I vini di Sicilia e la loro versatilità.

10/giu/2010 13.04.00 MediaAgency Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

L’abbinamento cibo-vino è un’attività intrigante e complessa, che alcuni definirebbero ‘arte’.

Un’arte complessa perché presuppone un esame organolettico del vino e del cibo; un’arte intrigante perché un abbinamento, quando è ben riuscito, è una manna dal cielo che esalta tanto il cibo quanto il vino, portando con sé un piacere intenso il cui ricordo rimane nella mente e nel cuore.

La cucina italiana, in maniera particolare, è depositaria di una cultura gastronomica che trae origine da differenti realtà regionali, prestandosi a una gran varietà di abbinamenti cibo-vino.

La Sicilia, tradizionalmente terra di grandi vini, costituisce uno splendido esempio in materia.

Alla cassata e ai cannoli si abbina il Marsala, al cioccolato il Passito di Pantelleria, al tonno fresco alla griglia un robusto Nero d’Avola, a testimonianza della gran versatilità dei vini di Sicilia.

Anche per questo motivo i vini isolani sono riusciti a conquistare le ribalte enogastronomiche di tutto il mondo: da Londra a Shangai i vini di Sicilia sono conosciuti ed apprezzati.

Il successo di questi vini è in gran parte imputabile alla geografia dell’isola: un clima mite tutto l’anno, la qualità del suolo e l’esperienza dei viticoltori siciliani costituiscono un mix che si è rivelato vincente.

Qualità, gusto ed estrema versatilità: questi i segreti dei vini di Sicilia.

                                                                                      

 

Vini Sicilia – Nanfro

CDB//Agency – iotiposiziono.it

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl