Arredo Bagno Online

07/feb/2012 11.40.00 alessandro.vigini Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

A qualcuno può sembrare strano, ma se si va a chiedere ad una casalinga attenta e smaliziata, da cosa andrebbe giudicata in maniera attendibile la pulizia di una casa, la risposta è la seguente: dalla cucina e dal bagno. Considerato che si tratta di due ambienti che spesso, per ovvi motivi, vengono celati agli occhi dei visitatori, si potrebbe pensare ad una eccentricità di pensiero o ad una vera e propria forma di snobismo intellettuale.

Sappiate invece che non è così, perché proprio dai dettagli si misura un ambiente nel quale si vive, come ben sanno del resto proprio le casalinghe, le quali alla propria casa votano in pratica pressoché totale la propria esistenza, facendone la propria reggia e una proiezione verso l’esterno della propria personalità. In conseguenza di questo assunto, chi pensa di poter arredare nella maniera più adeguata e raffinata il proprio salone o la camera da letto, spendendo molto per rendere questi ambienti attraenti ai propri occhi e a quelli di eventuali visitatori  e poi non dedicarsi alla stessa maniera al bagno, commette un errore concettuale non da poco, rischiando al contempo figure non brillantissime.

Se qualcuno pensa che stiamo esagerando, sappia che la pensano così anche alla Apple e questo suona ad ennesima conferma di quanto stiamo affermando. Avete letto bene: stiamo proprio parlando della casa di Cupertino ormai universalmente famosa per le raffinate diavolerie tecnologiche su cui ha costruito la propria fortuna nel corso dei decenni, sino a diventare uno dei marchi più famosi ed acclamati del pianeta.

Proprio la Apple, infatti, dopo i vari iPhone, iPad e iPod ha deciso di griffare anche il settore dell’arredo bagno, varando iPoo, il water a forma di mela, che richiama espressamente il simbolo identificativo della multinazionale. Ideatore di questo oggetto, che potrebbe realmente aprire nuovi orizzonti al settore dell’arredo bagno, facendolo guardare con occhi totalmente diversi da molti consumatori, è Milos Paripovic, il quale non ha esitato a prendere la sua idea da un MacBook Air. Da qui, infatti, è arrivato lo spunto per le dimensioni estremamente sottili del coperchio e per la altissima qualità dei materiali che lo compongono. Naturalmente, siamo in presenza di un oggetto che è rivolto ai fanatici della Apple, coloro che ritengono che la vita sarebbe molto meno ricca di significato, senza la casa di Cupertino e che per questo sarebbero pronti a spendere più di quanto normalmente non farebbero per arredi bagno “normali”.

Anche per gli altri, però, quelli cui in fondo della Apple importa relativamente poco, anche perché magari non sono così attratti dalla tecnologia, o forse la odiano, iPoo potrebbe rappresentare una soluzione ideale per fare una gran bella figura con amici e conoscenti. Perché, di sicuro non capita tutti i giorni di entrare in un bagno che riesce ad unire nella maniera più notevole l’eleganza di una forma come quella di iPoo alla praticità di uso che è richiesta di solito al water. Del resto, alla Apple sono abituati da tempo a sorprendere e a spiazzare l’opinione pubblica.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl