesi perfetta della rappresentazione che Caravaggio dà del divino e dell'interpretazione della
luce".
"La dinamicità di questa mostra, di assoluto livello mondiale, così come già anticipato nella conferenza stampa di presentazione - ha commentato il
Presidente di Romartificio, Roberto Celli -, è resa anche necessaria dalla peculiarità di assoluti capolavori di essere testimoni della cultura italiana.
Infatti, il dipinto di Messina, "L'adorazione dei pastori", grazie ad una straordinaria collaborazione tra la Regione Siciliana e la Provincia di Trapani
ha la possibilità di essere ambasciatore dell'arte e della cultura Siciliana a Bonn, dove verrà esposto. Ben accogliendo, la mostra trapanese, il prestito
eccezionale della "Sepoltura di Santa Lucia", per la prima volta visibile dopo il restauro all'Istituto Centrale di Roma, fortemente sostenuto da Denis
Mahon per il ruolo centrale che l'opera ha nel dialogo con la "Decollazione del battista" di Malta e dei successivi dipinti messinesi. Questo effetto
straordinario s'è ottenuto grazie alla capacità di creare un circuito virtuoso tra i protagonisti del territorio, in primo luogo l'Assessore Regionale ai
Beni Culturali, Nicola Leanza, ed il Presidente della Provincia di Trapani, sen. Antonio d'Alì, e grazie alla volontà di Romartificio di contribuire a un
reale processo di eduteiment che trae forza dalla dinamicità degli appostamenti di capolavori assoluti ed eccezionali".

Realizzazione: RomArtificio, con il sostegno del Consorzio Universitario della Provincia di Trapani
Catalogo: edito da RomArtificio
Costo del biglietto:
" Intero: € 8.00;
" Ridotto: € 5.00; Visitatori oltre i 60 anni; Studenti universitari con libretto; ragazzi 7 - 18 anni; Famiglie (due adulti con bambino)
" Gruppo: € 6.00 (minimo 10 persone)
" Scuole: € 3.00
" Gratuito: Bambini da 0 a 6 anni; 1 accompagnatore per gruppo; disabili e loro accompagnatori; giornalisti e pubblicisti accreditati; militari in
divisa
Orario: Tutti i giorni dalle 10:00 alle 19:00 - La biglietteria chiude un'ora prima;
Giorno di chiusura: lunedì

INFO LINE 0923 545512
Ufficio Stampa: Novella Mirri 06/32652596 ufficiostampa@novellamirri.it

Roma, 21 gennaio 2008


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl