Una buona igiene orale per evitare danni irreparabili

Tale malattia o affezione, che dir si voglia, trova la sua causa primaria nell'infiammazione delle gengive dovuta ad una placca batterica, al tartaro, residui di cibo, fumo,.. insomma a una cattiva igiene orale!

10/giu/2010 17.05.37 Luca Comos Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Piorrea? Parodontite? Ragazzi non sono nuovi mostri messi sul mercato interattivo da facebook o da qualsiasi altro social media! Sono due termini che indicano un’affezione dell’apparato dentale : l’infiammazione del parodonto e cioè dell’insieme delle strutture che sostengono il dente e quindi l’osso alveolare, il legamento alveolo dentale, la gengiva e il cemento radicolare. Tale malattia o affezione, che dir si voglia, trova la sua causa primaria nell’infiammazione delle gengive dovuta ad una placca batterica, al tartaro, residui di cibo, fumo,.. insomma a una cattiva igiene orale! Se non si interviene con adeguate terapie cosa succede? I batteri distruggono l’epitelio giunzionale che lega la gengiva al dente e una volta che questo si rompe i batteri entrano in profondità ed agiscono indisturbati ed iniziano la distruzione del parodonto.

I sintomi più evidenti, anche ad occhio nudo e non esperto, di tutto questo sono un facile sanguinamento durante il lavaggio dei denti, l’alitosi (alito sgradevole), arrossamento della gengiva e dolore alla pressione della gengiva. Lo stato avanzato della piorrea è riscontrabile nella mobilità del dente e quindi nella sua possibili se non quasi certa caduta futura. Nel momento in cui presentano i sintomi primari nella propria bocca la cosa migliore è chiamare il dentista e prendere un appuntamento il prima possibile!

Maggiori informazioni : dentisti firenze

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl