Speciale sprechi alimentari su Energie Sensibili: ogni anno, in questo periodo, 440mila tonnellate di cibo finiscono nei rifiuti

03/gen/2014 12.08.56 Diesis Group Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Passate le festività di Natale e Capodanno, è già ora di bilanci. Uno in particolare deve far riflettere ed è stato approfondito questa settimana dal magazine online www.energiesensibili.it: ogni anno in questo periodo finiscono nei cassonetti circa 440mila tonnellate di cibo per un valore di 1,32 miliardi di Euro. I dati sono della Cia, la Confederazione italiana agricoltori, e lanciano l’allarme sullo sperpero di risorse e il danno rilevante per l’ambiente, costato in media 50 euro a famiglia. Ma il fenomeno dello spreco alimentare è una piaga che dura tutto l'anno, nonostante un sondaggio di Last Minute Market (giugno 2013) abbia messo in evidenza che il 78% degli italiani dichiara di essere contro lo spreco alimentare. Secondo questo Osservatorio, nelle case si sprecano mediamente il 17% dei prodotti ortofrutticoli acquistati, il 15% di pesce, il 28% di pasta e pane, il 29% di uova, il 30% di carne e il 32% di latticini. Contro il fenomeno, il Ministero dell’Ambiente ha creato a novembre un gruppo di lavoro per la definizione di un Piano nazionale per la prevenzione degli sprechi che dovrebbe far risparmiare in Italia circa 8,7 miliardi di Euro.

Lo speciale di Energie Sensibili è online all’indirizzo: http://www.energiesensibili.it/it/i_numeri_e_i_rimedi_dello_spreco_alimentare_nel_mondo/

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl