LA QUADRIENNALE - STORIA DELLA RASSEGNA D'ARTE ITALIANA DAGLI ANNI TRENTA AD OGGI

Vedova, da Manzoni a Schifano e De Maria fino agli esponenti delle ultime generazioni, come Stefano Arienti, Studio Azzurro, Vanessa Beecroft e

22/giu/2004 22.11.58 Novella Mirri Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.





P R E S E N T A Z I O N E DEL V O L U M E


LA QUADRIENNALE
Storia della rassegna d'arte italiana
dagli anni Trenta a oggi


Marsilio pubblica l'opera di Claudia Salaris sulla storia
dell'istituzione nazionale dedicata all'arte contemporanea italiana


martedì 22 giugno 2004 ore 19.00

La Quadriennale di Roma
Villa Carpegna - Piazza di Villa Carpegna


Claudia Salaris, La Quadriennale. Storia della rassegna d'arte italiana dagli anni Trenta a oggi, Marsilio Editori, pp. 292, Euro 27,00. Testo in italiano
e in inglese, 180 illustrazioni, con apparati di oltre 6.000 nomi.

La Fondazione La Quadriennale di Roma, nella sua nuova sede - lo splendido Casino nobile secentesco di Villa Carpegna - presenterà, martedi 22
giugno 2004 alle ore 19.00, il volume di Claudia Salaris La Quadriennale. Storia della rassegna d'arte italiana dagli anni Trenta a oggi, edito da
Marsilio.

Compito principale della Quadriennale è quello di promuovere l'arte contemporanea italiana anche nei suoi rapporti con quella straniera. Il libro è la
prima opera completa sulla storia dell'Istituzione. L'opera attinge da materiale in gran parte inedito: carteggi, fotografie e una straordinaria serie di
rassegne stampa possedute dall'Archivio storico della Quadriennale. Un libro fondamentale per la ricerca sulla cultura artistica contemporanea
italiana: attraverso la storia della Quadriennale si rievocano i protagonisti del Novecento, l'inclinazione e i gusti della critica, le scelte del
collezionismo, la politica culturale del secolo appena concluso. Il libro, con traduzione in inglese a fronte, verrà distribuito anche nelle principali
biblioteche d'arte all'estero.

Dalla prima Quadriennale del 1931 alle mostre organizzate nell'ambito della XIV edizione 2003-2005, il volume ripercorre le quattordici edizioni della
rassegna periodica e le oltre cento esposizioni storiche in Italia e all'estero organizzate in collaborazione con altri enti culturali e il Ministero degli
Affari Esteri.
Le mostre della Quadriennale hanno visto come protagonisti i maggiori artisti della storia dell'arte italiana del Novecento. Da Medardo Rosso ad
Arturo Martini, da Boccioni a Balla, da Prampolini a Scipione e Afro, da de Chirico a Savinio e a Morandi, da Carrà a Severini, da Magnelli ai pittori
astrattisti del "Milione", da Manzù a Fazzini e a Melotti, da Mastroianni a Consagra e a Greco, da Burri a Fontana, da Dorazio, Accardi e Perilli a
Vedova, da Manzoni a Schifano e De Maria fino agli esponenti delle ultime generazioni, come Stefano Arienti, Studio Azzurro, Vanessa Beecroft e
Maurizio Cattelan.








Il lettore ripercorre le vicende della Quadriennale dalla sua istituzione, al passaggio da rassegna periodica a ente autonomo, il periodo della guerra, la
Quadriennale del 1948, l'alba degli anni Cinquanta; e poi, ancora, l'epoca del boom, le controproposte, il crepuscolo dell'avanguardia, il periodo di fine
secolo, le proiezioni e il passaggio da ente a fondazione per l'arte. Splendide le immagini che raccontano settantasette anni di storia e di cultura, di
personaggi e di eventi.

Allo stesso modo nel libro, corredato da indici nei quali ricorrono i nomi di migliaia di artisti, luoghi e occasioni espositive, vengono presentate tutte le
tendenze critiche e i movimenti artistici che hanno segnato la storia dell'arte italiana dell'ultimo secolo: il Futurismo, la Metafisica, la linea di
Novecento, Valori Plastici, le stagioni dell'Astrattismo, l'Informale, l'Arte Povera, la Transavanguardia, l'Anacronismo, fino ad arrivare alle
sperimentazioni della Video e Computer Art.

Biografia dell'Autrice
Claudia Salaris, studiosa di storia e letteratura delle avanguardie, ha collaborato come esperta del Futurismo a numerose esposizioni realizzate in
Italia e all'estero (tra le principali, Palazzo Grassi, Centre Georges Pompidou, Sezon Museum di Tokyo, Palazzo Reale, Villa Medici, Palazzo delle
Esposizioni di Roma, Museum am Ostwall di Dortmund, Mart). Ha svolto attività di consulente per il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e per
l'Assessorato alla cultura del Comune di Roma.

Cenni storici sulla Quadriennale
La Quadriennale nasce come esposizione periodica nel 1927 con deliberazione del Governatorato di Roma. La sua istituzione rientra in un vasto piano
di riordino e razionalizzazione delle iniziative a carattere espositivo sul territorio nazionale. Viene così deciso di "accentrare in Roma la migliore
produzione dell'arte figurativa nazionale, lasciando a Venezia il tranquillo svolgimento di manifestazioni internazionali".
L'inaugurazione dell'Esposizione Quadriennale d'Arte Nazionale (questa ne era all'epoca l'esatta denominazione) avviene nel 1931 al Palazzo delle
Esposizioni di Roma, sede espositiva della Quadriennale fino ai giorni nostri. In questo periodo, decisiva è la figura di Cipriano Efisio Oppo: artista,
scrittore, deputato al Parlamento del Regno e dirigente del Sindacato artistico, in qualità di Segretario Generale dell'Istituzione, Oppo promuove le
quattro edizioni d'anteguerra ('31, '35, '39, '43).
Seguono altre dieci edizioni dal 1943 ad oggi, sotto la guida di illustri personalità - Antonio Baldini, Fortunato Bellonzi, Bonaventura Tecchi, Giuseppe
Gatt - e con la partecipazione di autorevoli critici e storici dell'arte - tra gli altri, Giulio Carlo Argan, Renato Barilli, Rossana Bossaglia, Maurizio
Calvesi, Marco Valsecchi. Divenuta ente pubblico nel 1937, dal 2001 è una Fondazione alla quale partecipano il Ministero per i Beni e le Attività
Culturali e il Comune di Roma. Il Presidente è il giornalista e saggista Gino Agnese.


Per informazioni:
La Quadriennale di Roma - tel. 06/9774531 - fax 06/97745309
E-mail info@quadriennalediroma.org

Ufficio Stampa: Novella Mirri - tel. 06/6788874 - fax 06/6791943
E-mail: ufficiostampa@novellamirri.191.it


Roma, giugno 2004


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl