IMPRESAMIA.IT-UE - Zaia: rilancio imprese agroindustriali

IMPRESAMIA.IT-UE - Zaia: rilancio imprese agroindustriali Il nuovo regime di aiuti sarà uno strumento di potenziamento delle Pmi agroalimentari di qualità Una boccata d'ossigeno alle nostre imprese per uscire dalla crisi attuale e conquistare nuovi mercati.

17/giu/2009 19.10.20 IMPRESAMIA.IT Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il nuovo regime di aiuti sarà uno strumento di potenziamento delle Pmi agroalimentari di qualità


Una boccata d'ossigeno alle nostre imprese per uscire dalla crisi attuale e conquistare nuovi mercati. Così il ministro delle Politiche agricole alimentari e forestali, Luca Zaia (nella foto), ha commentato l’esito della riunione odierna della Commissione europea, nella quale è stato approvato il nuovo regime di aiuti dell’Istituto sviluppo agroalimentare – Isa S.p.A., società finanziaria del Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali, per gli interventi a sostegno degli investimenti agroindustriali.
Il nuovo regime di aiuti, valido fino al 2013, consentirà di promuovere gli investimenti delle piccole e medie imprese e delle imprese intermedie localizzate in tutto il territorio nazionale e delle grandi imprese delle aree sottoutilizzate del Paese, mediante l’acquisizione di u Ue Unione europea commissione imprese agroalimentarina partecipazione di minoranza al capitale sociale e l’erogazione di un finanziamento a tasso agevolato, pari al 30% del tasso di riferimento. Le spese ammissibili all’agevolazione comprendono gli investimenti in attivi materiali (terreni/aree fabbricabili, opere murarie e assimilate, impianti/macchinari e attrezzature nuovi di fabbrica), gli investimenti in attivi immateriali (attivi derivanti da trasferimenti di tecnologia mediante l’acquisto di diritti di brevetto, licenze, know- how e conoscenze tecniche non brevettate), gli studi preliminari di fattibilità e le consulenze connesse agli investimenti. Le nuove modalità di intervento consentiranno di allargare la platea dei beneficiari, in particolare delle piccole e medie imprese, con una ricaduta positiva sulla competitività del sistema agroalimentare.
In considerazione dell’esperienza acquisita da Isa nel finanziamento dei progetti, il nuovo regime di aiuti prevede procedure semplificate e più vantaggiose, in termini di durata e di tasso d’interesse, ridotto al 15% del tasso di riferimento, per i progetti di piccole dimensioni, fino a 2 milioni di euro di intervento, a condizione che il finanziamento non superi il 50% degli investimenti ammissibili e che l’ altro 50% sia coperto da risorse proprie dell’azienda.
blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl