Tante scarpe per una montagna di idee - C O M U N I C A T O S T A M P A

Tante scarpe per una montagna di idee - C O M U N I C A T O S T A M P A -----Messaggio Originale----- Da: Salvatore Sparavigna -> go to www.salvatoresparavigna.com A: SENSIBILI Data invio: domenica 21 dicembre 2008 19.07 Oggetto: "Tante scarpe per una montagna di idee" - C O M U N I C A T O S T A M P A C O M U N I C A T O S T A M P A "Tante scarpe per una montagna di idee" "Con le scarpe vola anche la nostra fantasia e il nostro amore per questa città".

Allegati

21/dic/2008 19.39.45 Salvatore Sparavigna Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
 
-----Messaggio Originale-----
Data invio: domenica 21 dicembre 2008 19.07
Oggetto: “Tante scarpe per una montagna di idee” - C O M U N I C A T O S T A M P A

C O M U N I C A T O   S T A M P A

 

“Tante scarpe per una montagna di idee”

“Con le scarpe vola anche la nostra fantasia e il nostro amore per questa città.” Ecco cosa ha dichiarato oggi il fotografo napoletano Salvatore Sparavigna, promotore su FaceBook dell’iniziativa, quando ha effettuato il primo lancio  per la creazione della “montagna di scarpe” che si è realizzata stamattina in Piazza Plebiscito a Napoli.

Accompagnati dal ritmo della tammorra di Marcello Colasurdo, tanta gente comune ha partecipato divertita al lancio e ha animato la piazza insieme al popolo di Facebook. Intervenuti da ogni parte della Campania, i partecipanti hanno portato le proprie scarpe e le proprie riflessioni da cui è emerso una volontà di iniziare tutti insieme un nuovo percorso più onesto per il futuro di questa città.

“Lancio i miei scarponi affinché indichino  la migliore strada da ripercorrere” questo ha dichiarato un giovane  studente che ha partecipato con tutta la sua famiglia alla realizzazione della montagna di scarpe.

La vicinanza alle opere di Jan Fabre ed il ricordo della Montagna di Sale dell’artista Mimmo Paladino, ha suscitato nel cuore di tutti i partecipanti, un desiderio di rinascita e soprattutto ha risvegliato la bellezza di quello che è stata Napoli  e quindi una volontà di camminare avanti.

Quando c'è la guerra, a due cose bisogna pensare prima di tutto: in primo luogo alle scarpe, in secondo alla roba da mangiare; e non viceversa, come ritiene il volgo: perché chi ha le scarpe può andare in giro a trovar da mangiare, mentre non vale l'inverso. (Primo Levi).

 

Press: Antonella Pacilio 334.1584908           -                info: Salvatore Sparavigna 338.926.5635

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl