Comunicato stampa del 24/10/2004

Allegati

24/ott/2004 18.49.47 Rosalia Imperato Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

“Biblioteche senza confini:

democrazia e multiculturalità si riscoprono tra le pagine di un libro”

 

L’Associazione Italiana Biblioteche presenta il I Rapporto sulle Biblioteche Italiane

 

Con un libro si può essere più liberi!

 

La conoscenza e la formazione culturale possono essere le garanzie per la libertà dell’individuo e gli strumenti per crescere e progredire personalmente e socialmente.

La lettura è lo strumento essenziale della conoscenza. Ma, come risulta da un recente studio sulle nuove generazioni, il 66% dei giovani italiani (tra i 14 e i 18 anni) legge solo un libro all’anno.

Un ruolo essenziale per lo stimolo a riscoprire il valore di un libro può svolgerlo la scuola. Ma è necessario rivalutare il ruolo fondamentale della Biblioteca: un luogo di scambio culturale, della libera circolazione delle idee e dei pensieri e per la conservazione della memoria storica di un paese, luogo dove ci si educa e dove si fa formazione e informazione per tutto il corso di una vita.

 

E’ ancora nelle Biblioteche che si possono conoscere culture e mondi diversi e si può evitare la decadenza culturale e valoriale che la comunità internazionale sta vivendo.

Solo attraverso l’abbattimento delle barriere ideologiche, religiose, culturali, valoriali e di qualsiasi esaltazione dello scontro tra le civiltà, accettando il concetto di diversità e multiculturalità nella nostra vita, possiamo costruire una solida democrazia nel nostro paese e nel mondo.

 

Con la pubblicazione del primo Rapporto sulle Biblioteche italiane, l’AIB (Associazione Italiana Biblioteche) nata nel 1930 per promuovere l’organizzazione, il rinnovamento e lo sviluppo in Italia delle biblioteche e di un sistema bibliotecario all’avanguardia, ha voluto compiere un primo passo per colmare il vuoto informativo su questa realtà, fornendo dati completi, aggiornati e attendibili sul Sistema Bibliotecario Nazionale, sia a chi svolge la professione di bibliotecario, ma anche agli operatori dell’informazione e alle istituzioni.

 

Il Rapporto presenta un quadro d’insieme con dati strutturali e relativi ai servizi presenti all’interno delle biblioteche; una sintesi delle diverse tipologie di biblioteche e un panorama sulle questioni legislative e formative, oltre ad alcuni approfondimenti sul divario che esiste tra Nord e Sud del paese anche in questo ambito. Ampio spazio è dedicato anche all’indagine sulle biblioteche pubbliche realizzata dall’AIB in collaborazione con l’ISTAT.

 

Il Rapporto AIB sulle Biblioteche Italiane vuole diventare un appuntamento a cadenza annuale per continuare a monitorare un settore fondamentale per la crescita culturale e sociale del nostro come di tutti i Paesi. Uno strumento per promuovere interventi sul piano legislativo e giuridico che garantiscano la tutela e la salvaguardia del nostro patrimonio storico e letterario.

E’ di prossima pubblicazione infatti il Rapporto 2004, che conterrà le novità accadute nel corso degli ultimi dodici mesi, ma anche riflessioni, stimoli e nuovi approfondimenti sui principali temi di attualità e sulle problematiche ancora irrisolte.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl