“Porte aperte” Ecor alle Cascine Orsine, Parco del Ticino: alla scoperta del biodinamico

"Porte aperte" Ecor alle Cascine Orsine, Parco del Ticino: alla scoperta del biodinamico Una realtà pioniera dell'agricoltura biodinamica in Italia, a pochi chilometri da Milano, a Bereguardo (Pavia), nell'incantevole contesto del Parco del Ticino: è Cascine Orsine, l' azienda agricola biologica che ospita domenica 21 marzo l'iniziativa annuale "Porte aperte", organizzata da Ecor, distributore di alimenti e prodotti biologici in collaborazione con l'Associazione per l'Agricoltura Biodinamica.

16/feb/2010 14.52.33 moca_interactive Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Una realtà pioniera dell’agricoltura biodinamica in Italia, a pochi chilometri da Milano, a Bereguardo (Pavia), nell’incantevole contesto del Parco del Ticino: è Cascine Orsine, l’ azienda agricola biologica che ospita domenica 21 marzo l’iniziativa annuale “Porte aperte”, organizzata da Ecor, distributore di alimenti e prodotti biologici in collaborazione con l'Associazione per l'Agricoltura Biodinamica.

Ogni anno “Porte aperte” riesce a mobilitare centinaia di persone (le ultime edizioni hanno visto circa 1.500 partecipanti) in un grande evento domenicale che fa incontrare le famiglie con una realtà esemplare della produzione biologica in Italia. Un’occasione per mettere a confronto il mondo bio: chi ha fatto del biologico il frutto del proprio lavoro con chi lo acquista in negozio e desidera “toccarne con mano” i valori.

Quest’anno, la scelta delle Cascine Orsine rende l’evento, ancor di più, un’occasione da non perdere per chi desidera conoscere metodi di produzione che salvaguardano la salute dell'ambiente e degli animali e visitare un’azienda agricola che da più di trent’anni coltiva e produce con questo spirito. Ma è anche un’opportunità per trascorrere una domenica in campagna, degustando alcune specialità biodinamiche, frutto di un lavoro che protegge la fertilità del terreno.

Visite guidate all’azienda sono previste nell’arco di tutta la giornata, dalle 10 alle 17, così da far toccare con mano la ricchezza del biodinamico, dai campi agli animali, ai vari momenti del processo produttivo. Alla mattina, i partecipanti saranno accolti con una colazione bio, mentre per pranzo potranno prenotarsi per il buffet a base di specialità biologiche: il menu sarà interamente vegetariano, realizzato con i prodotti di Cascine Orsine, secondo le ricette della tradizione. I bambini, da sempre ospiti speciali di “Porte aperte”, potranno divertirsi grazie ai giochi e ai laboratori creativi proposti dalla scuola Rudolf Steiner di Milano. Inoltre, il gusto del “buono” si sposerà con il “bello” attraverso la presenza di alcuni artisti, attori e musicisti, che intratterranno grandi e piccini.

Porte aperte” invita infine al dialogo con la scienza, le cui ricerche forniscono sempre più argomenti a favore del biologico e del biodinamico. Così, chi desidera confrontarsi con le motivazioni scientifiche a supporto del “mangiare bio” potrà partecipare all’incontro-dibattito su “Qualità degli alimenti e salute” con Matteo Giannattasio, medico e agronomo, docente e consulente del Servizio di allergologia del San Gallicano di Roma, nonché direttore scientifico della rivista e blog sull’alimentazione Valore Alimentare  

 

Ufficio Stampa:
Koinè Comunicazione, Beatrice Doretto,  mob.347 2419035                                    
ufficiostampa@ecor.it
  

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl