Rimedi muffa sui muri: ecco come eliminarla da casa tua!

24/ott/2011 12.32.08 Alba - Prima posizione Srl Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

I problemi di umidita su muri, soffitti e suolo sono frequenti in case che si trovano in zone particolarmente umide o con stagioni di pioggia frequenti, ma possono apparire anche in condizioni meno favorevoli se non si adottano alcuni accorgimenti di prevenzione.

Le muffe in casa sorgono soprattutto in bagno e in cucina, dato che è in queste stanze dove si accumula più umidità per via dei vapori dell’acqua calda. La cottura di alimenti, ma anche l’accumulo di acqua in stracci, tovaglioli e tovaglie fanno che la cucina sia una delle zone più a rischio della casa. Nello stesso modo, i bagni accumulano acqua non solo a causa del vapore rilasciato durante la doccia ma a anche per via di asciugamani e asciuga cappotti che si lasciano asciugare in queste stanze, spesso piccole e poco ventilate se senza finestre esterne. Gli aspiratori sono assolutamente necessari in entrambi i tipi di stanze.

Per prevenire i problemi di umidità, bisogna innanzitutto mantenere la casa ben ventilata. Anche in inverno, qualche decina di minuti è sufficiente per cambiare l’aria delle stanze ed asciugare le pareti che durante la giornata accumulano particole di acqua in sospeso che origineranno poi i funghi della. E’ consigliabile poi non lasciare panni ad asciugare all’interno delle abitazioni, e usare vernici antimuffa per mobili di legno e altro arredamento situato in stanze con poca luce o ventilazione, e per i muri coperti da grandi mobili come librerie o armadi. Inoltre, è indispensabile non coprire con arredamento nessuna delle prese d’aria della casa al fine di permettere all’impianto di ventilazione di funzionare correttamente.

Se si dovesse identificare un qualche indizio di umidità, ci sono alcuni rimedi muffa sui muri che possono risolvere eventuali problemi dovuti ad una deficiente ventilazione della casa. Bisogna innanzitutto pulire la zona con candeggina o varecchina mescolate con l’acqua, asciugarla bene e trattarla con prodotti appositi come le Sali assorbi umidità o le creme da spalmare.

La correzione delle abitudini di ventilazione, il controllo frequente delle zone più a rischio ed una più profonda pulizia di bagno e cucina dovrebbero risolvere i problemi di umidità più frequenti, anche se dotarsi di un deumidificatore può essere un’altra valida alternativa, soprattutto se il clima non permette aprire le finestre giornalmente per cambiare l’aria.

Per eliminare umidità tenaci in casa che invece non sono riconducibili a problemi di ventilazione, bisogna innanzitutto identificare la fonte causante del problema. La muffa potrebbe essere dovuta ad una infiltrazione d’acqua non individuata, oppure a dei muri che non sono stati correttamente isolati durante il processo di costruzione. In un caso e nell’altro, è consigliabile affidarsi a professionisti per eliminare il problema di forma definitiva, attraverso iniezioni di resine o coperture delle crepe e effettuando anche una deumidificazione dei che assicuri l’impermeabilità della struttura.

Adottare abitudini di pulizia e ventilazione della casa è quindi fondamentale per prevenire l’apparizione di muffa sui muri, ma in casi di problemi di umidità più gravi sarà necessario l’intervento tempestivo di un professionista che assicuri l’integrità della struttura e la sicurezza delle persone al suo interno.

A cura di Alba L
Prima Posizione Srl – scrittura creativa

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl