Il Natale non bada alla crisi, o almeno ci prova

15/dic/2011 11.50.41 serenapp Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Se è vero che le ultime notizie di politica hanno fatto tremare le gambe a molte famiglie italiane, è anche vero che quello che il decreto Monti sembra proprio non aver smorzato è la voglia degli Italiani di festeggiare, con l’animo più sereno e il più possibile sgombro di pensieri negativi relativi al futuro. Certamente, come messo in luce anche ieri dagli esponenti della Lega Nord durante una riunione al Senato, si prevede che gli italiani spenderanno molto meno per questo Natale 2011.

Posto quindi che l’attenzione al portafoglio è d’obbligo, la voglia di sorprendere i più cari con dei doni appropriati e originali è comunque tanta; nessuno resterò senza presente, anche se il budget complessivo sarà ridimensionato.

Secondo uno studio condotto da Human Highway in collaborazione con Netcom, il consorzio del commercio elettronico italiano, ben un milione e mezzo di italiani cercheranno i regali dalle vetrine di e-commerce facendo shopping online. Che il settore dell’e-commerce stia avendo un successo inaspettato lo si deve anche alla crisi economica che sta intaccando le più solide economie mondiali, vedi Europa in generale, Italia in particolare ed anche oltreoceano, dove Wall Street sembra risentire in questi giorni degli scossoni nell’Eurolandia. In questo senso è interessante considerare, come l’ingresso di Groupon nei marcati di Wall Street quest’anno abbia segnato il secondo più importante sbarco di una internet company in borsa, dopo la quotazione del colosso Google, nel 2004. Le sottoscrizioni del più famoso gruppo di acquisto online hanno infatti superato di dieci volte l’offerta disponibile, riuscendo il primo giorno a raccogliere quasi 800 milioni di dollari.

Ma cosa comprano gli Italiani online? Le risposta è: di tutto, ma nonostante il campo degli acuisti online spazi dal fai-da te ai prodotti di bellezza, dai ricambi per auto ai fiori, ci sono alcuni settori che sembrano essere rinati con l’avvento dello shopping 2.0.: il ticket da viaggio è il più acquistato con il 16.8%, mentre lo shopping vestiti online occupa il secondo posto con un buon 12.4%. Segue il campo dell’editoria e degli abbonamenti a riviste, con il 9.2% e infine i costosi accessori per PC, notebook, smartphones e tablet; per finire poi con i prodotti cosmetici telefonini, dvd e cd che sono acquistati sul web da meno del 6% degli italiani.

Un regalo sempre apprezzato dall’universo femminile è quello che riguarda la moda borse. Per la stagione invernale ci sono una varietà di modelli e di materiali in grado di accontentare qualsiasi gusto. Molto in voga sono le borse in gomma effetto lucido che oltre che glamour sono anche ottime dal punto di vista pratico, poiché sono totalmente impermeabili. Un po’ retrò ma in grande auge ultimamente sono le clutch, che si presentano come il modello cult della stagione invernale, disponibili in qualsiasi tessuto sono però nate per le serate eleganti. Per chi ama invece il sapore vintage, online si possono trovare molti portali di e-commerce che propongono delle borse o borselli con le frange, adatte agli spiriti più sbarazzini.

 

Articolo a cura di Serena Rigato

Prima Posizione Srl marketing promozione

 

 

 

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl