TANO FESTA - "da Mondrian a Michelangelo" - Cinecittàdue Arte Contemporanea

19/nov/2004 13.54.18 Novella Mirri Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.
TANO FESTA
"da Mondrian a Michelangelo" opere dal 1963 al 1978

Cinecittàdue Arte Contemporanea
Roma, 22 novembre 2004 - 29 gennaio 2005

COMUNICATO STAMPA

Per la prima volta in Italia è stato progettato a Roma uno spazio espositivo dedicato all'arte contemporanea in un centro commerciale, che inaugura
con una mostra dedicata a Tano Festa.

Cinecittàdue Arte Contemporanea, questo il nome del nuovo spazio espositivo, all'interno del centro commerciale Cinecittàdue. E' promosso
dall'Associazione dei Commercianti del Centro Commerciale di Cinecittàdue che con questa iniziativa intende avviare una programmazione di mostre
d'arte contemporanea di alto profilo qualitativo in un luogo tendenzialmente estraneo alla cultura.

Un'iniziativa privata, senza scopo di lucro, che si prefigge di promuovere l'arte contemporanea rivolgendosi a una vasta gamma di persone diverse per
censo e per cultura. Offrendo un luogo dove in molti potranno sperimentare un incontro per loro inedito con l'arte e dove, allo stesso tempo, il pubblico
specializzato potrà partecipare a iniziative che mirano ad avere un carattere esemplare per l'originalità delle proposte e per l'impostazione scientifica.
Un luogo, inoltre, che contribuisca alla qualificazione delle zone periferiche della città, con l'auspicio di invertire parzialmente il flusso migratorio che,
per quanto riguarda le attività culturali, muove dalle periferie verso il centro storico.

Tano Festa,"da Mondrian a Michelangelo" opere dal 1963 al 1978

Dal 22 novembre 2004 al 29 gennaio 2005, Cinecittàdue Arte Contemporanea ospiterà la mostra Tano Festa "da Mondrian a Michelangelo" opere
dal 1963 al 1978 a cura di Daniela Lancioni.

Il titolo "Da Mondrian a Michelangelo" ripropone quello dato da Festa ad alcune opere nelle quali convivono citazioni tratte dai due artisti evocati.
Nella mostra sarà esposta una selezione di dipinti scelti tra quelli più importanti realizzati dall'autore nell'arco di un decennio a partire dai primi anni
Sessanta, tutti contraddistinti dalla presenza di citazioni tratte dalle opere di alcuni grandi artisti del passato, da Michelangelo a Van Eyck, Ingres,
Mondrian, sino a De Chirico.
I dipinti selezionati provengono dai principali collezionisti di Festa e alcuni di essi, di notevole importanza, sono in questa occasione esposti e pubblicati
per la prima volta.

Attraverso questi lavori si vuole affrontare uno dei temi cruciali della cultura contemporanea, osservando il formarsi di una diversa idea di autore,
secondo la quale l'invenzione dell'artista muove necessariamente dalla storia che l'ha preceduta e dal contesto in cui si manifesta.
Un pensiero questo, alla cui formazione contribuirono, soprattutto nella seconda metà del Novecento, filosofi, artisti e poeti, portatori di un nuovo
umanesimo nel quale l'arte, la poesia, la scienza, l'etica, trovano nutrimento nella rinnovata consapevolezza della necessaria reciprocità dei rapporti tra
individui.

La scelta di Tano Festa, inoltre, risponde all'esigenza di esporre le opere di uno dei protagonisti della recente arte italiana volendo contribuire a
stimolare studi e approfondimenti sul suo lavoro. Dopo la scomparsa dell'artista, avvenuta a Roma nel 1988, alcune importanti mostre retrospettive ne
hanno già documentato l'opera, tra le altre le più importanti quella curata da Achille Bonito Oliva per il Comune di Roma nel 1988 e la mostra in coppia
con il fratello Francesco Lo Savio curata da Maurizio Fagiolo dell'Arco nell'ambito della Biennale di Venezia nel 1993.

In occasione della mostra sarà pubblicato un catalogo bilingue (italiano e inglese), illustrato, con testi di Daniela Lancioni, Marco Lodoli e Teresa
Ruggeri e con una testimonianza di Giulio Paolini, amico di Tano Festa negli anni del loro esordio. Il catalogo sarà completato dalle schede delle opere
e dagli apparati biografici e sarà venduto a prezzo di costo.

La mostra è patrocinata dall'Assessorato alle Politiche Culturali del Comune di Roma, è promossa dall'Associazione dei Commercianti del Centro
Commerciale di Cinecittàdue, in collaborazione con il Municipio X del Comune di Roma.


CINECITTÀDUE ARTE CONTEMPORANEA
Il nuovo spazio espositivo si trova a un livello superiore rispetto al piano dei negozi, cui si accede dalla piazza interna del Centro Commerciale
attraverso una grande scala o un ascensore panoramico.
Ha una superficie di circa 300 m2 articolata in un unico ambiente semicircolare che è stato attrezzato in conformità agli standard internazionali per la
tutela e la conservazione delle opere d'arte.

La programmazione di Cinecittàdue Arte Contemporanea prevede mostre a carattere storico che analizzino aspetti importanti, ma meno indagati della
più recente storia dell'arte; mostre dedicate ai più interessanti artisti del panorama italiano, con particolare attenzione a coloro che non hanno mai
esposto a Roma o a quegli artisti romani molto conosciuti ma che raramente espongono nella propria città. Non verrà dimenticata neanche la
fotografia con una serie di mostre sui massimi autori italiani.
All'attività espositiva sarà sempre affiancato un progetto didattico mirato a coinvolgere sia il pubblico di Cinecittàdue che gli studenti delle scuole
superiori e delle università di Roma con un programma di visite guidate, laboratori e incontri.


CINECITTÀDUE
Il centro commerciale Cinecittàdue è stato inaugurato nell'ottobre del 1988.
Situato all'incrocio tra via Tuscolana e viale Palmiro Togliatti sulla piazza Cinecittà sorge entro il perimetro originario dei noti Stabilimenti
Cinematografici.
Il complesso edilizio appositamente progettato e costruito accoglie al suo interno 120 esercizi commerciali con insegne a livello nazionale e viene
visitato da circa 500.000 clienti al mese.
Cinecittàdue è stato premiato a Vienna nel 1989 dall'International Council of Shopping Center quale miglior centro commerciale europeo.





SCHEDA INFORMATIVA
Mostra: Tano Festa,"da Mondrian a Michelangelo" opere dal 1963 al 1978
Curatore: Daniela Lancioni
Sede: Cinecittàdue Arte Contemporanea, Centro Commerciale Cinecittàdue, Viale Palmiro Togliatti 2, 00175 Roma
Presentazione alla stampa: venerdì 19 novembre, ore 11,30
Inaugurazione: sabato 20 novembre, ore 12,00
Durata mostra: 22 novembre 2004 - 29 gennaio 2005
Orario: novembre: dal lunedì al sabato dalle 10,00 alle 20,00; dicembre e gennaio: dal lunedì alla domenica dalle 10,00 alle 20,00
Ingresso gratuito
Informazioni: 06-7220910
Organizzazione: Alberto Becchetti e Bruna Marchini
Servizi didattici: Valerio Giannetti
Catalogo: 102 pagine, bilingue (italiano e inglese), illustrato a colori, testi di Daniela Lancioni, Giulio Paolini, Marco Lodoli, Teresa Ruggeri, una
lettera di Tano Festa a Giorgio Franchetti; venduto a prezzo di costo (circa 10 euro)


Come arrivare:
Metro A, fermata Subaugusta o Cinecittà
In automobile:
dal GRA uscita n. 21 Tuscolano, direzione Roma Centro
dal centro: San Giovanni, via Tuscolana
Parcheggio con 1.500 posti auto dove le prime due ore di sosta sono gratuite






Ufficio Stampa:
Maria Bonmassar: tel. 06-4825370 - 335-490311 - maria.bonmassar@tiscali.it
Novella Mirri: tel. 06-678 88 74 - 335-6077971 - ufficiostampa@novellamirri.191.it


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl