CRISTINA VENTURINI . Este Ediition- Una Grande Scrittrice da Ferrara- SU SANDSFROMMARS N.5

07/giu/2008 14.00.00 FUTURGUERRA Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

From SANDS FROM MARS WEBZINE ON LINE diretta da Mauruzio Ganzaroli
www.myspace.com/sandsfrommars


LIBRI ESTE EDITION-LE TESTIMONIANZE NUCLEARI DI CRISTINA VENTURINI (roby guerra)




Diverse le penne femminili notevoli nel panorama ferrarese: Berengan, Nascosi, Forty, Pavani, Aster Hope, Paola Bellini, Caterina Gruber, ecc. Da qualche tempo, però, una nuova e giovane scrittrice, forse le supera tutte per la potenza intellettuale delle pagine, nei tre libri pubblicati, in barba a qualunque calcolo mediatico, nel giro di un anno e mezzo, per la Casa Editrice Este Edition (di Riccardo Roversi). Il primo, intitolato Testimonianze, al di là di certa autobiografia peraltro insolitamente nientaffatto retorica e manieristica, ma di spessore e intensità alla Caraco o alla Camus, trascende infatti- la logica di superficie del Senso e dei Significati contingenti, per lanciare come una bellissima pugnalata benefica nello stomaco dei destinatari; Echi della grande scrittura novecentesca rivoluzionaria e perturbante, corrosiva per i benpensanti di ogni ideologia o razza, sempre anche , di memoria nietzschiana. A Ferrara, poi, tranne diverse eccezioni, città d'arte di molti scrittori da psudo salotti letterari, la scrittura della Venturini appare quasi nucleare; Pazzi e Marani, per citare i contemporanei letterati più noti, (e criticamente discutibilissimi, tranne il primo giovane Pazzi!), in confronto sembrano proprio a livello di significante o di di danza dei segni, da dove - come una sorgente defluiscono poi le essenze quasi biochimiche della Parola creativa e non catartica (quando va bene!)- delle mere lampadine tascabili, potenza energetica nettamente inferiore... Bellissime e potentissime neuroparole -invece- quelle della Venturini, peraltro scorevolissime, nonostante certa complessità, appunto la parola come danza esistenziale ma rivoluzionaria, sulla scia -come accennato- dei pochi grandissimi lirici /anche in prosa!, del secolo scorso; ma nessun deja vu; il bricolage della Venturini è originale; lo stile è dello scienziato, anche, che costringe gli Accademici sterili a guardare dentro il cannocchiale di Galileo... A Ferrara vive oggi una grande scrittrice (qualcosa della Merini -pure- o della Fallaci o della Pivano letterarie...): é tempo che- non solo gli addetti ai lavori (gìà ben recensita da Pagnoni, Roversi, Diedo, ecc. su Literary on line, La Nuova Ferrara, ecc:)- ma tutti gli amanti della scrittura non terapeutica ma propulsiva e vitalistica siano informati!
 


Live Search Maps Vorresti un pub diverso dal solito? Cercalo con Live Search Maps!
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl