"ARTE E CULTURA NEGLI ANNI NOVANTA" convegno Internazionale 16/04/04

16/apr/2004 17.59.15 Novella Mirri Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Convegno internazionale promosso dalla Quadriennale

"ARTE E CULTURA NEGLI ANNI NOVANTA"
Dalla fine del Muro all'Undici Settembre

Roma, venerdì 16 aprile 2004
Residenza di Ripetta, Via Ripetta 231

Gli anni Novanta si sono consumati tra due eventi dopo i quali si è detto che sarebbe cambiato il mondo: la caduta del Muro di Berlino e l'Undici
Settembre. Che cosa è effettivamente successo nell'arte e, più largamente, nella cultura in quel decennio? Quali effetti si possono registrare e quali
tendenze si sono rese più visibili? O bisogna concludere che l'arte, e in generale la cultura, hanno vissuto l'ultimo decennio del Novecento, ed anche i
postumi, senza avvertirne le scosse?
Di tutto questo si è discusso oggi in un Convegno internazionale che la Quadriennale ha promosso a Roma presso la Residenza di Ripetta.
Il Convegno, dal titolo "Arte e cultura negli anni Novanta", si è avvalso del sostegno della Regione Lazio e rientra nel programma di manifestazioni
indette per la XIV Esposizione Quadriennale d'Arte.
La Quadriennale, storica istituzione culturale preposta all'arte contemporanea italiana, ha deciso di dedicare il Convegno all'ultimo decennio del
Novecento anche per il carattere di straordinarietà che esso ha avuto nello sviluppo delle arti contemporanee. Nessun periodo, infatti, ha visto una
proliferazione di musei, gallerie e mostre di arte contemporanea come quella verificatasi in questi anni, accompagnata da una rinnovata attenzione dei
media e da una crescente partecipazione del pubblico. Un boom sullo sfondo di trasformazioni di eccezionale portata, come la fine dei blocchi, la
rinnovata speranza di pace (accompagnata da nuovi conflitti e da inedite forme di ostilità), la globalizzazione dei mercati, l'espansione dei trasporti,
l'introduzione dell'euro, lo spostamento di flussi sempre più consistenti della popolazione, la diffusione di Internet e della telefonia cellulare, solo per
citarne alcuni.
Il programma del Convegno si è articolato in una sessione mattutina, dedicata alle arti visive contemporanee, e in una pomeridiana, che ha allargato il
confronto ad altri ambiti culturali, dalla musica alla letteratura, dal cinema alla comunicazione e al costume.
Dopo l'apertura dei lavori, condotta dal Presidente della Quadriennale Gino Agnese, hanno presentato una relazione lo spagnolo Vicente Todolì,
Direttore della Tate Modern, e il teorico e critico d'arte inglese Edward Lucie-Smith, che hanno tracciato, da differenti punti di vista, un quadro critico
dello scenario dell'arte contemporanea negli anni Novanta.
A seguire, una tavola rotonda che, con la regia dello storico dell'arte Luigi Ficacci, si è animata nel dibattito tra l'artista di fama internazionale Nicola
De Maria (di cui è in corso una mostra antologica a Roma), i galleristi Enzo Cannaviello e Lia Rumma, il critico d'arte Marco Vallora e il curatore
capo del Mart Giorgio Verzotti.
Hanno aperto i lavori della sessione pomeridiana le relazioni del critico e storico dell'arte Renato Barilli, del docente di estetica Stefano Zecchi e del
critico dell'architettura Deyan Sudjic, che si sono interrogati su come la condizione storica ed esistenziale degli anni Novanta abbia influito su quello
che è avvenuto in ambito più largamente culturale.
Ha chiuso i lavori una tavola rotonda con la regia di Marco Belpoliti, alla quale hanno partecipato il compositore Mauro Bortolotti, il critico
cinematografico Maurizio Cabona, il critico letterario Renato Minore, l'antropologo Riccardo Notte, lo storico Francesco Perfetti e lo scrittore
Marcello Veneziani.



Per informazioni:
La Quadriennale di Roma - tel. 39.333.1563998 - relazioniesterne@quadriennalediroma.org.
Ufficio Stampa: Novella Mirri, tel. 06/6788874; fax 06/6791943; e-mail: ufficiostampa@novellamirri.191.it

Roma, 16 aprile 2004





Convegno internazionale promosso dalla Quadriennale

"ARTE E CULTURA NEGLI ANNI NOVANTA"
Dalla fine del Muro all'Undici Settembre

Roma, venerdì 16 aprile 2004
Residenza di Ripetta - Via Ripetta, 231


9.30 - 10.00 Presentazione del Convegno
Gino Agnese
Presidente della Quadriennale di Roma

10.00 - 11.00 Relazioni

Vicente Todolì
Direttore della Tate Modern di Londra

Edward Lucie-Smith
Critico d'arte

11.00 - 13.00 Tavola rotonda
Le arti visive: linguaggi, critica e mercato

COORDINA
Luigi Ficacci
Storico dell'arte

INTERVENGONO

Enzo Cannaviello
Gallerista

Nicola De Maria
Artista

Lia Rumma
Gallerista

Marco Vallora
Storico e critico d'arte

Giorgio Verzotti
Curatore capo del Mart

13.00 - 14.30 Light lunch

14.30 - 16.00 Relazioni

Renato Barilli
Professore ordinario di Fenomenologia degli stili, Università di Bologna

Stefano Zecchi
Professore ordinario di Estetica,
Università degli Studi di Milano

Deyan Sudjic
Critico dell'architettura e giornalista

16.00 - 18.00 Tavola rotonda
Storia, società e tecnologie

COORDINA
Marco Belpoliti
Saggista

INTERVENGONO

Mauro Bortolotti
Compositore e didatta

Maurizio Cabona
Critico cinematografico

Renato Minore
Critico letterario

Riccardo Notte
Docente di Antropologia culturale,
Accademia di Belle Arti di Brera

Francesco Perfetti
Professore ordinario di Storia contemporanea, Università Luiss di Roma

Marcello Veneziani
Scrittore e editorialista

18.00 Conclusioni



blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl