comunicato stampa FAMIGLIE A TEATRO Le tre Melarance

05/feb/2009 17.35.11 tbbufficiostampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
Gentili colleghi vi invio il comunicato relativo al prossimo spettacolo in programma nell'ambito del calendario degli spettacoli della rassegna dedicata ai ragazzi FAMIGLIE A TEATRO. Domenica 8 febbraio 2009 - alle 17 presso la sala del bertolt brecht in via delle Terme romane, sar di scena una produzione del collettivo formiano, LE TRE MELARANCE di Maurizio Stammati
con Valentina Ferraiuolo, Dilva Foddai, Paola Ricci
"L'amore delle tre Melarance la storia di un principe, di un re, di buffoni e saltimbanchi, di maghi, streghe e principesse. una storia di intrighi, magie e trasformazioni; quindi non solo una storia per i bambini ma riguarda tutti sempre, ed divertente.
Racconta magistralmente le contraddizioni della vita reale, portandole su un piano fantastico e mettendo al centro della vicenda un principe che non riesce pi a ridere e che soltanto con un "maleficio" scopre il proprio destino e, in un modo assai rocambolesco, il proprio potenziale. Il suo sogno lo porta verso luoghi ed emozioni, pericoli e meraviglie, centuplicati dal sentimento: egli cerca le melarance - creature fantastiche e meravigliose, custodite dalla crudele Creonta e dalla sua cuoca che ammazza tutti con un mestolo di rame - perch ne attratto in modo irresistibile, con la passione che caratterizza ogni amore e ogni spinta del desiderio" (Eleonora Moro).
Della favola delle tre Melarance in molti si sono innamorati attraverso i secoli, scrittori, musicisti, poeti e pittori. Il suo fascino, i suoi misteri e le sue trovate burlesche hanno incantato grandi e piccoli. Noi l'abbiamo "manipolata" a nostro e vostro piacere.
Tre musiciste con i loro tanti suoni e strumenti tenteranno di raccontarvela a modo loro, giocando con la loro arte e prendendo in prestito quella del racconto teatrale con luci, scene, costumi e maschere, perch in questa favola c'entrano anche le maschere della commedia dell'arte.
Liberamente tratto dalla favola del Gozzi e prendendo in prestito l'uso musicale che ne fece Prokof'ev su scrittura di Majerchol'd, le musiciste del gruppo "La Giostra" - Paola Ricci, Valentina Ferraiuolo e Dilva Foddai - ed il Teatro Bertolt Brecht ne presentano la loro versione per le scene di Gianni Tudino, i costumi di Patrizia Lombardi e la regia di Maurizio Stammati.


UFFICIO STAMPA COLLETTIVO BERTOLT BRECHT - FORMIA

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl