A.A.A. Anello di fidanzamento perfetto cercasi

12/lug/2012 11.45.34 serenapp Contatta l'autore

Questo comunicato è stato pubblicato più di 1 anno fa. Le informazioni su questa pagina potrebbero non essere attendibili.

Il matrimonio è l’evento più atteso da ogni ragazza, e proprio per questo i preparativi per la cerimonia e per la festa devono essere fatti nell’ottica di quello che è il giorno più bello nella vita degli sposi.

Il giorno della cerimonia certamente è destinato a restare nella memoria della coppia ma anche degli invitati, ed è il giorno simbolo della condivisione di una scelta di vita, con parenti ed amici; proprio per questo probabilmente nell’intimità della coppia il momento ed il gesto più commovente riguarderà invece lo scambio degli anelli da fidanzamento, che avviene solitamente in un tete-a-tete romantico o al contrario – inaspettatamente- in un’occasione del tutto quotidiana.

La tradizione vuole che l’anello di fidanzamento venga regalato dal futuro sposo alla donna che ha scelto di prendere in moglie, ma di recente vi sono alcuni- anche se sporadici- casi di donne che fanno la proposta ai loro compagni (circa il 15%). Statisticamente la tanto attesa domanda viene fatta nella maggior parte dei casi (52%) dopo i tre anni di relazione, mentre la percentuale degli eterni fidanzati che si sposano dopo gli 8 anni di fidanzamento è del 15%.

Non c’è dubbio che per un evento tanto importante, le cose a cui pensare prima di fare la proposta, sono tante ed infatti fra la scelta del luogo che faccia “atmosfera”, la scelta del momento più adatto per proporsi, il discorso da fare e la scelta dell’anello, la questione può lanciare nel panico qualsiasi innamorato.

Il primo, e più oneroso, passo da fare è la scelta dell’anello, che è necessario per accompagnare la vostra richiesta e va scelto evitando di farsi prendere dalla scia dell’entusiasmo, dato che i consigli degli orefici, delle amiche della sposa o dei parenti possono fuorviarvi portandovi alla scelta di un anello bello, ma non adatto alla vostra futura compagna. Certamente queste caratteristiche potranno guidarvi alla scelta della montatura e della forma della pietra, ma c’è una sorta di “decalogo” da seguire, un paio di regole che se osservate, vi garantiranno un successo sicuro: in primo luogo il costo dell’anello non ne fa la bellezza, quindi non sempre spendendo di più, la farete più felice; in secondo luogo poi, l’anello di fidanzamento va scelto in modo che rispecchi la personalità della ragazza.

Prima di tutto dovete pensare a che tipo è la vostra compagna: è una ragazza elegante, originale, sobria o alternativa? Per un’occasione di così grande valore sentimentale, la sobrietà sarà la chiave del successo, quindi meglio non esagerare con le forme e con le pietre, un solo brillante, anche se piccolo, incastonato in una montatura elegante, basterà a illuminare gli occhi della futura sposa. In questo senso forse le montature più adatte saranno in oro bianco o platino, e la montatura che supporta la pietra potrebbe essere la classica, detta Griffe o Prong, oppure quella simile, a Castello. Il taglio del diamante da scegliere per la sposa elegante è certamente quello a Brillante rotondo o il Princess, dalla più moderna forma quadrata.

Se invece la vostra metà è una sposa romantica, amante dello stile classico, potete puntare su una montatura in oro giallo, con una linea floreale e qualche brillante in più che faccia magari da cornice a quello principale, magari con forma a Cuore. Per le spose amanti dello stile orientale si può invece puntare su un diamante a taglio Trillion o Maquise, a forma di ovale schiacciato.



Serena R.

Prima Posizione Srl- Web Marketing Agency

blog comments powered by Disqus
Comunicati.net è un servizio offerto da Factotum Srl