Come investire in modo sicuro e duraturo sul tuo pavimento.

21/mar/2012 10.08.04 seomarcosh Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Qualità e resistenza fanno di te il.. “tuo pavimento”

 

La resina è un materiale adatto sia per ambienti interni ed esterni e non solo. Grazie alla sua duttilità permette di progettare e creare nuovi complementi d’arredo stando al passo coi tempi!

Un pavimento di resina  può trasformare i vostri sogni in realtà.. di qualsiasi colore, rivestimento, superficie vogliate, consentono di dare libero sfogo alla vostra fantasia, creando abbinamenti, imitando altri materiali e soprattutto sono di agevole pulizia. Ed è questo l’obiettivo di Resina Design un’azienda che offre una vasta disponibilità di resine in diverse qualità  a seconda del tipo di utilizzo e all’ambiente nel quale devono essere collocate.

Un modo innovativo che incontra i diversi gusti e stili di vita.

I rivestimenti in resina non presentano fessure, giunte e questo è una garanzia di igiene e sicurezza e non c’è alcun rischio di tossicità. Inoltre grazie all’impermeabilità di questo materiale è esclusa la presenza di attacchi di batteri o muffe.

Lo strato di resina è molto sottile e questo consente nel tempo di poter cambiare facilmente lo stile del proprio “pavimento resina” applicandone uno nuovo senza necessariamente togliere quello precedente.

 

Come mantenere il vostro pavimento:

Un pavimento in resina non richiede determinate cure: la sua struttura ne facilita la pulizia in quanto viene realizzato con un’unica colata. Non è necessario spendere ed intervenire con prodotti troppo aggressivi; i vantaggi di queste pavimentazioni sono unite alla loro praticità e alla loro convenienza.

Basterà un semplice panno o un po’ d’acqua!

Un altro vantaggio consiste nella posa dei pavimenti: la resina può essere applicata su ogni tipo di pavimento preesistente eliminandone quindi  i costi e i tempi senza creare di solito alcun problema alle porte in quanto lo strato ha uno spessore davvero sottile.

Valutare bene però tutti gli spazi e le condizioni di fondo ( non devono presentare irregolarità) prima di intervenire!

La posa classica prevede l’applicazione a rullo del primer fissativo utile a prevenire il degrado del fondo e creare una barriera protettiva da sostanze corrosive. Segue poi la stesura della resina autolivellante eseguita a mezzo di spatole dentate.

Il tutto si conclude con la posa dello strato di protezione e una verniciatura in resina trasparente lucida od opaca.

 

Consigli: la resina impiega un massimo di due giorni per asciugarsi ma per evitare spiacevoli sorprese (dovute anche dall’influenza della temperatura dell’ambiente stesso) è consigliato attendere tre o quattro giorni.

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl