Visione artificiale e Reti neurali: è un’azienda italiana a guidare la svolta

11/mar/2009 18.00.31 neurotech Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

il primo motore neurale di visione artificiale, utilizzabile dal web.Da oggi, grazie ad una tecnologia tutta italiana, è possibile programmare un sensore video, con precise istruzioni, e lasciarlo libero di monitorare e comprendere l’ambiente circostante.È sufficiente una telecamera ad indirizzo IP (ne esistono in commercio già a partire da poche decine di euro) un collegamento ad internet, un ambiente da monitorare e il gioco è fatto.Non servono apparati costosi o sofisticati PC di ultima generazione per essere in grado di  utilizzare il sistema di visione artificiale del futuro.

Basta  registrarsi al servizio, inserire l’indirizzo IP della propria telecamera e, attraverso poche semplici regole, guidate, impartire le istruzioni al sistema.

L’uso di una “memoria a breve termine” e il motore neurale della Neurotech faranno il resto.Le risposte ottenute, risultato della programmazione o del suggerimento che il sistema farà pervenire, saranno fondamentali a chi è preposto a valutare e prendere decisioni rapide o a chi, più semplicemente, vuole sapere se gli stanno occupando il posto auto o curiosando fra le carte della scrivania.

È quanto  afferma il Direttore Tecnico della Neurotech, impegnato da molti anni nella progettazione e realizzazione di  applicativi software altamente innovativi, basati sulla simulazione delle reti neurali, sulla logica fuzzy, sugli algoritmi genetici, sui modelli statistici e sulla simulazione dei modelli caotici non lineari.

Il motore neurale creato dalla Neurotech, ci dice,  è il primo al mondo in grado di simulare la crescita di nuove fibre nervose e rappresenta un pilastro fondamentale verso la creazione di reti neurali di nuova generazione. È  in grado di  fornire supporto alle decisioni (nei sistemi di Comando e Controllo) per il monitoraggio ambientale, l’analisi della scena, il riconoscimento biometrico, l’interpretazione dei simboli ideografici e la lettura di caratteri alfanumerici.

Il sistema  realizzato affronta e risolve problematiche connesse alla intelligenza artificiale come mai fatto in precedenza, svolge più compiti contemporaneamente  in maniera assolutamente innovativa (attraverso la programmazione diretta dei propri moduli) ed è in grado di interfacciarsi con qualsiasi  telecamera di rete, analogica, digitale o ad indirizzo IP e  inviare risposte a piattaforme per la gestione di Servizi a Valore Aggiunto (VAS)  in qualsiasi altra parte della rete, ovunque posizionate nel mondo.

Tutto questo grazie al linguaggio proprietario di programmazione (“.xnt")   mediante il quale è possibile impartire al sistema istruzioni sul compito che sarà chiamato a svolgere.Le risposte ottenute saranno il frutto di una rivoluzione che, c’è da scommetterci, si preannuncia “storica”.

neurotech@neurotech.it

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl