Arredare con i colori

In particolare la scelta del colore della cucina contribuisce a definire lo stile dell'arredamento che si vuole dare alla cucina e di conseguenza a tutta la casa.

26/mag/2011 09.49.33 netco Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il colore definisce l'arredamento della cucina

La cucina è uno degli ambienti della casa più complicato da arredare,  viste tutte le variabili da dover scegliere: mobili, rivestimenti ed accessori.
In particolare la scelta del colore della cucina contribuisce a definire lo stile dell’arredamento che si vuole dare alla cucina e di conseguenza a tutta la casa.
In maniera superficiale si è portati a pensare che l’unico colore da definire sia quello dei mobili della cucina, ma la gamma di colori che devono essere stabiliti include anche i muri, il pavimento e il piano di lavoro.

L’elemento fondamentale nella scelta dei colori d’arredo di una cucina è la personalità, il carattere di chi arreda.
La scelta di una combinazione sul bianco punta a evidenziare qualità estetiche come la raffinatezza e il minimalismo. Non tutto deve ovviamente risultare candido, ma si possono introdurre altri colori in brevissimi cenni attraverso alcuni dettagli: nel piano, nello schienale, in riquadri e bordi del pavimento, nelle piastrelle del rivestimento, ed anche in accessori come tappeti, tende e tovaglie, ecc.
Se la tavolozza prescelta è colorata, qualunque sia l’abbinamento di colori si avrà una soluzione stimolante, molto attuale e sicuramente giovane. Ad esempio l’arancio: è il colore perfetto per la cucina in quanto stimola l’appetito e l’accoglienza. Il consiglio è di spezzarlo con accessori in alluminio per avere un effetto tecnologico oppure con ferro battuto per rendere l’ambiente romantico.
Le ultime tendenze invece vogliono i toni naturali di gran moda. Quindi i beige, corda, grigio polvere ed essenze rovere color tabacco, pino naturale e larice grigio.
La tavolozza con toni naturali utilizza le sfumature caratteristiche della terra e finiture come mattonelle naturali, legno e metallo. 
L’ambiente cucina diventa polisensoriale, i colori vogliono evocare eventi esperienziali per costruire negli interni, un contatto, anche se artificiale, con la natura.
Questa tendenza è stata evidenziata anche al salone del mobile di Milano 2011: spazi all'aperto e aree al chiuso possono creare zone fluide e punti di confluenza, dove la soglia tra naturale e artificiale si assottiglia e sparisce.
L'obiettivo è quello di portare la bellezza della natura all'interno della casa, nascono così cucine dai toni caldi.

cucine dai toni naturali
Queste novità si trovano da KREA, che espone più di 50 nuove proposte di propria produzione, con una speciale promozione che prevede il 50% di sconto su tutte le cucine di produzione complete di elettrodomestici Hotpoint - Ariston.

Infine, i colori dell’arredamento possono modificare visivamente anche alcuni piccoli difetti architettonici. E’ infatti utile ricordarsi che:
1. I colori freschi, luminosi o sobri, e contrasti cromatici minimi possono essere visivamente utili per allargare lo spazio, allungare una stanza, innalzare un soffitto troppo basso.
2. Al contrario i colori caldi, scuri o vivaci, in unione con massimi contrasti possono essere utili per restringere lo spazio, abbassare il soffitto, accorciare una stanza troppo lunga.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl