PREMIO TERNA 01: PRIMA RICERCA ISPO SU "PROFILO D'ARTISTA"

09/nov/2008 14.30.31 Novella Mirri Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.







Un'indagine sull'identit, le contraddizioni, i sogni e le speranze degli artisti

italiani



"Profilo d'artista" : sogni e speranze tra pubblico e privato

I risultati della ricerca ISPO sull'individuazione dell'artista oggi



Premio Terna: individuati i 124 finalisti su oltre 3.100 iscritti





Torino, 9 novembre 2008 - Il 68% degli artisti non riesce a vivere solo del proprio

mestiere, il 75% ha un rapporto conflittuale con i galleristi, l'86% ritiene che

l'arte contemporanea debba essere sostenuta sia dallo Stato sia dalle aziende

private.

Questi, in sintesi, alcuni dei risultati della prima ricerca sul Profilo d'artista

realizzata dall'ISPO Istituto Studi sulla Pubblica Opinione, per conto di Terna, su

un campione di artisti iscritti al Premio Terna 01, rappresentativo del panorama

artistico italiano, presentati oggi a Torino in occasione di ARTISSIMA. La prima

ricerca strutturata di tipo statistico sociologica sul profilo dell'artista

contemporaneo nel nostro Paese definisce contraddizioni, sogni e speranze dei

creativi italiani in bilico tra ricerca di affermazione e visibilit, desideri privati e

ricerca del sostegno delle Istituzioni e dei privati.

Colpisce il dato emerso dal giudizio degli artisti sulla situazione complessiva

del mercato dell'arte contemporanea nel nostro Paese: un risultato di fatto

polarizzato. Met degli artisti, il 48%, ritiene, infatti, che l'attuale mercato

italiano dell'arte sia in una fase di crisi. L'altra met, viceversa, ritiene che sia in

uno stato di "buona salute". Tra i suggerimenti per migliorare la situazione, al

primo posto la richiesta di un maggior appoggio delle istituzioni (71%) seguito da

pi forti e strutturati rapporti internazionali tra gli operatori (66%), un maggior

coinvolgimento delle aziende private e la condivisione di grandi progetti tra

artisti. Al pari di altri seppur molto differenti settori che si confrontano con una

congiuntura poco favorevole, inoltre, anche quello degli artisti esprime un forte

bisogno di sostegno pubblico tanto che il 79% degli intervistati pensa sarebbe

giusto ricevere un sussidio statale, al pari di settori come cinema e teatro,.

Sempre in tema di sostegno va rilevato che, mentre soltanto un terzo degli

italiani (34%) ritiene che l'arte contemporanea debba essere supportata, insieme,

da Stato e imprese private, la percentuale sale all'86% tra gli artisti.

Una generale difficolt dal punto di vista economico viene confermata dal dato

che evidenzia come solo il 32% degli artisti lavoro dichiara di vivere solo

dell'arte, mentre il 68% deve svolgere in parallelo un'altra attivit .

A questo proposito si manifesta anche un rapporto abbastanza contraddittorio

con i galleristi: da un lato sono ritenuti indispensabili dalla stragrande

maggioranza, il 71%, ma dall'altro il 75% degli intervistati ritiene che il gallerista

"approfitti" dell'artista. Alla richiesta di maggiore sostegno da parte di strutture

organizzate, quindi, fa da contraltare una gestione conflittuale dei rapporti con le

gallerie.

I dati fanno emergere altri elementi interessanti sul lavoro dell'artista: il 64%,

infatti, misura il proprio successo sul grado di soddisfazione personale che gli

danno le proprie opere. La minoranza, soltanto il 20%, individua il

raggiungimento del successo quando apprezzato dai critici d'arte. L'11% non

si ritiene "arrivato" solo per motivi "economici". Appare come un elemento di

contraddizione: se da un lato emerge la forza creativa come motivazione

principale e una certa noncuranza nei confronti del lato economico, d'altro canto

il sostegno di un soggetto terzo, stavolta anche economico, considerato

fondamentale per esercitare la propria attivit dalla maggioranza degli artisti

intervistati.









La quasi totalit degli artisti (il 93%) ha gi esposto le proprie opere all'interno

di una mostra, ma ben il 76% ritiene che sia pi difficile venderle in Italia che

all'estero. Per quanto riguarda la fruibilit dell'arte, il 93% degli artisti ritiene che

un'opera d'arte dovrebbe essere esposta, oltre che nei luoghi deputati (musei,

gallerie ecc), anche in tutti i possibili luoghi pubblici .

Il 62% intervistati del panel ritiene i premi e i concorsi d'arte l'unico modo che

ha un giovane per farsi conoscere: questa una delle motivazioni prevalenti di

partecipazione al Premio Terna, seguita dalla sintonia con il tema della

trasmissione di energia (37%) e dalla "democraticit" dei criteri di accesso al

concorso (27%) . Criteri "premiati" dallo straordinario risultato del voto online

che, solo nel primo giorno, ha registrato l'accesso di oltre 30 mila votanti, per un

totale ad oggi di oltre 120 mila accessi.

I risultati della ricerca, ampia e approfondita, sono stati illustrati dal professor

Mannheimer durante l'incontro di presentazione alla stampa dei 124 finalisti del

Premio Terna 01. La prima fase del Premio ideato da Terna, la societ che

possiede e gestisce la rete elettrica ad alta tensione in Italia, curato da Gianluca

Marziani e Francesco Cascino, si conclusa il 30 ottobre. Eccezionale la

partecipazione: 3.158 le opere iscritte sul sito www.premioterna.it nelle tre

categorie - Terawatt (ad invito per artisti di fama), Megawatt (over 35), Gigawatt

(under 35) che hanno coinvolto artisti affermati ed emergenti creando un circuito

di confronto e di emersione dei giovani talenti e di promozione del ruolo di artisti

quali motori di sviluppo e ricerca di nuove creativit. Tutti gli artisti - 58% uomini

e 42% donne - con una provenienza equamente distribuita su tutto il territorio

nazionale: Nord 36%, Sud 33,6%, Centro 30,4%, si sono confrontati sul tema

"Trasmettere energia: una metafora contemporanea". La categoria pi

rappresentata stata la Megawatt con una percentuale del 55,3% seconda i

Gigawatt 44.7%





www.premioterna.it















Premio Terna: individuati i 124 finalisti su oltre 3.100 iscritti





CATEGORIA TERAWATT



Olivo Barbieri

Gabriele Basilico

Paolo Canevari

Bruno Ceccobelli

Enzo Cucchi

Alberto Di Fabio

Chiara Dynys

Flavio Favelli

Renato Mambor

Carlo Maria Mariani

Eva Marisaldi

Gino Marotta

Masbedo

Luigi Ontani

Dino Pedriali

Achille Perilli

Perino & Vele

Alfredo Pirri

Vettor Pisani

Fabrizio Plessi

Carol Rama

Sissi

Marco Tirelli

G. Massimo Vitali











CATEGORIA MEGAWATT

Giovanni Albanese

Karin Andersen

Roberto Baldazzini

Alessandro Bavari

Katia Beltrame

Davide Bertocchi

Teresa Bianchi

Raniero Bittante

Sergio Bonino

Davide Bramante

Antonello Bulgini

Laura Cantarella

Dario Carmentano

Stefano Cerio

Andrea Chiesi

Gianluca Chiodi

Alessandro Cidda

Davide Coltro

Paolo Consorti

Giacomo Costa

Cuoghi Corsello

Arnold Mario Dall'O

Paolo De Biasi

Alberto De Braud

Mauro Di Silvestre

Nathalie Du Pasquier

Rocco Dubbini

Massimo Giacon

Teresa Iaria

Francesco Impellizzeri

Antonino Iuorio

Andrew Kranis

Fabio Lattanzi Antinori

Mariangela Levita

Lorenza Lucchi Basili

Giorgio Lupattelli

Raffaela Mariniello

Carlo Moggia

New Gallery

Cristiana Pacchiarotti

Daniela Perego

Stefano Pisano

Antonio Riello

Angelo Riviello









Edoardo Romagnoli

Filippo Sczzari

Luigi Serafini

Barbara Uccelli

Debra Werblud

Fernando Zucchi







CATEGORIA GIGAWATT

Riccardo Albanese

Roberto Amoroso

Francesco Arena

Elena Baldelli

Simone Bergantini

Gabriele Bonato

Andrea Michele Campesi

Alessandro Cannistr

Stefano Canto

Igor Carino

Marco Citron

Alessandra Corti

Federico Del Vecchio

Domenico Dell'Osso

Sandro Di Camillo

Alessandro Di Giugno

Corrado Folinea

Gerardo Fornataro

Semira Forte

Gionata Gesi (OZMO)

Nicola Ghirardelli

Silvio Giordano

Gabriele Giugni

Elena Givone

Vnera Kastrati

Lucia Lamberti

Tiziano Lucci

Alessandro Lupi

Francesco Mernini

Amina Methnani

Fabio Niccolini

Daniele Novelli

Patrizia Novello

Alessandra Odoni (Senso)

Giovanni Ozzola













Cristiana Palandri

Luana Perilli

Arash Radpour

Salvatore Rocco (IABO)

CAPELLO&RUGGERI

Nordine Sajot

Davide Eron Salvadei

Matteo Sanna

Michele Santarsiere

Alessandro Scarabello

Silvia Serenari

Gian Paolo Striano

Lamberto Teotino

Ramona Vada

Nicola Vinci











La storia del Premio Terna per l'Arte Contemporanea



Il Premio Terna per l'Arte Contemporanea stato lanciato il 1 luglio 2008 con una

conferenza stampa al Maxxi di Roma. Da allora, sono stati numerosi i

riconoscimenti all'iniziativa da parte del mondo delle istituzioni e dell'arte:

" Patrocinio dei Ministeri per i Beni e le Attivit Culturali, dello Sviluppo

Economico, della Giovent, di Comune di Roma e Provincia di Roma, medaglia

del Presidente della Repubblica

" L'8 ottobre 2008 viene firmato di un protocollo di intesa con il Ministero

per i Beni e le Attivit Culturali finalizzato alla promozione e alla valorizzazione

triennale dell'arte contemporanea in Italia, primo protocollo tra un'azienda

privata e il MIBAC su questo tema.

" un accordo con il MAXXI, per sviluppare un progetto comune, a partire

dal 2008 con la realizzazione del Centro di documentazione del Museo delle Arti

del XXI secolo

" Comitato d'Onore presieduto dal Ministro per i Beni e le Attivit Culturali,

Sandro Bondi, e costituito da Domenico De Masi Docente Universitario e

Presidente della Fondazione Ravello; Massimiliano Fuksas, architetto; Emma

Marcegaglia, Presidente di Confindustria; Fernanda Pivano, scrittrice e saggista.

" Di grande rilievo e fama, nazionale ed internazionale, i "big" iscritti

nella categoria a inviti Terawatt a loro dedicata: Olivo Barbieri, Gabriele Basilico,

Paolo Canevari, Bruno Ceccobelli, Enzo Cucchi, Alberto Di Fabio, Chiara Dynys,

Flavio Favelli, Renato Mambor, Carlo Maria Mariani, Eva Marisaldi, Gino

Marotta, Masbedo, Luigi Ontani, Dino Pedriali, Achille Perilli, Perino e Vele,

Alfredo Pirri, Vettor Pisani, Fabrizio Plessi, Carol Rama, Sissi, Marco Tirelli,

Massimo Vitali.



Prossimi appuntamenti:

" L'11 novembre si chiuder sul sito www.premioterna.it la votazione

popolare per designare l'opera, tra tutte le partecipanti alle tre categorie,

vincitrice del premio online

" Il 13 novembre la giuria, presieduta da Luigi Roth e Flavio Cattaneo e

composta da Gianluca Marziani, Francesco Cascino, Alberto Alessi, Davide Blei,

Silvia Evangelisti, Giovanni Giuliani, Gianfranco Maraniello, Cristiana Perrella,

Thaddaeus Ropac, Paolo Sorrentino, Beatrice Trussardi, Julian Zugazagoitia,

designer l'opera vincitrice del primo premio della categoria Terawatt e di quelle

Gigawatt e Megawatt. Per ciascuna di queste due categorie, ad adesione libera,

sono stati preselezionati 50 candidati tra i quali la giuria sceglier ulteriori 6

premi acquisto, come da Bando.

" Il 21 novembre al Palazzo delle Esposizioni di Roma si terr un

incontro su: "La promozione del talento italiano: il PremioTerna e lo Young

Blood" all'interno della VII Settimana della Cultura D'impresa organizzata da

Confindustria.

" Dal 26 al 30 novembre al Palazzo delle Esposizioni avr luogo un

evento espositivo con tutte le opere dei Terawatt, dei 14 premiati Gigawatt e

Megawatt e dell'opera pi votata online.

" Dal 26 dicembre al 6 gennaio tutte le opere finaliste saranno in mostra

con megaproiezioni in alcune piazze di Roma







blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl