ABI "INVITO A PALAZZO" 4 OTTOBRE 2008

ABI "INVITO A PALAZZO" 4 OTTOBRE 2008 INVITO A PALAZZO VII EDIZIONE sabato 4 ottobre 2008 ore 10.00 - 19.00 Sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana Con i Patrocini del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Ministero della Pubblica Istruzione, dell'Università e della Ricerca Sabato 4 ottobre dalle 10,00 alle 19,00 ingresso gratuito e visite guidate in 85 palazzi di 50 banche in tutta Italia.

25/set/2008 13.39.13 Novella Mirri Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.





INVITO A PALAZZO

VII EDIZIONE



sabato 4 ottobre 2008

ore 10.00 - 19.00



Sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica Italiana

Con i Patrocini del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Ministero della

Pubblica Istruzione, dell'Università e della Ricerca



Sabato 4 ottobre dalle 10,00 alle 19,00 ingresso gratuito e visite guidate in 85

palazzi di 50 banche in tutta Italia. È la settima edizione della giornata nazionale

d'apertura al pubblico dei palazzi storici delle banche



I palazzi storici delle banche italiane, solitamente chiusi al pubblico perché

luogo di lavoro, saranno aperti gratuitamente su tutto il territorio nazionale.

L'appuntamento è per sabato 4 ottobre per l'intera giornata, dalle 10.00 alle

19.00, con visite guidate in italiano e inglese, in occasione della settima

edizione di Invito a Palazzo. Appassionati e turisti potranno così ammirare uno

straordinario scorcio di patrimonio architettonico, artistico e paesaggistico, oltre

che arredi, oggetti ed opere d'arte di ogni epoca, giardini, cantine, archivi e

biblioteche, che le banche italiane conservano e tutelano.



L'invito di quest'anno

All'iniziativa promossa dall'Abi quest'anno parteciperanno 85 palazzi di 50

banche, in 47 città di 17 regioni. Tra le novità di questa edizione 11 sedi che

aprono al pubblico per la prima volta. Lombardia, Emilia Romagna e Toscana le

regioni con più palazzi, mentre Roma è la città con il maggior numero di dimore

storiche visitabili.



Nelle precedenti edizioni Invito a Palazzo ha già attirato oltre 500 mila visitatori,

coinvolgendo anche un gran numero di turisti italiani e stranieri. Anche

quest'anno, dunque, sarà possibile ammirare capolavori nascosti e le

espressioni più variegate di oltre mille anni di civiltà, fino alla più recente

creatività: palazzi storici e ville, collezioni d'arte e giardini, antichi simboli di

storia urbana e innovative opere architettoniche del Novecento.



Gli 85 palazzi aperti al pubblico il 4 ottobre rappresentano infatti un'antologia

ricca e completa di stili, tendenze e gusti artistici ed architettonici italiani di ogni

epoca. Dalla possente architettura rinascimentale, alle forme del barocco, alle

eleganti dimore settecentesche immerse in parchi secolari, alle atmosfere

neoclassiche, fino ai palazzi che più di recente le banche stesse hanno

commissionato ai più affermati architetti contemporanei, con un'attenzione ai

temi della bioarchitettura e del risparmio energetico.



Oltre ad ambienti di grande suggestione, che in molti casi conservano ancora

arredi originali e oggetti d'epoca, i visitatori potranno accedere anche a mostre

appositamente allestite per l'occasione, dedicate al collezionismo d'arte o alla

storia delle singole banche o a momenti significativi di vita culturale e civile.

Una corsia preferenziale nelle viste sarà dedicata alle scuole.





L'impegno delle banche per l'arte e la cultura

Invito a Palazzo, la giornata nazionale di apertura gratuita al pubblico dei

palazzi storici delle banche, giunta alla sua settima edizione, è ormai diventata

un appuntamento fisso nel calendario delle manifestazioni culturali italiane. "Il

gran numero di visitatori e l'interesse dei turisti registrato ogni anno - ha detto il

Presidente dell'Abi, Corrado Faissola - ne fanno un autentico fiore all'occhiello di

un impegno più ampio, che le banche italiane dedicano al recupero, alla

conservazione e alla valorizzazione del patrimonio artistico e culturale del

Paese. Un impegno - ha aggiunto Faissola - che ha permesso di conservare fino

ad oggi gioielli artistici, che grazie ad Invito a Palazzo vengono messi a

disposizione dei cittadini".



Ad ulteriore testimonianza di questo impegno, le banche che partecipano a

questa iniziativa hanno anche assegnato, per il secondo anno consecutivo, il

Premio Invito a Palazzo al miglior diplomato dall'Opificio delle Pietre Dure di

Firenze. Grazie al Premio, sarà possibile terminare il lavoro di restauro di

un'opera inedita: una terracotta policroma del XV secolo raffigurante Caterina da

Siena, proveniente dai depositi del Rondò di Bacco, di Palazzo Pitti, giunta

all'Opificio in condizioni di estremo degrado.



Notizie Utili

Invito a Palazzo 2008 si terrà sabato 4 ottobre. I palazzi saranno aperti al

pubblico gratuitamente dalle ore 10.00 alle ore 19.00, con visite guidate in

italiano e inglese. L'elenco completo dei palazzi che partecipano all'iniziativa

sarà disponibile dal mese di settembre sul sito http://palazzi.abi.it. Si potranno

ottenere informazioni sulla manifestazione chiamando dalle ore 10.00 alle 18.00

il numero 06/6767990 oppure inviando una e-mail all'indirizzo

invitoapalazzo@abi.it. Dépliant con l'elenco completo dei palazzi saranno

disponibili presso le filiali delle banche aderenti.





Roma, 25 settembre 2008





















Per ulteriori informazioni:

Ufficio Stampa ABI

tel. 06-6767302; e-mail salastampa@abi.it



Ufficio Stampa Novella Mirri e Maria Bonmassar

tel. 06/32652596; e-mail ufficiostampa@novellamirri.it





blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl