Bauhaus: Architettura e Arti applicate al servizio della Modernità

11/mag/2011 19.50.51 Sofista Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Lo Staatliches Bauhaus, meno noto solo come Bauhaus, nasce a Weimar nel 1919 dalla fusione tra l’Accademia di Belle Arti e la Kunstgewerbeschule (Scuola d’Arti Applicate). Il progetto del suo fondatore Walter Gropius, però, andava ben oltre quello di fondare una semplice scuola di architettura e artigianato artistico: Gropius infatti fu fortemente influenzato dalle correnti d’avanguardia in voga nella Germania del primo dopoguerra, in primis l’Espressionismo, e riteneva che l’architettura dovesse riprodurre in forma visibile lo Spirito collettivo del Popolo, così come, secoli prima, gli artigiani medievali e l’architettura gotica avevano edificato maestose cattedrali, fusione di pittura e architettura, in cui si riconosceva un’ispirazione "collettiva".

La scuola di arte e architettura Bauhaus aveva dunque lo scopo di formare giovani artigiani in grado di far rivivere questo mito nella Modernità, fondendo sensibilità estetica e ricerca della funzionalità. Nel Bauhaus ciò si traduceva in un corso di studi di architettura e arti applicate, tenuto da alcuni tra i più geniali artisti dell’epoca, tra cui i pittori astratti Paul Klee, Wassily Kandinsky e Johannes Itten. Scopo del Bauhaus, in architettura come nel design per arredamento, era creare prodotti che fossero funzionali al loro scopo, ma allo stesso tempo artistici, disegnati a partire da semplici forme geometriche (fondendo così architettura e metafisica).

Un brillante esempio di architettura Bauhaus è l’edificio che ospiterà la scuola dopo il trasferimento a Dessau (1925), su progetto dello stesso Gropius: un gruppo di parallelepipedi collegati tra di loro da corridoi intermedi, che creano un gioco armonico di volumi e piani orizzontali e verticali, con ampie pareti vetrate, simbolo dell’età della macchina. Nel Bauhaus, architettura e design d’arredamento hanno dunque la vocazione di essere non solo gradevoli ma anche funzionali, e di esprimere appieno lo Spirito del tempo, lo spirito dell’Età della macchina che vive nell’architettura e nella nostra vita quotidiana.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl