"S'ARDIA" SU INFOCHANNELTV - Sesto appuntamento televisivo con la produzione cinematografica dell'ISRE

Il documentario racconta della spericolata corsa equestre, s'Ardia appunto, che si corre il 6 e il 7 luglio nel santuario di San Costantino a Sedilo, nel cuore della Sardegna.

Allegati

20/ott/2009 08.06.14 Istituto Superiore Regionale Etnografico Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

              

                                                     Con preghiera di cortese pubblicazione             

                                                      

                                                     L'ISRE in TV

 

 

 


  S'Ardia

 

 

S'ARDIA” SU INFOCHANNELTV
Sesto appuntamento televisivo con la produzione cinematografica dell’ISRE.


Giovedì 22 ottobre 2009, su INFOCHANNELTV (visibile in tutta la Sardegna sul digitale terrestre) alle ore 21, andrà in onda la sesta puntata della trasmissione “ISRE Presenta” dedicata alla produzione cinematografica dell'Istituto Superiore Etnografico della Sardegna. Il film in programma è S'Ardia di Gianfranco Cabiddu.

Il documentario racconta della spericolata corsa equestre, s'Ardia appunto, che si corre il 6 e il 7 luglio nel santuario di San Costantino a Sedilo, nel cuore della Sardegna.
Nella tradizione popolare, questa corsa a cavallo, tanto breve quanto intensa e avvincente, vuole celebrare la vittoria di Costantino Imperatore su Massenzio nella battaglia di Ponte Milvio nel 312 d.C.
In realtà, forme assai antiche di religiosità popolare, parallele a quelle canoniche, veicolano ancora oggi contenuti tradizionali e motivi sempre nuovi, che rendono questa festa uguale e diversa anno dopo anno.
Il film trova la sua sintesi nell'attesa sospesa della "Pandela Madzore" (la Prima Bandiera), prima di partire al galoppo da "su frontigheddu": in quel momento, per la gente di Sedilo si condensano un anno di attesa e il significato intimo di appartenenza a una comunità, perché, come dicono a Sedilo:
"La prima bandiera si fa solo una volta nella vita e bisogna fare in modo che riesca bene".

Giovedì 29 ottobre, sempre in prima serata, ancora cinema etnografico con un documentario di Ignazio Figus, Brokkarios, incentrato sulla vicenda umana e professionale di una famiglia di vasai che vive e opera a Siniscola.


ISRE presenta”
Con questo ciclo di trasmissioni l’Istituto Superiore Etnografico della Sardegna mira a garantire la più ampia diffusione della propria produzione cinematografica -principalmente incentrata sulla vita e sulla cultura tradizionali dell'Isola- realizzata sia attraverso il proprio personale sia mediante ricorso a incarichi esterni.
Anche questa iniziativa, infatti, è volta alla promozione e alla valorizzazione dell'antropologia visuale e trova una propria collocazione nella costante opera di diffusione della cinematografia antropologica in Sardegna, in Italia e nel mondo (SIEFF– Sardinia International Ethnographic Film Festival, concorso AViSa –Antropologia Visuale in Sardegna, workshop biennale sull’antropologia visuale e numerose iniziative formative nel territorio sardo e nazionale) che l’Istituto da tempo svolge.

Info:
Istituto Superiore Etnografico della Sardegna
Via Papandrea, 6 - 08100 Nuoro
Tel: +39 0784 242900
Fax: +39 0784 37484
isresardegna@isresardegna.org
www.isresardegna.it

INFOCHANNELTV
info@infochanneltv.com
www.infochanneltv.com

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl