Ufficio? Sedute comode e gradevoli

25/nov/2011 19.47.25 Sara Borsari Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Sedie moderne o antiche per il proprio spazio lavorativo? E’ inutile prendersi in giro: quando si parla di arredamento la necessità di un esperto si sente e come. In particolare quando si deve effettuare una scelta riguardante le sedie per ufficio. Perché se per la propria seduta ci si regola soprattutto in base alla comodità più che allo stile, quando si prende in considerazione l’idea di acquistare una seduta per “l’altra parte della scrivania”, ovvero lo spazio dedicato al papabile cliente, la situazione cambia e sono molti i fattori dei quali si deve tenere conto.

Primo tra tutte la comodità. Anche in questo caso, sebbene si possa non pensare “in grande” come fatto per la propria seduta, va da sé che qualsiasi conformazione fisica di interlocutore deve poter stare seduto comodamente per scambiare le informazioni necessarie con il professionista da lui scelto. Ciò non significa che si deve ripudiare totalmente il moderno, ma vi è la necessità di non scegliere qualcosa che porti ad un ribaltamento della persona a terra appena poggia le sue terga sulla sedia.

Il massimo dello stile e della praticità consterebbe nello scegliere delle particolari poltrone (niente che abbia delle rotelle, n.d.r), non eccessivamente ingombranti magari, ma stabili e sicure che consentano alla persona, a prescindere dalla propria forma fisica di sedersi e contemporaneamente rialzarsi senza particolari problemi. Da rigettare totalmente strutture in plastica o vetro. Preferire al contrario metallo e pelle potrebbe rivelarsi la scelta più azzeccata.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl