I BAMBINI PROTAGONISTI A I PICAI DEL RECIOTO

24/gen/2012 09.24.19 studiocru Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Divertente e partecipata la gara fra gli alunni delle scuole primarie della DOC Gambellara. La vittoria a Montebello Vicentino

È stata la scuola primaria “G. Cederle” di Montebello Vicentino ad aggiudicarsi la gara di spremitura fra studenti della quinta classe all’ottava edizione de I Picai del Recioto. Una formula nuova per la manifestazione che ogni anno dal 2004 porta in piazza i produttori del Recioto DOCG di Gambellara per la spremitura pubblica delle uve lasciate appassire appese al soffitto dei fruttai aziendali sotto forma di Picai. Ospitata dal comune di Montorso Vicentino all’interno di Villa Da Porto, la manifestazione è stata infatti anticipata al mattino e rivoluzionata nella sua formula: ci si è infatti affidati alla simpatia del gruppo vicentino di folkcabaret Anonima Magnagati per iniziare la giornata, per poi dare spazio al rito della spremitura vero e proprio, quest’anno affidato ai bambini delle scuole primarie presenti sul territorio della DOC Gambellara. Quasi 50 i figuranti che, vestiti con costumi contadini caratteristici e a bordo di trattori d’epoca, hanno portato i picai delle migliori uve dei produttori della DOC Gambellara sul palco.
A seguire la gara vera e propria: si sono dati battaglia prima con i piedi e poi con le braccia – per far muovere la leva di due antichi torchi – i bambini di quinta delle scuole primarie di Gambellara, Montorso Vicentino, Zermeghedo e Montebello Vicentino. Sono stati questi ultimi ad aggiudicarsi la sfida, oltre che il premio in materiale scolastico messo a disposizione dalla Strada del Recioto.
“L’appuntamento ci è sembrato un’ottima occasione – dichiara Antonio Tonello, Presidente della Strada del Recioto e dei vini Gambellara DOC – per coinvolgere anche i nostri bambini, cercando di far loro recuperare quel contatto con la terra e con i prodotti agricoli che le nuove generazioni sembrano aver smarrito. Va in questa direzione anche la scelta dell'Anonima Magnagati, espressione divertente del nostro spirito vicentino e delle nostre tradizioni”.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl