*** Una montagna di scarpe e di idee" - Comunicato Stampa

Alla protesta creativa e pacifica, promossa dal fotografo napoletano Salvatore Sparavigna e i suoi amici di Facebook, hanno già aderito in tantissimi rispondendo all' appello telematico e anche tante Associazioni di diritti umani e tanta gente comune che grazie al tam tam, parteciperanno numerosi all'evento di domani.

20/dic/2008 19.36.01 Salvatore Sparavigna Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 

C O M U N I C A T O   S T A M P A

 

“Una montagna di scarpe e di idee”

Cresce ogni giorno l’adesione alla creazione della “montagna di scarpe” che si svolgerà nella mattinata di domani domenica 21 dicembre nella bellissima Piazza Plebiscito di Napoli a partire dalle ore 11:00.

Alla protesta creativa e pacifica, promossa dal fotografo napoletano Salvatore Sparavigna e i suoi amici di Facebook,  hanno già aderito in tantissimi rispondendo all’ appello telematico e anche tante Associazioni di diritti umani e tanta gente comune che grazie al tam tam, parteciperanno numerosi all’evento di domani.

Tra gli altri, hanno aderito anche noti artisti, tra i quali Marcello Colasurdo che interverrà con la sua tammorra ed Enzo Gragnaniello con la sua chitarra; e poi gli A67 ed altri ancora,  tutti richiamati dall’appello a lanciare la propria scarpa come simbolo e gesto di dissenso verso quanto accade a Napoli e non solo!

La provocazione, inoltre, vuole far ricordare a tutti la “Montagna di sale” dell’artista Mimmo Paladino, che segnò anche un nuovo corso artistico ed etico della città di Napoli, che con le sue opere in piazza Plebiscito trasformò il concetto di fruizione artistica.

Ma si vuole anche sottolineare che la scarpa, oltre ad essere stata usata quale simbolo di dissenso dal giornalista iracheno, è soprattutto il simbolo del “cammino” e quindi, si vuole invitare tutti a camminare ed andare avanti ribellandosi sempre alle prepotenze ed ai poteri, usando anche la bellezza e la fantasia.

I vari “lanci” saranno ripresi da una telecamera che registrerà “dichiarazioni di rabbia e di speranza” a cui dedicare il proprio lancio,  ma soprattutto, che riprenderà  la nascita della “montagna di scarpe”.

“…e Il topolino partorì la montagna!”

 

Press: Antonella Pacilio 334.1584908    -    Salvatore Sparavigna 338.926.5635

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl