NEWS BERLUSCONI NUOVO MANIFESTO FUTURISTA PER IL PDL TELEVISION=REVOLUTION su futurismo2009 webzine

12/mag/2008 15.30.00 FUTURGUERRA Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

        TELEVISION=REVOLUTION

 

-4 righe per terminare il mito del conflitto d’interessi-

 

“ Negli ultimi 3500 anni della storia del mondo occidentale, gli effetti dei media, sia che si tratti del linguaggio, della scrittura, della stampa, della fotografia, della radio o della televisione, sono stati sistematicamente trascurati da coloro che osservano i fenomeni sociali. Perfino oggi,  nell’epoca della rivoluzione elettronica, gli studiosi danno scarsi segni di volersi scuotere da questa posizione tradizionale d’indifferenza, la tattica ben conosciuta dello struzzo.”

 

Marshall McLuhan

(da Dall’Occhio all’Orecchio, Armando Armando editore,1982!)

 

 

Piaccia o meno, Silvio Berlusconi - il Bill Gates italiano (appunto…!) ha rivoluzionato la cultura e la società italiane: primo esempio nazionale (ancora ineguagliato) di postcapitalismo elettronico- la sua impresa della comunicazione e delle televisioni libere, scenario incredibilmente misconosciuto (se non appena con toni convenzionali e rivelatori) dall'intellighenzia, i politologi e i sociologi  italiani.

In Italia purtroppo certa dittatura cultura marxista ha arroccato le sinistre su posizioni demonizzatici della televisione e delle nuove tecnologie, ancora la scuola di Adorno, le pagine di Packard sui presunti persuasori occulti, persino Orwell che con  il suo Big Brother  si riferiva all’ex Unione Sovietica più che al capitalismo occidentale!

Inoltre sempre in Italia- a livello mediatico- è passato.. più Umberto Eco che un certo McLuhan! Il Cavaliere- letteralmente elettronico- ha così’ incarnato un  archetipo fondamentale nella cultura e nella politica italiane: nel paleocapitalismo italiano ancora strutturalmente di matrice feudale, ...da dove vengono  le caste, mentre lo Stato foraggiava Agnelli e la Fiat… l’Alitalia, ecc., ovvero il cosiddetto capitalismo pre-elettronico e meccanico.., il Cavaliere  è apparso .. come imprenditore unico negli anni settanta-ottanta del nuovo capitalismo elettronico- in conflitto strutturale con quello precedente…

Tutte le semipatologiche ossessioni delle sinistre e dell’intellighenzia  sul conflitto d’interesse, hanno ben poco a che vedere con una televisione in più o meno! La sinistra a  suo tempo fu persino contro l’avvento della tv a colori! Non solo  per le sue genetiche idiosincrasie contro il liberalismo  e le privatizzazioni…

Un conflitto, invece, ripetiamo, strutturale, perciò tutti questi anni di demonizzazione del Cavaliere--- passaggi epocali al centro delle analisi, infatti, proprio della scuola di  Marshall McLuhan, oggi Derreck de Kerchove, lo stesso Negroponte.

Grazie alle antenne evolute del Cavaliere, alla sua discesa in campo nella comunicazione,  oggi in Italia - con tv satelitari e digitali, oltre un centinaio di  canali hanno certamente decentralizzato e democratizzato l’accesso alla comunicazione, altro che tre canali di stato, tra i più ingessati  del mondo, prima di Mediaset, anche se molti a sinistra hannno la memoria corta, quando vigeva il monopolio appunto di stato, della democrazia crisitiana e della partitocrazia!

…Nel suo campo, invece, Silvio Berlusconi come Bill Gates, inventore della cibercultura! Un rivoluzionario! Anche in politica….

 

Roberto Guerra - futurista

ww.myspace.com/futurismo2009 num.6 webzine blog a cura futurismo space ferrara
 
 
 
 
 

 

Windows Live Messenger Non frenare la tua voglia di comunicare, prova Messenger!

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl