I Prodotti Agroalimentari Carbone poggiano su basi solide: COMPATTA di ICAM.

31/lug/2012 17.23.09 RINALDI Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

A fronte dell’esigenza di ottimizzare l’utilizzo dello spazio e incrementare l’efficienza delle operazioni di prelievo assicurando massima sicurezza nella conservazione della merce stoccata, l’azienda Prodotti Agroalimentari Carbone ha acquistato due magazzini COMPATTA di ICAM per lo stoccaggio di prodotti finiti e imballaggi.

 

L’Italia è protagonista nel comparto delle tecnologie per l'industria alimentare che rappresenta il secondo ambito industriale del Paese, con un fatturato globale pari a 124 miliardi di euro, nel 2010 (dati 2010, fonte G.I.S.I. - SDA Bocconi). Un ammontare rilevante, tenuto conto anche delle potenzialità di espansione di questo mercato.

Le aziende della filiera, difatti, puntano ad essere sempre più competitive sui mercati esteri e riqualificare e razionalizzare l'offerta sul mercato nazionale. Per questo, investono nell’acquisto di impianti automatizzati, innovativi e sicuri che riducono le operazioni manuali ottimizzando i tempi di processo e migliorano le strategie di controllo utili a stabilizzare la produzione.

L’automazione di magazzino garantisce, inoltre, protezione dell’alimento evitando potenziali contaminazioni dovute all’uso di macchinari industriali alimentari di tipo tradizionale; permette di ridurre gli scarti e di aumentare la shelf life del prodotto finito e, in generale, comporta una maggiore tutela del consumatore, in ottemperanza alle norme vigenti che, tra l’altro, diventano sempre più restrittive.

Una panoramica generale del settore e dei vantaggi dovuti all’applicazione di soluzioni automatiche che spiegano la scelta del Pastificio Carbone, azienda che l’anno scorso, nell’ambito del processo di crescita, nonostante il periodo economico particolarmente sfavorevole, ha acquistato due magazzini a basi mobili COMPATTA di ICAM per la riorganizzazione logistica del magazzino.  Dotata di un opificio di circa 3.000 mq, P.A.C. (Prodotti Agroalimentari Carbone) ha da sempre mostrato la sua sensibilità nei confronti rispetto al settore agroalimentare: presenta tre linee di produzione con capacità produttiva totale di circa 200 q.li giorno ed è dotata di impianti estremamente flessibili che consentono di gestire al meglio le produzioni, proporre al cliente soluzioni variegate di imballaggio.

Sito a  Melfi (PZ), il pastificio è attivo nella lavorazione in conto terzi per brand rinomati nel territorio nazionale e internazionale. Opera prevalentemente nel mercato italiano attraverso piattaforme concessionarie che curano la distribuzione di due grandi famiglie della gamma dei formati: pasta fresca corta (orecchiette, cavatelli, strascinati, ferretti, fusilli calabresi, trofie, strozzapreti, paccheri e calamarata); pasta fresca lunga di sola semola e di semola e uovo (troccoli, scialatielli, tagliatelle all’uovo, chitarra, tagliolini, fettuccine, pappardelle e lasagne normali e sottili). Le materie prime utilizzate nel processo produttivo provengono tutte da fornitori italiani e i prodotti con shelf-life di 90 gg. sono confezionati in atmosfera protettiva con iter produttivo che contempla un'unica pastorizzazione a tutto vantaggio della qualità.

 

La soluzione

Il Pastifico Carbone ha un’area di stoccaggio pari complessivamente a ben 500mq, suddivisa in due aree funzionali: magazzino frigorifero per il picking  di prodotti finiti e magazzino destinato agli imballaggi.

L’azienda ha investito maggiormente nella zona destinata alla cella frigo, pari a ben 300mq. Il risultato è stato un aumento della capacità di stoccaggio, da 100 a 500 UdC di prodotto finito (pasta fresca).

Nella restante parte del magazzino destinata all’imballaggio, ampia 200mq c.a., l’automazione ha generato a un incremento di 100 pedane c.a., da 50 a 150 UdC (buste cartoni).

Esito sorprendente, raggiunto grazie a COMPATTA di ICAM il sistema di stoccaggio composto da scaffalature montate su basi mobili che scorrono su rotaie opportunamente integrate nel pavimento. Le basi mobili grazie ad un meccanismo di motorizzazione consentono di volta in volta l’accesso al materiale depositato mediante l’apertura del solo corridoio interessato. Per questo, a parità di spazio impegnato, le basi mobili COMPATTA, permettono di incrementare la capacità di stoccaggio di oltre l’80% rispetto al sistema tradizionale a scaffalature statiche.

Grazie alla notevole capacità di ottimizzazione dello spazio i magazzini compattabili sono perfetti per lo stoccaggio in cella frigo (fino a - 40°C); sostituiscono qualunque soluzione di immagazzinamento per prodotti surgelati e garantiscono una riduzione della cella a parità di capacità, o a parità di cella un aumento della capacità, sino al doppio. La concentrazione di merce e la conseguente riduzione di spazi vuoti preserva la temperatura minimizzando il consumo di energia.

Generalmente gli impianti COMPATTA possono essere dotati di alcune funzionalità opzionali che ne migliorano l’utilizzo: il sistema Relax permette il distanziamento delle scaffalature in modo uniforme tra loro quando l’impianto non è in uso, in modo da far meglio circolare l’aria nelle celle frigorifere o introdurre l’acqua in caso di incendio; il sistema Lux favorisce il risparmio energetico grazie all’accensione automatica delle luci nel solo corridoio utilizzato; il sistema picking consente rapide operazioni di prelievo grazie alla suddivisone del corridoio principale in due o più accessi.

P.A.C. non necessitava delle funzionalità descritte per il magazzino con basi mobili COMPATTA a movimentazione elettromeccanica destinato in cella frigo a temperatura +3/4°C., alto 7m c.a. in grado di contenere 488 UdC con dimensioni pari a 800x1200x1920Hmm, peso 400Kg, livello di carico in altezza n°2+base. Un totale di N°6 tra scaffalature mobili e fisse.

 

L’impianto installato nella zona di imballaggio, invece, ha altezza di 6mq c.a., può contenere 150 UdC con dimensioni di 800x1200x1920Hmm, peso 775Kg, livello di carico in altezza n°2+base. Un totale di N°3 tra scaffalature mobili e fisse.

Entrambe le macchine sono dotate di scaffalatura mobile perfettamente modulare e uguale in tutto il magazzino. Le caratteristiche costruttive e meccaniche sono finalizzate a perseguire la massima affidabilità. La meccanica di movimento è impostata con motoriduttori accoppiati sulle ruote motrici dei carrelli ed è tale da garantire movimentazione lineare, sincronica e parallela.

 

L'elettronica garantisce il controllo e la sicurezza in ogni condizione. L'impianto elettrico di ogni impianto di scaffalature mobili compattabili è composto da:

-               un quadro elettrico generale, comprendente PLC di sistema ed inverter di comando, che ha il compito di comando e controllo. Segnala in tempo reale l’intervento di fotocellule di protezione collocate sull’impianto e attiva pulsanti di emergenza, quando necessario. Inoltre, la logica di controllo dell’intero impianto, basata su una innovativa trasmissione dati su bus di campo COMPOBUS, permette di movimentare le basi mobili singolarmente anche in situazione di emergenza e di implementare successivamente, altre funzioni diagnostiche, gestionali e di controllo remoto della macchina.

-               un quadro elettrico periferico disposto a bordo di ogni carrello mobile che comanda e controlla la base mobile di appartenenza. Comprende pulsantiera utile alla movimentazione della scaffalatura; pulsante di emergenza per l'arresto immediato dell'impianto in caso di pericolo; unità luminosa lampeggiante per segnalare il movimento della scaffalatura.

I radiocomandi per l'apertura a distanza del corridoio desiderato, assicurano l’attivazione di un ciclo di funzionamento dedicato che prevede l’azionamento dell’impianto, con consenso di ciclo, ogni qualvolta l’operatore si allontana dal corridoio di esercizio.

Conclusioni

Grazie a ICAM, il Pastifico Carbone ha potuto realizzare un magazzino efficiente in linea con le logiche di stoccaggio dettate attualmente dal mercato e gestire i processi produttivi secondo metodi primi impossibili.

Le basi mobili COMPATTA hanno consentito a P.A.C. non solo di ottimizzare lo spazio e i tempi di allestimento ordini ai clienti ma, soprattutto, di semplificare i processi logistici garantendo tracciabilità, cura e attenzione allo stato di conservazione dei prodotti

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl