Medici Senza Frontiere e IED Milano presentano "Il Corpo non dimentica"

04/giu/2009 17.16.15 IED Milano Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

                                                                                  

                                                                                                                     

 

Medici Senza Frontiere e l’Istituto Europeo di Design di Milano insieme per le crisi dimenticate:

 

"Il corpo non dimentica"

A Milano tre mostre fotografiche realizzate da MSF e IED Milano

 

Press Preview: 12 Giugno 2009, h 17:30

Inaugurazione: 12 Giugno, ore 18:00

La Posteria - Via Giuseppe Sacchi 5/7 Milano

Apertura mostra: 12 – 16 giugno 2009

 

 

Milano, 4 giugno 2009 - Medici Senza Frontiere (MSF), in collaborazione con l'Istituto Europeo di Design di Milano, presenta "Il corpo non dimentica", 60 scatti in tre mostre fotografiche dal titolo "Tubercolosi: i nuovi volti di una vecchia malattia", "Volti di donne dalle crisi umanitarie" e "Galleria di ritratti" per illustrare alcune delle crisi dimenticate del pianeta e conoscere più da vicino gli operatori umanitari di MSF. L'esposizione fotografica sarà inaugurata venerdì 12 giugno, h 18.00, presso La Posteria, via G. Sacchi 5/7 - zona Brera, a Milano.

 

Somalia, Zimbabwe, Myanmar, Congo orientale, Etiopia, Pakistan, Sudan e Iraq, ma anche malnutrizione infantile e tubercolosi: sono queste le dieci grandi crisi umanitarie dimenticate del 2008. Dopo la presentazione del quinto “Rapporto sulle crisi dimenticate”, realizzato in collaborazione con l’osservatorio di Pavia, che denuncia la tendenza dei mezzi di informazione italiani a trascurare alcune gravi crisi umanitarie diffuse a livello mondiale, nel marzo di quest’anno MSF ha lanciato la campagna di sensibilizzazione “Adotta una crisi dimenticata”, invitando i media a impegnarsi in una maggiore divulgazione delle notizie sulle crisi.

 

In quest’iniziativa, MSF ha scelto di coinvolgere IED Milano, invitando gli studenti della Scuole IED Arti Visive e IED Comunicazione a sviluppare dei progetti di fotografia, foto editing e una campagna di comunicazione. Risultato della collaborazione sono le tre mostre fotografiche che saranno presentate per la prima volta al pubblico durante la mostra-evento “Il Corpo Non Dimentica”.

 

"Tubercolosi: nuovi volti di una vecchia malattia" – Progetto di foto editing MSF e IED Arti Visive Milano. Ogni anno la tubercolosi uccide 1,6 milioni di persone e altri 9 milioni sono affetti dalla malattia, principale causa di morte tra le persone affette da HIV/AIDS in Africa.

 

"Volti di donne dalle crisi umanitarie" – Progetto di foto editing MSF e IED Arti Visive Milano. Darfur, Repubblica Democratica del Congo, Colombia, Burundi e tanti altri: vita quotidiana, ma anche tragedie collettive raccontate negli occhi e nei volti delle donne che ogni giorno combattono per la propria sopravvivenza.

 

"Galleria di ritratti" – Servizio fotografico realizzato da Dario Desirianna, studente IED Arti Visive Milano. Chi sono gli operatori umanitari di Medici Senza Frontiere? Sedici di loro si raccontano davanti allo sguardo della macchina fotografica.

 

Inoltre, per raccontare le dieci crisi umanitarie più trascurate dai media italiani, gli studenti di IED Comunicazione e IED Arti Visive Milano hanno sviluppato una campagna di comunicazione che ha visto l’utilizzo di diversi strumenti, tra cui la definizione di una grafica coordinata, azioni di guerrilla marketing operate sul territorio, lo sviluppo di un sito web dedicato e la produzione di viral video. I video saranno trasmessi durante l’intera durata della mostra.

 

Nel corso della serata verranno letti alcuni brani tratti dal libro “Non tornerò col dubbio e col vuoto” (Il Pensiero Scientifico Editore), una raccolta di lettere scritte dagli operatori umanitari italiani di MSF nel corso delle loro missioni nei tanti contesti di crisi in tutto il mondo." Sarà inoltre possibile ascoltare il duo voce e chitarra di Lele Battista e Giorgio Mastrocola. Già insieme nel gruppo La Sintesi, con il quale nel 2006 hanno portato sul palco di Sanremo il famoso brano “Ho mangiato la mia ragazza”, i due si esibiranno in un set acustico con brani estratti dal loro repertorio e rivisitazioni di brani storici della tradizione pop-rock internazionale.


La mostra resterà aperta fino al 16 giugno 2009 con i seguenti orari:

Sabato 13 e domenica 14 giugno dalle 12.00 alle 22.00

Lunedì 15 e martedì 16 giugno dalle 18.00 alle 22.00

 

 

 

Medici Senza Frontiere (MSF) è la più grande organizzazione umanitaria indipendente di soccorso medico al mondo nata per offrire soccorso sanitario alle popolazioni in pericolo e testimoniare delle violazioni dei diritti dell’uomo cui assiste durante le sue missioni in oltre sessanta paesi. Nel 1999 è stata insignita del premio Nobel per la Pace.


Da quarant'anni l'Istituto Europeo di Design opera nel campo della Formazione e della Ricerca, nelle discipline del Design, della Moda, delle Arti Visive e della Comunicazione. Oggi è un Network Internazionale in continua espansione, con Sedi a Milano, Roma, Torino, Venezia, Madrid, Barcellona e San Paolo del Brasile, che organizza Corsi Triennali post-diploma, Corsi di Aggiornamento e Formazione Permanente, Corsi di Formazione Avanzata e Master post-laurea.

 

IED MILANO - UFFICIO COMUNICAZIONE

Fabrizia Capriati: f.capriati@milano.ied.it

Roberta Zennaro: r.zennaro@milano.ied.it

Tel 0039.02.5796951

 

MEDICI SENZA FRONTIERE ITALIA

Edvige Bordone

Largo Settimio Severo, 4 - 20144 Milano

Telefono: (0039) 02.43912796 in seguito digitare 113

Fax (0039) 02.43916953; Mobile:(0039) 333.3900073

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl