Grottino di Roccanova. Il pedigree e la storia del vino di Roccanova per eccellenza

Il pedigree e la storia del vino di Roccanova per eccellenza.

15/mar/2011 17.13.23 pg press Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 

Colore rubino con riflessi violacei; odore intenso con richiami di frutti del sottobosco, ciliegia e spezie; sapore pieno, asciutto e robusto. Sono queste le caratteristiche organolettiche del vino di Roccanova. Le caratteristiche che eredita dal particolare procedimento di maturazione nelle “grotte del vino” tra le colline di quelle terre, e che gli danno il nome di Grottino di Roccanova.

La storia della città è legata in modo indissolubile alle grotte, che si possono trovare lungo le colline di tutta la periferia di Roccanova. Scavate nelle pareti tufacee, con pareti in pietra arenaria, sono uniche nel loro genere, ed alcune molto antiche: risalgono al diciottesimo secolo. È inutile dire che sono motivo d’orgoglio per i viticoltori e gli artigiani del vino che abitano e lavorano in questi luoghi.

Come i vitivinicoltori dell’azienda agricola di Torre Rosano, specializzata nella produzione del Grottino. Ma non è l’unica varietà di vino che la cantina produce nel rispetto del comandamenti della tradizione. Propone anche Cantrum, bianco e rosso, e l’Aglianico.

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl