Eicosanoidi e integratori

08/ago/2011 16.59.51 Carlotta Tinti Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 


Con integratori alimentari vengono identificati quei prodotti specifici aventi lo scopo di favorire l’assimilazione di alcuni principi nutritivi assenti nei cibi di una dieta non equilibrata. Al giorno d'oggi c'è molta disinformazione sull'argomento integratori. Spesso la confusione tra integratore e doping nasce dall'uso del termine “anabolico”, molto in auge nel settore degli integratori proteici. Oltre agli anabolizzanti contenuti negli integratori proteici essi si possono trovare in alcuni alimenti, come carne, albumi d'uovo e pesce. Gli integratori, in soldoni, sono principi nutritivi concentrati, contenenti proteine, sali minerali, vitamine, e via dicendo. Come si diceva precedentemente, gli integratori servono laddove un regime alimentare non riesce ad apportare i giusti nutrienti all’organismo. Un esempio di regime alimentare dove spesso sono mancano alcuni importanti micronutrienti, da integrare, è la dieta a zona. La dieta a zona è un regime alimentare inventato da Barry Sears, il quale si basa sulla necessità di tenere basso il livello di insulina,la quale se è in quantità maggiori al necessario trasforma i carboidrati in eccesso in adipe. Lo scopo principale della dieta a zona sta nello strutturare un regime alimentare ideale, in modo tale da stimolare la produzione di eicosanoidi(pseudo ormoni) buoni ed eliminare, o tenere a livelli bassi, gli eicosanoidi cattivi, ottenendo come risultato il miglioramento di varie funzioni del nostro organismo. Questa dieta è conosciuta anche con il nome di 40 30 30, in quanto le proporzioni dei nutrienti sono composte da 40 % carboidrati, 30 % proteine e il restante 30 % e costituito dai grassi

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl