Un metodo rapido per la misura dell'indice di stabilità dell'olio

Un metodo rapido per la misura dell'indice di stabilità dell'olio Lo studio pubblicato su Journal of AOAC ha dimostrato che il metodo OxiTester è una valida alternativa al metodo Rancimat per la valutazione dell'indice di stabilità dell'olio.

09/ott/2008 13.20.22 CDR s.r.l. Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Lo studio pubblicato su Journal of AOAC ha dimostrato che il metodo OxiTester è una valida alternativa al metodo Rancimat per la valutazione dell'indice di stabilità dell'olio.

Lo studio pubblicato su Journal of AOAC International condotto dalle società Asteriadis S.A. e Minerva S.A. in collaborazione con l'università di Atene il metodo fotometrico OxiTester è stato validato e comparato con il metodo ufficiale per la determinazione dell'indice di stabilità dell'olio comunemente chiamato Rancimat.

L'indice di stabilità dell'olio è il parametro fondamentale che ne quantifica la stabilità ossidativa e quindi determina la conservabilità (shelf life) del prodotto.

Il metodo OxiTester per la determinazione dei polifenoli/indice di stabiltà dell'olio di oliva, semplice e veloce si è rivelato una valida alternativa al metodo Rancimat. Infatti lo studio ha dimostrato una adeguata correlazione tra i due metodi su un ampio numero di campioni di olio con caratteristiche molto diverse tra loro. Il tempo di analisi del metodo OxiTester è di circa 6 minuti e quindi è significativamente minore rispetto a quello del metodo Rancimat che in media raggiunge le 10 - 12 ore.

Fonte ufficiale: www.oxitest.it/studi-comparativi/oxitester-rancimat.html

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl