CVA, Allo Scialo 2006 l'Argento del Gran Premio Internazionale MUNDUSvini

CVA, Allo Scialo 2006 l'Argento del Gran Premio Internazionale MUNDUSvini Viticultori Associati Canicattì Allo Scialo 2006 La Medaglia d'Argento del Gran Premio Internazionale MUNDUSvini Ottobre è il tempo dei primi bilanci per le aziende vitivinicole.

12/ott/2009 12.15.58 Gran Via Società&Comunicazione Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

 Viticultori Associati Canicattì

 

Allo Scialo 2006 La Medaglia d’Argento del

Gran Premio Internazionale MUNDUSvini

 

Ottobre è il tempo dei primi bilanci per le aziende vitivinicole. Concluse le operazioni vendemmiali in cantina inizia un periodo delicato, interamente dedicato a preservare, nella fase di vinificazione, le qualità organolettiche delle uve raccolte. Ottobre è anche tempo di riconoscimenti e medaglie: il primo Viticultori Associati lo riceve dal Gran Premio Internazione MUNDUSvini, in Germania, uno dei concorsi più autorevoli e di respiro internazionale del mondo del vino in Europa. È lo Scialo 2006  - un blend  di nero d’avola e syrah – ad aggiudicarsi la medaglia d’argento del Gran Premio Internazionale MUNDUSvini, un riconoscimento molto importante per il prestigio dell’Accademia Internazionale del Vino MUNDUSvini che, fin dalla sua fondazione nel 2001, si è distinta per l’autorevolezza tecnico – enologica dei componenti della sua giuria.

 

Il Gran Premio Internazionale del Vino MUNDUSvini, che si svolge ogni anno a Neustadt an der Weinstraße, è uno dei concorsi enologici più rinomati al mondo. Aperto a tutti vini provenienti dalle migliori zone produttive dei cinque continenti si distingue per il prestigioso elenco dei vini premiati nei nove anni di vita con etichette che hanno segnato la più recente storia dell’enologia di qualità. Tra gli obiettivi promossi da MundusVini spicca quello di realizzare una ideale piattaforma delle migliori produzioni vitivinicole, selezionate con criteri di valutazione obiettivi, omogenei e verificabili, in maniera tale da poter costruire un valido strumento di orientamento al mercato.

 

Lo Scialo nella versione del 2006, ha incantato la giuria internazionale composta da 180 esperti tra enologi, analisti, rivenditori specializzati, sommelier, ristoratori e giornalisti enogastronomici. Ottenuto con uve coltivate nell’entroterra agrigentino, lo Scialo, è un vino corposo ed elegante con una spiccata personalità e con il suo carattere ammaliante è il vino emblema di questa zona produttiva d’eccellenza. Questo blend, infatti, è il degno rappresentante che sintetizza il progetto produttivo di CVA che, da un lato, valorizza i vitigni autoctoni e, dall’altro, esalta le varietà internazionali.

 

“Questo nuovo riconoscimento – afferma Giovanni Greco presidente di CVA – ci spinge a consolidare la scelta qualitativa compiuta dalla nostra azienda sei anni fa. L’elevato prestigio del premio, assegnato da una giuria così altamente professionalizzata, è uno stimolo per quanti credono che anche in Sicilia le cantine sociali possono produrre con serietà, qualità e orientamento al mercato. I nostri soci, lo staff tecnico e questa dirigenza condividono l’impegno e la passione di quanti, nell’agrigentino, stanno rinnovando una viticultura secolare e di grande tradizione.

L’Ufficio Stampa

Gran Via – Società & Comunicazione – srl

Tel. 091 7302991 - Mail: staff@granviasc.it

Scarica il comunicato Stampa in formato .doc

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl