grazia scuccimarra al bertolt brecht

grazia scuccimarra al bertolt brecht Gentili colleghi vi invio il materiale dello spettacolo che inaugurerà la >rassegna del teatro d'attore organizzato dal COLLETIVO BERTOLT >BRECHT di Formia.

27/ott/2009 18.15.37 tbbufficiostampa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.



Gentili colleghi vi invio il materiale dello spettacolo che inaugurerà la

>rassegna del teatro d'attore organizzato dal COLLETIVO

BERTOLT

>BRECHT di Formia. Grazie per la collaborazione

>

>31 ottobre 2009 ore 20.30

>Teatro Il Graffio - Roma

>NOI RAGAZZE DEGLI ANNI '60

>di e con Grazia Scuccimarra

>musiche di Pino Cangialosi e Grazia Scuccimarra

>luci di Flavio Bruno

>

>Sala Istituto Filangieri a Formia (lt)

>Biglietto € 10,00

>

>Oggi tutti festeggiano tutto, anche ciò che è insignificante. Giusto,

quindi,

>accendere affettuosamente allegre candeline per i quindici anni di

>rappresentazione di "Noi, le ragazze degli anni `60", uno spettacolo che

nel

>lontano 1983 anticipò incredibilmente i tempi, mettendo in guardia i giovani

di

>allora dall'inesorabile ritorno di quel favoloso decennio. E quel favoloso

>decennio è tornato, trionfante in tutto il suo splendore: se ne ripropongono

la

>musica, gli abiti, i sentimenti, le scale di valori, i volti e le voci,

forse

>nel disperato tentativo di restituire un contenuto a quel senso di vuoto

>disorientante che sembra attanagliare tutti, giovani e meno giovani. Allora

ne

>riparliamo volentieri, disposti come sempre a ridere di quello che eravamo

e,

>soprattutto, di quello che siamo oggi. Se è vero, infatti, che è in pieno

>svolgimento I'operazione di recupero dei vecchi miti, è però

incontrovertibile

>che il tempo sia comunque passato, che tante cose siano avvenute e che,

perciò,

>questo nostalgico ritorno si scontri inevitabilmente con una società diversa

da

>quella di trent'anni fa. Con dolcezza e commozione, ma anche con rancore e

>tanta voglia di saldare vecchi conti, apriamo nuovamente il sipario su di

noi,

>giovani e meno giovani, uniti nel tentativo di essere sempre, comunque,

>protagonisti. Ridiamo di come eravamo sciocchi, teneri e inconsapevoli, e

di

>come siamo oggi, sicuramente coscienti, senza più veli a coprire la realtà

ma,

>al tempo stesso, tanto comicamente patetici nel volere far finta che tutto

>possa tornare azzurro e sereno come in quegli anni. Lo scopo è quello di

>passare due ore insieme, divertendoci da morire alle nostre spalle.

>

>

>







blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl