Guida ai materiali per i mobili da giardino

21/nov/2011 15.27.44 Alba - Prima posizione Srl Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

I mobili da giardino compiono, in più di una mera funzione decorativa, anche delle mansioni che, per non essere il giardino un luogo abituale, ogni tanto dimentichiamo siano all’origine della loro realizzazione. Come per i l’arredo urbano, in base all’utilizzo che faremo di quest’area della nostra casa, dovremmo decidere per un tipo o altro di arredamento, e soprattutto per un tipo o altro di materiale, considerando che ogni uno di loro richiede un mantenimento diverso ed è più o meno statico e flessibile a cambiamenti di posizione.

Il legno è uno dei materiali più popolarmente scelti per i mobili da giardino. Infatti, esteticamente propone molte varietà di toni, colori e finiture, e può adattarsi a molte strutture in legno già esistenti nell’abitazione o giardino. In più, è ottimo se ci troviamo in un contesto di campagna o circondati dalla natura, ma è anche perfetto per ricordarci che esiste la campagna fuori dalle mura della nostra casa in città. Alcune varietà di legno sono particolarmente resistenti agli agenti atmosferici, ma in generale non è uno dei materiali più resistenti né facili da mantenere per il giardino, soprattutto se ci sono condizioni di grande umidità. Infatti, durante l’inverno, quando l’uso del giardino è sicuramente minore, è consigliabile mantenere i mobili in legno all’interno della casa.

Il vimine è leggero e facile da pulire, tende a durare parecchio tempo, specie se si usano delle cere per proteggerlo e se, data la sua leggerezza, nel caso di piogge o venti continui si spostano temporalmente all’interno della casa. I mobili in vimine sono un’ottima scelta se usate spesso il giardino per delle attività come cene con amici o per giocare con i bambini, e hanno il vantaggio che potendosi combinare con molteplici tessuti possono adattarsi a quasi ogni tipo di stile di arredamento.

I mobili in acciaio inox sono, insieme a quelli realizzati in alluminio, una ottima scelta per quelli che cercano mobili da giardino moderni, facili da mantenere e durevoli. Infatti, anche se quelli in alluminio sono più leggeri, tutti e due hanno una resistenza agli agenti atmosferici al di sopra di quella del vimine, il legno o i mobili in ferro battuto, un altro dei materiali più estensivamente utilizzati nell’arredo di giardini.
I tavoli e banchi inox sono infatti resistenti alla corrosione e alla ruggine, e sono inoltre semplicissimi da pulire e possono lasciarsi all’aperto con un minimo di manutenzione.

Il ferro battuto, come accennato, è protagonista di innumerevoli giardini, anche perché potendosi adattare a molteplici stili di arredamento, è facile di combinare con altri mobili e strutture architettoniche. La solidità dei mobili da giardino in ferro battuto è innegabile e fornisce a chi li compra un pezzo di arredamento durevole e particolarmente indicato per gli ambienti ventosi che però richiede dei trattamenti per evitare la ruggine.

I mobili di carpenteria in plastica sono una alternativa che sta guadagnando fan tra le persone che scelgono il proprio arredo giardino e che cercano, soprattutto, mobili facili da mantenere e che permettano fare dei cambiamenti di disposizione frequenti.
I pezzi in plastica sono sicuramente più leggeri dell’arredamento inox e sono semplicissimi da lavare. Basta infatti bagnare i mobili con la canna e usare una miscela di acqua con detergente e candeggina per eventuali muffe o residui di terra.

Articolo a cura di Alba L
Prima Posizione Srl – certificazione siti internet

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl