RICETTE D’AUTORE PER LA LINEA ITALIA TIPI CA DI PEDON: LA TRADIZIONE INCONTRA LA MODERNITÀ IN CUCINA

29/gen/2016 10.13.46 Pedon Spa Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 


 

RICETTE D’AUTORE PER LA LINEA ITALIA TIPICA DI PEDON:

LA TRADIZIONE INCONTRA LA MODERNITÀ IN CUCINA

 

Il Maestro Rossano Boscolo esalta la linea premium di Pedon:

un binomio perfetto per portare gusto e creatività in cucina

 

Molvena (VI), 29 gennaio 2015 �“ Nasce il nuovo ricettario d’autore che esalta la qualità della linea premium di Pedon a marchio Italia Tipica. Il Maestro Rossano Boscolo propone un percorso gastronomico nuovo e moderno, per gustare i piatti tipici della migliore tradizione italiana con un tocco di creatività.

 

Italia Tipica è la linea premium di Pedon costituita da otto referenze delle migliori qualità di legumi e cereali italiani, provenienti da filiere controllate dei territori dell’agricoltura italiana. Nata per celebrare il trentesimo anniversario dell’azienda, Italia Tipica è confezionata in un pratico ed elegante packaging che ricorda l’artigianalità, la genuinità e la tradizione del prodotto.

 

Perfetti per variare la dieta quotidiana, cereali e legumi sono ricchi di fibre e proteine e poveri in grassi e rappresentano una valida alternativa a riso e pasta, l’ideale per la preparazione di piatti caldi dal sapore invernale.

 

Il ricettario completo è scaricabile tramite QR Code stampato sul pack oppure dal sito www.pedon.it dove sono reperibili tutte le informazioni sui territori di provenienza e sulle filiere delle singole referenze.

 

Referenze: Fagioli Stregoni delle Valli Cuneesi; Fagioli Cannellini del Piemonte; Orzo dell’Alta Tuscia; Farro delle Crete Senesi; Lenticchie dei Monti Sibillini; Lenticchie di Castelluccio (IGP); Ceci della Murgia; Zuppa dei sapori regionali

Formato: 250g - 350g

Prezzo consigliato al pubblico: da 2,00 € a 3,20 €

 

Ecco una selezione di piatti estratti dal ricettario che portano la firma del Maestro, perfetti da portare in tavola in questi giorni invernali e per accontentare tutta la famiglia.

 

Lenticchie stufate alla pancetta e salvia con cubo di polenta glassata

 

Ingredienti per 4 persone

Per le lenticchie:

500 g Lenticchie dei monti Sibillini

Italia Tipica

100 g pancetta affumicata

50 g cipolla tritata

30 g carota tritata

30 g sedano tritato

1 spicchio aglio

2 foglie di salvia

30 g concentrato di pomodoro

q.b. brodo vegetale

 

Per la polenta:

200 g farina gialla

1200 lt acqua

100 ml prosecco

20 g olio EVO

100 g formaggio asiago grattugiato

q.b. sale e pepe

 

Per la finitura:

16 fette di pancetta affumicata

50 g asiago grattugiato

50 g burro

4 foglie di salvia

 

Preparazione

Per la polenta:

Versare l’acqua in una pentola capiente con il prosecco, portarla ad ebollizione unire il sale e l’olio; aggiungere la farina a pioggia, mescolando con una frusta per evitare la formazione di grumi. Al primo bollore abbassare la fiamma e cuocere per 40 minuti. Quando è quasi pronta unire il formaggio asiago e regolare di gusto. Stendere su placca con spessore di 4 cm, lasciarla freddare e poi tagliarla a cubi di 4x4; rosolarla in padella con un filo d’olio.

 

Per le lenticchie:

Sciacquare le lenticchie sotto acqua corrente, quindi mettere in un tegame con aglio e salvia. Versarvi 2 lt di acqua fredda e portare ad ebollizione; coprire e cuocere a fuoco lento per 25 minuti c.a. Far soffriggere in olio la pancetta con il trito di verdure, unirvi le lenticchie scolate, farle insaporire per qualche minuto e unire il concentrato di pomodoro sciolto in un po’ d’acqua di cottura delle lenticchie. Cuocere a fuoco lento per 20 minuti. Regolare di sale di pepe.

 

Per la presentazione:

Impiattare in una fondina ponendo al centro del piatto le lenticchie con adagiato sopra il nostro cubo di polenta croccante bagnato con l’asiago disciolto nel burro, pancetta croccante e pezzetti di salvia.

 

 

Pasta e Fagioli con olio e pepe

 

Ingredienti per 4 persone

Per la zuppa di fagioli:

200 g Fagioli stregoni delle valli Cuneesi Italia Tipica essiccati

50 g guanciale di maiale

50 g cipolla tagliata a cubetti

50 g sedano tagliato a cubetti

50 g carote pelate tagliate a cubetti

1 foglia di alloro

50 g verza

50 g cavolo nero

2,5 lt brodo vegetale

 

Per la pasta:

80 g ditalini

 

Per il soffritto:

20 g olio EVO

5 g aglio pulito

1 rametto rosmarino

2 foglie di salvia

0,5 g peperoncino rosso fresco

 

Per la guarnizione:

10 g olio EVO

4 rametti di rosmarino

q.b. pepe nero macinato al mulinello

 

Preparazione

Per la zuppa di fagioli:

Versare in una casseruola sedano, carota cipolla e i fagioli precedentemente ammollati per otto ore se la tipologia lo richiede e il guanciale. Aggiungere alloro, verza e cavolo nero tagliati a striscioline, acqua e regolare di sale. Cuocere a fuoco lento per 30 minuti.

Far riposare per 20 minuti e passare al passaverdure e maglia fine 1/4 di fagioli e tutte le verdure. Riunire il tutto far ribollire e regolare di gusto e di densità.

 

Per la pasta:

Aggiungere alla zuppa di fagioli la pasta e cuocerla per 10-12 minuti.

 

Per il soffritto:

A parte, in un altra casseruola, versare l’olio aggiungendo l’aglio, rosmarino, salvia e peperoncino; fare un soffritto, filtrarlo ed infine versarlo nella zuppa.

 

Per la presentazione:

Servire la pasta e fagioli nel piatto con un filo do olio a crudo, un rametto di rosmarino sale, pepe macinato e guanciale croccante.

 

 

Panelle di ceci con pecorino fondente


Ingredienti per 4 persone

Per le panelle:

500 g Ceci della Murgia Italia Tipica

1,5 lt acqua

15 g sale grosso

q.b. semi di finocchio

q.b. prezzemolo tritato

100 g pecorino romano

 

Preparazione

Passare al mulino i ceci per ottenere la farina di ceci. Portare l’acqua ad ebollizione assieme al sale, aggiungere a pioggia la farina di ceci e frustare il composto in maniera da non formare grumi. Appena sarà ben cremoso incorporare con un cucchiaio di legno semi di finocchio e prezzemolo tritato. Togliere dal fuoco il composto ed aspettare che si raffreddi in uno stampo rettangolare. Far riposare mezza giornata e tagliare in piccoli quadrati e friggere in olio ben caldo. Servire subito con del pecorino romano.

 


Orzotto mantecato al taleggio con cuore di ragù di coniglio

 

Ingredienti per 4 persone

Per la cottura dell’orzotto:

320 g Orzo dell’alta Tuscia Italia Tipica

10 g burro

20 g scalogno pulito a cubetti

1 foglia di alloro

40 g vino bianco sauvignon

1100 g brodo di pollo

 

Per il ragù di coniglio:

1/2 coniglio tagliato a pezzetti

20 g olio EVO

1 fetta di guanciale

50 g cipolla rossa pulita e tagliata a cubetti

50 g sedano verde pulito e tagliato a cubetti

1 spicchio aglio

1 foglia di alloro

2 gambi di prezzemolo

1 rametto di rosmarino

50 g vino bianco

q.b. brodo pollo o fondo bianco comune

q.b. sale e pepe

 

Per la terminare:

60 g burro freddo a cubetti

5 g olio EVO

50 g parmigiano reggiano stagionato

120 g taleggio d.o.p.

 

Preparazione

Per il ragù di coniglio:

In una casseruola far rosolare con l’olio il guanciale, la cipolla, il sedano a cubetti e l’aglio. Unire il coniglio salato e pepato, farlo rosolare, bagnare con il vino bianco. Aggiungere la foglia di alloro, il rosmarino e i gambi di prezzemolo. Coprire e cuocere a fuoco medio, bagnando con il brodo mano a mano che si rende necessario. A cottura ultimata togliere il coniglio dalla casseruola e disossarlo e tagliare la polpa a cubetti. Passare la metà del sugo al passaverdure a maglia fine. Riunire i sughi con la polpa del coniglio e regolare di gusto con sale e pepe.

 

Per la cottura dell’orzotto:

Mettere in ammollo in acqua fredda l’orzo per circa due ore. Mettere in una casseruola da risotto lo scalogno con il burro e la foglia di alloro; farlo appassire a fuoco lento. Aggiungere l’orzo e tostarlo per circa un minuto, bagnarlo con il vino bianco, coprire a filo con il brodo di pollo bollente. Cuocere l’orzo mescolando regolarmente e bagnandolo con altro brodo a mano a mano che si asciuga.

 

Per la mantecazione:

Togliere l’orzo dal fuoco e mantecarlo con il burro freddo e l’olio; aggiungere il vino e il parmigiano grattugiato e terminare la mantecazione con il taleggio tagliato a cubetti. Regolare di gusto con il sale e il pepe e di densità. Lasciar riposare.

 

Per la presentazione:

Servire l’orzotto all’onda ponendo con un cucchiaio il ragù di coniglio. Guarnire con foglie di salvia e alloro.

 

Mini zuppa con chupa chups di salsicce chips di grana


Ingredienti per 4 persone

200 g Zuppa dei sapori regionali Italia Tipica

500 ml di brodo vegetale

1 cipolla

1 carota

q.b. sale e pepe

q.b. olio EVO

240 g di salsiccia di suino

100 g di formaggio grana grattugiato

 

Preparazione

Per la zuppa:

Cuocere la zuppa in abbondante brodo vegetale per circa un’ora e se necessario prevedere una fase di ammollo. Aggiustare di sale. Nel frattempo mondare la carota e la cipolla e rosolare in olio EVO. A cottura ultimata della zuppa, scolarla, avendo cura di conservare una parte di liquido ed aggiungerla alle verdure precedentemente rosolate, continuando a cuocere ancora per qualche minuto. Aggiustare di sale e di pepe.

 

Per i chupa chups di salsiccia:

A parte tagliare la salsiccia a cubetti e sigillare in una padella arroventata dopo di che infilzare all’interno uno spiedino alimentare, formando così un chupa chups.

 

Per le chips di grana:

Disporre un pizzico di grana su un foglio di carta da forno, formando un piccolo cerchio ed infornare per 7-8 minuti finché non diventino dorate.

 

Presentazione:

Porre la zuppa in piccole ciotole, guarnire con il chupa chups di salsiccia e la chips di grana. Irrorare con olio EVO e servire caldo.


 

www.pedon.it


About Pedon

Fondata nel 1984 dai tre fratelli Pedon, come azienda distributiva all’ingrosso di prodotti alimentari, Pedon è oggi presente capillarmente in tutti i moderni canali distributivi, sia con prodotti a proprio marchio, sia come private label per la GDO con oltre 100 linee a marchio privato e 3.000 referenze. Le aree di business dell’azienda, oltre a quella predominante dei cereali e legumi secchi, si diversificano nei preparati per dolci, funghi secchi, alimenti biologici e senza glutine. Punto distintivo e di forza del Gruppo Pedon è la rete globale di approvvigionamento, presente in 15 Paesi nei 5 continenti, che tramite la divisione Acos riesce a garantire nel tempo elevati livelli qualitativi ed il controllo totale delle filiere di approvvigionamento.

Il Gruppo Pedon oggi è il punto di riferimento a livello mondiale per la lavorazione, il confezionamento e la distribuzione di cereali e legumi secchi. Un’impresa di successo che vanta un fatturato di 90 milioni di euro in 25 Paesi (40% export) e impiega 600 persone con propri stabilimenti in Italia, Egitto, Etiopia, Argentina e Cina.

 


Cordialmente,
Chiara Guerrini
Ufficio Stampa Pedon Spa

guerrini@soluzionegroup.com
------------------------------------------------------
Soluzione Group Srl
Via Francesco Lana, 1
25020 - Flero (BS)
Tel. 030 35 39 159
Fax 030 35 82 476


blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl